Derby amaro per Latina sul campo di Rieti

Latina, troppo ingenua cede a Rieti   Un derby amaro per i nerazzurri della Benacquista Assicurazioni Latina Basket, che lasciano il PalaSojourner di Rieti dopo aver sciupato la  possibilità di conquistare due preziosi punti, cedendo alla Npc con il risultato finale di 74-66, che consegna ai padroni di casa lo scontro diretto a favore, in virtù della differenza canestri (al PalaBianchini i pontini si erano imposti con 3 lunghezze di vantaggio, 79-76). Una gara che Latina, in larga parte, ha giocato bene e con lucidità, non utilizzando, però, la giusta dose di cinismo agonistico e concentrazione  soprattutto nelle fasi decisive dell’incontro. Non sono stati sufficienti i 20 punti messi a referto da Capitan Tavernelli, né il rientro di Lorenzo Uglietti, subito molto grintoso e determinato, tantomeno la grande voglia di far bene da parte di tutto il gruppo, che si è, però, trasformata in alcuni frangenti, in ingenuità.

Tornano a casa amareggiati anche i numerosi sostenitori latinensi giunti a Rieti con due pullman organizzati dal club pontino, e che hanno sostenuto incessantemente la squadra nerazzurra per tutta la durata dell’incontro. Da martedì si tornerà in palestra per prepararsi al meglio al nuovo impegno che attende la Latina Basket.Sabato 23 gennaio alle ore 20:30, infatti, a lPalaBianchini arriverà la formazione siciliana di Trapani, oggi vittoriosa su Tortona (84-76).

La parola a coach Gramenzi –  Il tecnico nerazzurro, al termine della sfida al PalaSojourner, in sala stampa ha dichiarato: «E’ stata una partita giocata bene per larghi tratti, ma con ingenuità in tanti altri. Merito, ovviamente, anche dei nostri avversari che hanno meritato di vincere. Noi ci siamo ostinati tanto nel palleggiare nei momenti più delicati della gara, soprattutto nella parte finale. La pressione di Rieti sicuramente nell’ultimo quarto è salita, complice l’esaurimento del bonus che è stato raggiunto solo alla fine nell’ultimo minuto, quando la partita era ormai quasi chiusa, però bisogna dire che loro sono stati bravi nell’utilizzare nel miglior modo possibile le loro capacità. Peccato perché a mio avviso nel terzo quarto, nel momento in cui la partita l’avevamo in mano, potevamo sicuramente gestirla in modo diverso. Non siamo stati capaci, ovviamente anche per merito degli avversari, oltre che per demerito nostro, sul +6 dovevamo essere più cinici e meno superficiali di quello che siamo stati».

 

I tabellini – NPC RIETI vs BENACQUISTA LATINA 74-66 (19-23, 32-33, 48-51, 74-66)

NPC RIETI:  Hidalgo, Buckles 2, Mortellaro 30, Benedusi, Feliciangeli 10, Longobardi 5, Ponziani n.e., Auletta n.e., Parente 11, Pepper 16. Allenatore Nunzi.

BENACQUISTA LATINA:  Veccia, Tavernelli 20, Tagliabue 2, Ihedioha 5, Uglietti 6, Mei 9, Pastore 3, Stanback 12, Di Ianni n.e., Mosley 9. Allenatore Gramenzi.

Percentuali: Rieti tiri da 2:  46% (14/30); tiri da 3: 47% (8/17) tiri liberi: 70% (22/31); Latina tiri da 2:  35% (12/34) tiri da 3: 34% (9/26) tiri liberi: 71% (15/21).

Arbitri: Masi Andrea di Firenze, Capurro Michele di Reggio Calabria, Triffiletti Corrado di Messina

La partita – Partenza molto rapida con azioni veloci ambo le parti. Il primo canestro arriva dalla lunga distanza per mano del reatino Pepper al quale risponde capitan Tavernelli, ma sul fronte opposto Mortellaro bissa per i padroni di casa (5-2 al 3’). Mosley accorcia le distanze, ma è ancora Mortellaro a replicare ai nerazzurri (7-4 a 6:42” dal termine del periodo). Rieti allunga con Parente (9-4) ma la tripla di Mei porta la Benacquista sul -2 (9-7 al 4’). Ancora una tripla per la Latina Basket, è Stanback a realizzarla per il primo vantaggio pontino (9-10 a 5:35”). Incrementa il vantaggio Ihedioha con due liberi (9-12 dopo i primi cinque giri di lancette). Anche Capitan Tavernelli è chirurgico dalla lunetta e Latina si porta sul + 5 (9-14) ma la Npc risponde con la tripla del -2 reatino (12-14 al 6’). Mortellaro a 3:49” dal termine della frazione, con un gioco da tre punti, riporta Rieti in vantaggio (15-14). Mosley realizza uno dei due liberi a sua disposizione, mentre nell’area opposta è ancora Mortellaro a dettare legge (17-15 al 7’). Nicola Mei riduce a -1 il divario (17-16) Mosley stoppa le incursioni avversarie e Stanback riporta Latina avanti (17-18 a 1:44”). Incrementano il divario Tagliabue e Ihedioha portando il punteggio sul 19-23 con cui si conclude il primo quarto.

