Dei commoventi Sharks espugnano il parquet di Brescia

Brescia: Passera 4, Fernandez 12, Cittadini 10, Bruttini 5, Alibegovic 13, Bolis ne, Speronello ne, Holmes 11, Assoni ne, Totè 3, Bushati 13, Hollis 6 All: Diana

Roseto: Allen 17, Borra 8, Ferraro 9, Papa, Marini 19, Mariani, Trevisan, Bryan 7, Marulli 2, Moreno 12, Weaver 21 All: Trullo

Arbitri: Brindisi, Terranova, Vita

Note: Parziali: 12-24, 43-46, 61-65. Brescia: 24/65 dal campo, 15/37 da 2, 9/28 da 3, 20/27 ai liberi, 30 rimbalzi (11 offensivi), 13 assist, 13 palle perse, 13 palle recuperate. Roseto: 32/63 al tiro, 20/35 da 2, 12/28 da 3, 19/25 ai liberi, 40 rimbalzi (10 offensivi), 18 assist, 17 palle perse, 9 palle recuperate. Usciti per 5 falli: Marulli e Bruttini Luogo: Pala San Filippo Turno di A2 Silver: 18° Spettatori: 2200

Che sarebbe stata una partita contro ogni pronostico lo si era già capito dai primissimi minuti, in cui la Mec-Energy Roseto era una macchina da canestri, mentre la Leonessa Brescia stentava a centrare il bersaglio: primo quarto largamente dominato, terminato con i padroni di casa doppiati (12-24). Nel secondo e terzo quarto la capolista ha alzato la pressione, mettendo paura agli Sharks, apparsi meno in palla e intimoriti dalla rimonta avversaria: a 10 minuti dalla fine, i ragazzi di coach Trullo sono avanti di 4 lunghezze. L’ultimo quarto è pura poesia, con i lombardi che, più in difficoltà di Pierino ad un’interrogazione, affondano sotto i colpi dei mostruosi Pierpaolo Marini (19 punti col 55% da 3 e il 100% ai liberi), Kyle Weaver (21 punti, 5 rimbalzi, e 4 falli subiti) e Bryon Allen (17 punti, 6 rimbalzi e 4 assist). Risultato finale: 77-95. Oltre ai sopra citati, meritano un riconoscimento anche gli altri lunghi, tutti decisivi in entrambe le fasi di gioco: 9 punti, 8 rimbalzi e 4 assist per Ferraro, 8 punti e 7 rimbalzi per Borra, 7 punti, 9 rimbalzi e 6 falli subiti per Bryan. I padroni di casa si affidano ai 13 di Bushati e Alibegovic e ai 12 con 4 assist e 4 recuperi di Fernandez, ma non possono fare nulla contro una Mec-Energy spietata.

Alla palla a due, coach Diana schiera Fernandez in cabina di regia, Holmes e Alibegovic esterni, Totè e Cittadini nel pitturato. Trullo si presenta con con Moreno playmaker, Allen nello spot di guardia, Weaver e Ferraro ali, Bryan a sgomitare sotto canestro. Roseto aggredisce nella maniera giusta la partita, infilando un parziale di 8-0 in 2:30 di gioco con le bombe di Allen e Moreno. Brescia si sblocca con i canestri di Holmes e Totè per il -4, ma Weaver e Allen rispondono confezionando il nuovo +8, poi Moreno innesca Ferraro che appoggia il 6-16 a 3:35 dalla prima pausa. Alibegovic torna a muovere il punteggio dei suoi, ma Bryan schiaccia il nuovo +10 (8-18). Gli Sharks si mantengono sulla doppia cifra di vantaggio fino alla fine del quarto, che si chiude sul 12-24 dopo un 2/2 ai liberi di Weaver. Passera apre il secondo quarto con il bottino pieno a cronometro fermo, segue una tripla di capitan Ferraro per il 14-27. Brescia alza la pressione e firma con Bruttini e Bushati il -8 (23-31) che costringe coach Trullo a un time-out. All’uscita dalla sospensione, Marini e Bushati centrano il bersaglio grosso, poi Borra segna un canestro un po’ fortunoso per la nuova doppia cifra di vantaggio ospite (26-36). La Leonessa torna con Cittadini sul -7, ma Weaver allarga il gap con la bomba del 32-42. Holmes e Cittadini firmano il -6 (40-46), poi Alibegovic infila il canestro del -3 per il 43-46 con cui si chiude il secondo periodo di gioco.

Fernandez impatta subito a quota 46, poi Weaver la mette da casa sua come “el lobito” per il 49-49. Moreno riporta i suoi avanti, poi Alibegovic risponde ancora da 3 per il 52-53. Bryan e Weaver confezionano il 52-57 a 5 minuti dalla terza sirena. Bryan continua il parziale con un 2/2 dalla lunetta per il +7 (52-59) a 3:30 dal 30′ minuto. Alibegovic sblocca i suoi da 2, poi Cittadini con un semigancio firma il 56-59.           Roseto riprende a mordere con Marulli, Weaver e Allen per il +9 (56-65). Bushati sblocca i suoi per il -6 (59-65), poi sulla sirena gli arbitri ravvisano un fallo abbastanza inspiegabile di Allen su Holmes: 2/2 dalla lunetta per il 61-65 del 30′. L’ultimo quarto si apre con due triple di Marini per il 63-71, seguono Borra dalla lunetta e Allen dalla media: 63-75 a 7:23 dalla sirena finale. Marini infila la tripla del +15 per il 63-78. Fernandez torna a muovere il punteggio dei suoi con un 2/2 dalla lunetta, ma Weaver mette la pazzesca tripla del 65-81. Fernandez, Marini e Weaver sono precisi dalla lunetta: 67-85 a 4:52 dalla conclusione del match. Borra ancora dalla lunetta e Allen in contropiede infilano il +22 (67-89) che sembra chiudere i conti. Gli ultimi minuti, in cui giocano anche i giovani Mariani e Trevisan,  sono un calvario per Brescia, con i tifosi degli Sharks, i quali hanno seguito con mirabile passione la squadra fino in Lombardia, in festa grande sulle gradinate: una partita da ricordare finisce 77-95.

Dopo questa stratosferica vittoria, domenica prossima, 31 gennaio, arriverà al PalaMaggetti la forte Mantova per un crocevia fondamentale della stagione: palla a due alle ore 18, non mancate!

Edoardo Testa, ufficio stampa Roseto Sharks

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author