Defensor Viterbo, vittoria di prestigio contro Palermo

Defensor Viterbo – Maddalena Vision Palermo – 57 – 54

Defensor: Orchi 4 (2/4,0/1), Filoni 8 (2/3 da tre), Yordanova 23 (1/3,5/9), Riccobono ne, Ciavarella 11 (3/10,0/2), Romagnoli 2 (0/1,0/4), Puggioni, Flauret 3 (1/2), Cutrupi 1, Viviani ne, NDiaye ne, Spirito 5 (2/3,0/3). All. Scaramuccia

Palermo: Riccardi 6 (3/4,0/2), Verona C. 12 (1/3,2/8), Aleo 2 (0/1 da tre), Ferretti 9 (1/8,1/3), Ferrara (0/1 da tre), Manzotti 4 (2/5,0/3), Verona M. 7 (3/6), Ermito ne, Bungaitè 14 (5/12), Tennenini ne. All. Musumeci

Arbitri: Rebecca Di Marco e Giorgia Di Luzio

Note: Tiri liberi Defensor 18/35, Palermo 15/22. Rimbalzi Defensor 35 (Yordanova 8), Palermo 44 (Bungaitè 9). Parziali 10’ (20-15), 20’(29-30), 30’ (45-40). Uscite per 5 falli Riccardi (Palermo), Ferretti (Palermo), Manzotti (Palermo), Flauret (Defensor).

Viterbo vince una partita difficilissima al cospetto di una big del girone come Palermo, salendo così a quota otto punti e agganciando proprio le siciliane nella zona medio-alta della classifica.

Il primo parziale si gioca su ritmi molto ali e la Defensor trova in Yordanova e Ciavarella due terminali offensivi micidiali: la prima fa 2/3 da tre, la seconda è quasi perfetta nel tiro da due e Palermo deve affidarsi a Ferretti (7 punti nel periodo) per rimanere in scia. Il momento migliore della Defensor è nel finale, che consegna alle gialloblù il +5 del primo intervallo, ma la partita cambia rapidamente copione nel secondo periodo.

Le padrone di casa trovano ancora con Yordanova e due volte con la giovane Filoni il canestro dalla lunghissima distanza, poi però l’attacco delle viterbesi si ferma e Palermo, con pazienza e con i canestri di Bungaitè, non solo ricuce lo strappo ma mette la freccia e sorpassa, rientrando negli spogliatoi con un punto di vantaggio sul 29-30.

Nel terzo periodo la Defensor pare più determinata ma sbaglia troppi tiri liberi e, pur dimostrandosi perfetta in difesa, non riesce ad allungare oltre i sette punti di margine (39-32). Yordanova con due triple e Orchi con le penetrazioni spingono avanti le gialloblù, Palermo fatica molto finchè non arriva un mini break di 5-0 con la tripla di Costanza Verona sulla sirena dei 24” e il canestro di Manzotti che, a tre minuti dalla fine del periodo, riavvicinano le ospiti sul -2 (39-37). Viterbo è brava a non scomporsi e, approfittando di qualche leggerezza delle ospiti in difesa, trova con Romagnoli i liberi del +5 proprio a un secondo dalla fine del quarto.

Sono così decisivi i dieci minuti finali, condizionati certamente dalla stanchezza e dalla tensione per entrambi i quintetti; nei primi tre minuti Viterbo resta a secco di punti e colleziona principalmente palle perse, Palermo fa poco meglio con un solo libero a segno e una situazione falli difficile con Manzotti e Marta Verona a quota quattro penalità. Entrambi i team raggiungono presto il bonus e sono decisivi i tiri liberi: Viterbo ritrova precisione soprattutto con Ciavarella, Palermo invece è imprecisa e anche in attacco spreca qualche occasione di troppo tranne che con Bungaitè, di sicuro la più concreta delle sue. Proprio un canestro della lunga lettone riporta le siciliane a -4 (52-48) quando mancano meno di 100 secondi, e ad un minuto dalla fine, Costanza Verona sfrutta un rimbalzo d’attacco per il -3 (53-50). Due liberi di Ciavarella e due di Ferretti portano il punteggio sul 55-52 e Viterbo ha 26 secondi da giocare, Yordanova sbaglia due liberi pesantissimi sul quinto fallo di Manzotti mentre Costanza Verona è infallibile e si arriva a 17” dalla sirena con il vantaggio minimo della Defensor (55-54). Il finale è thrilling, Viterbo sbaglia ancora dalla lunetta ma Cutrupi fa 1/2 e l’ultimo tentativo disperato di Costanza Verona non trova la retina, consegnando una preziosa e soffertissima vittoria alle ragazze gialloblù.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author