In avvio di seconda frazione Rieti riduce il divario (22-23 all’11’) ma Lorenzo Uglietti, al suo rientro in campo dopo 7 giornate di assenza per infortunio, centra la retina dai 6.75 per il nuovo vantaggio pontino (24-26 al 12’). Nell’azione successiva èMosley, con una delle sue spettacolari schiacciate,  a portare Latina sul +4 (24-28 al 13’). Pepper risponde per la Npc (26-28 al 14’). Partita avvincente e con ritmi elevati che vede la Benacquista giocare con grande intensità sia in difesa che in attacco, ma dopo vari tentativi Rieti, ancora con Pepper, riesce realizzare la tripla del nuovo vantaggio dei padroni di casa (29-28 a 4:31” dal termine del secondo periodo). Coach Gramenzi chiama time-out. Al rientro sul parquet, Latina, sfortunata nelle conclusioni, non riesce a centrare la retina, impedendo però anche a Rieti di incrementare il vantaggio, grazie a una buona difesa. Il fallo di Pastore su Parente, permette al numero 20 reatino di sbloccare il punteggio sul tabellone (30-28 a 2:26”). Finalmente anche i nerazzurri sbloccano il proprio punteggio ancora con Uglietti dall’arco e la Benacquista mette nuovamente la testa avanti (30-31 a 1:35” dal riposo lungo). Stanback incrementa il divario, ma sul fronte opposto Feliciangeli lo imita e il secondo quarto va in archivio sul punteggio di 32-33 in favore degli ospiti.

Al rientro dagli spogliatoi Rieti si riporta in vantaggio con il solito Pepper, che realizza la sua quarta tripla della serata (35-33 al 21’), prova a replicare Mei, ma il tiro s’infrange sul ferro. Nuova parità grazie al canestro di Mosley (35-35 al 22’) e nuovo vantaggio pontinocon i due punti messi a referto da Tavernelli (35-37). Rieti non demorde e la schiacciata di Buckles sancisce il 37-37 al 23’. Partita equilibrata e intensa con la Benacquista che al 26’, grazie alla tripla di Stanback si porta sul +3 (37-40). Capitan Tavernelli, chirurgico dalla lunetta, incrementa immediatamente il divario (37-43). Anche Mortellaro non sbaglia i liberi a sua diposizione e al 27’ il tabellone segna 39-43. E’ Feliciangeli a risollevare il pubblico reatino con la tripla del 42-43, ma i 5 punti consecutivi di Tavernelli e le successive due triple di Parente ristabiliscono la parità (48-48 a 30” dalla sirena). Ancora una realizzazione dai 6.75, questa volta è il turno di Andrea Pastore che definisce il punteggio finale del terzo quarto: 48-51.

In avvio di ultima frazione Feliciangeli, realizzando 3 tiri liberi, ristabilisce la parità: 51-51 a 8:28” dal termine della sfida.Gara equilibrata e difficile con Rieti che, sostenuta dal proprio caloroso pubblico, conquista un nuovo vantaggio grazie al canestro di Mortellaro (53-51 a 7:51”). Coach Gramenzi chiama time out e al rientro in campo i nerazzurri siglano il 53-53 con Stanback. Mortellaro subisce ancora un fallo e nuovamente la sua precisione dalla lunetta consente alla Npc di portarsi sul 55-53, ma è sempre Mortellaro a prendere per mano i suoi e portare Rieti sul +4 (57-53 al 33’). La Benacquista non si lascia intimorire, sul fronte opposto Mosley schiaccia e il tabellone segna 57-55. Quando mancano 5:38” alla sirena Parente realizza il libero del 58-55, ma è Mei a centrare la retina dalla lunga distanza per il 58 pari al 35’. I padroni di casa mettono nuovamente la testa avanti a 4:57” con i due liberi di Longobardi (60-58). Capitan Tavernelli, glaciale dalla lunetta, realizza i due liberi del fallo antisportivo subito e a 3:33” dalla sirena e il punteggio è sul 60-60. Morellato fa esplodere il PalaSojourner con la tripla dall’angolo per il 63-60, ma replica immediatamente Mosley (63-62 al 38’). Ancora Mortellaro (65-62 a 1:30”). Inesauribile Mortellaro che a 1:05” dal termine della gara porta la Npc sul +5 (67-62). Coach Gramenzi chiama sospensione. Latina molto sfortunata nelle conclusioni e Mortellaro che, osannato dai sostenitori reatini, realizza anche ulteriori due liberi (69-62 a 48”). Tavernelli riduce a -4 (69-64 a 45”) ma nell’area opposta Pepper va in lunetta per conquistare il +7 (71-64 a 40”) e subito dopo commette fallo su Mei, che dalla lunetta porta Latina sul -5 (71-66 a 32”). Nuovo timeout e al rientro sul parquet Parente dalla lunetta, su fallo di Tavernelli, realizza un solo punto (72-66 a 20”). Il match si conclude con il solito Mortellaro che, a tempo scaduto, realizza i due liberi del 74-66 finale, che decreta il successo dei padroni di casa.

 

Donatella Schirra

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author