Il derby premia Treviso, si arrende nel finale Trieste

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – DE’LONGHI TREVISO 66-70 (22-19, 33-34, 46-44)

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: Parks 15 (4/6, 2/4 da tre, 1/2 tl), Bossi 20 (6/8, 2/3 da tre, 2/2 tl), Coronica 2 (1/2), Green 14 (5/10, 4/7 tl), Pecile 3 (1/2 da tre), Simioni 2 (1/2), Prandin 6 (3/6), Da Ros 4 (2/10). N.E. Ferraro, Baldasso, E.Gobbato. All. Dalmasson. Ass. Praticò, Legovich.

DE’LONGHI TREVISO: Perry 14 (4/8, 1/2 da tre, 3/3 tl), Moretti 17 (2/2, 2/5 da tre, 7/7 tl), Fantinelli 7 (2/3, 1/1 da tre), Saccaggi 5 (1/2, 1/4 da tre), Rinaldi 10 (3/9, 4/5 tl), Negri 9 (2/4, 1/5 da tre, 2/2 tl), Ancellotti 3 (1/6, 1/2 tl), DeCosey 5 (1/2, 1/2 da tre). N.E. Malbasa, Barbante, Poser. All. Pillastrini. Ass. Tabellini, Galigani.

ARBITRI: Masi (Fi), Caruso (Pv), Maschio (Fi).

NOTE: Tiri dal campo Trieste 27/63 (22/46 da due, 5/17 da tre). Tiri dal campo Treviso 23/56 (16/36 da due, 7/20 da tre). Tiri liberi: Trieste 7/11, Treviso 17/19. Rimbalzi: Trieste 30 (24+6, Green e Da Ros 5), Treviso 42 (32+10, Perry 13, Ancellotti 10). Assist: Trieste 10 (Bossi 3), Treviso 11 (Fantinelli 5).

SPETTATORI: 4891

Di fronte a una cornice di pubblico da brividi, Alma Trieste e De’Longhi Treviso danno vita al derby che apre la stagione 2016/2017 di serie A2 Est Citroen.

L’avvio è equilibratissimo, da una parte scaldano la mano Bossi e Da Ros, dall’altra sono gli USA Perry e DeCosey a lasciare il segno. Buone percentuali nei primi minuti di partita, Green infiamma il PalaTrieste con una terrificante schiacciata in contropiede, sul 17-13 Trieste arriva il primo timeout ospite. Minuto di sospensione non sfruttato al meglio dalla De’Longhi, Bossi piazza un break che porta l’Alma a +7 (22-15 al 7′), Treviso si riavvicina nell’ultimo minuto del quarto (22-19 Alma).

Fase centrale del match piuttosto ‘sporca’, si segna pochissimo ma Trieste mantiene il vantaggio, seppur in misura ridotta. Dopo diversi minuti sotto, è Saccaggi con una tripla a dare il vantaggio a Treviso (28-30 al 17′). Green e Parks iniziano a carburare offensivamente, dall’altra parte in evidenza Rinaldi e Negri, all’intervallo lungo gli ospiti sono avanti con scarto minimo (33-34).

Bossi e Green provano a dare il cambio di passo all’Alma in avvio di terzo quarto (38-34 al 23′), la gara a non far scappare l’avversario prosegue, Treviso piazza un mini-break che porta alla parità a quota 42 (27′). Equilibrio spezzato da un nuovo 4-0 giuliano, Parks con una bimane rovesciata esalta il PalaRubini, Pillastrini chiama timeout e la De’Longhi si riporta a meno due al 30′ (46-44).

Ottimo approccio trevigiano negli ultimi 10′, Perry e Moretti portano gli ospiti sul +3, la partita prosegue sul filo dell’equilibrio (49-52 al 33′). Difese serrate, grande aggressività, percentuali che si abbassano, Trieste trova un colpo di coda sull’asse Parks-Bossi, Alma di nuovo avanti ed inerzia della partita che sembra virare verso i biancorossi (57-56 al 37′). Si entra negli ultimi 3′ di gioco sul 58-58, qui sale in cattedra Moretti, giovane e talentuoso esterno della De’Longhi. Una tripla, un canestro da sotto e un gioco da tre punti, gli ospiti scappano a +6 trovando il break decisivo (62-68 al 39′). Nell’ultimo minuto l’Alma cerca il rientro in extremis, Parks con una tripla di spaventosa difficoltà e un 1/2 ai liberi riporta Trieste a -2, il penultimo possesso vede però ancora Moretti protagonista. Il ‘ragazzino’ non si fa influenzare dai quasi 5mila del PalaTrieste, viaggio ai liberi preciso e ultimo possesso giuliano che non può più cambiare le cose.

Treviso fa suo il derby lasciando l’amarezza in casa Alma, al termine di una prestazione comunque sottolineata dagli applausi di un pubblico straordinario, per numeri e partecipazione.

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author