Delser Udine, il commento di Arianna Cortolezzis

Il commento della settimana, dopo l’entusiasmante vittoria di domenica sera della Delser Basket School sul Basket Progresso Femm. Bologna per 53-51 nella seconda di ritorno del campionato di serie A3 femminile, è affidato ad Arianna Cortolezzis che, nonostante il suo stop ai box per infortunio, vuole dire due parole sulla partita.

«Purtroppo i rischi del mestiere, se così possiamo chiamarli, sono molti e frequenti anche nello sport: in prima persona ho subito un infortunio al ginocchio di non lieve entità che mi terrà fuori per l’intera stagione, ma che di certo non potrà negarmi la voglia di giocare. Seguire una partita delle proprie compagne dagli spalti fa sempre un certo effetto, soprattutto se si assiste ad un match come quello di domenica sera. In campo ho visto la mia squadra pronta a dimostrare di poter tenere testa alla formazione seconda in classifica e di voler mantenere a tutti i costi l’imbattibilità tra le mura casalinghe.
Nei primi minuti siamo partite un po’ contratte, concedendo troppi tiri a causa di errori difensivi, come spesso è capitato finora. Bologna, formazione che conta numerose giocatrici esperte e talentuose, ne ha approfittato senza esitazione. La partita per noi, quindi, è cominciata solamente nel secondo tempo quando, uscite dallo spogliatoio, abbiamo espresso un gioco più pulito e concreto: contropiedi in velocità e buone soluzioni sotto canestro ci hanno concesso di recuperare tutte le lunghezze di svantaggio. 
Il quarto periodo è stato giocato punto a punto, sempre in salita, fino al buzzer beater di Vicenzotti che ha messo in cassaforte quei due punti pesanti in chiave classifica, persi forse un po’ troppo banalmente contro Sarcedo. Per questo voglio fare i complimenti e sottolineare la prestazione decisamente sopra le righe del nostro capitano che, dal primo break di 0-9 subito all’inizio della partita al canestro vincente, ha trascinato la squadra fino alla vittoria con grinta ed entusiasmo.
Infine voglio dedicare un pensiero alla mia compagna di squadra Alessandra Mio, anche lei infortunata al ginocchio e ferma probabilmente per tutta la stagione.»

Resp. Comunicazione 
Michela Trotta

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author