Deruta Basket - Ponte Vecchio 97-93 dts

Deruta Basket – Ponte Vecchio 97 – 93 dts
Parziali: 21-22, 26-14, 15-15, 24-33, 13-9
Arbitri: De Laurentiis e Pedini
Deruta Basket: Fagiolo, Panddimiglio 24, Ofosu 17, Pellegrino, Erbella, Capponi 5, Bistarelli, Contardi 37, Fiorenza 3, Temperoni 5, Cecchetti 4, Peccetti 2. All. C.A. Morcellini
Ponte Vecchio: Baldetti 9, Chianella 9, Lupetti 3, Olivieri 38, Morbidini 4, Burini 15, Speziali 3, Perotti, Sciamanna 8, Bragetti, Materazzi 3. All. Traino

Partita spettacolare ed emozionante quella giocata al PalaAllende di Deruta, nella quale si affrontavano in questa gara d´esordio del campionato di Serie D due formazioni giovanissime e disposte ad sfidarsi a viso aperto. L´hanno spuntata i padroni di casa, che avevano per larghi tratti controllato il match, ma non si erano mai scrollati di dosso una voliva Grifo Latte Prontogreen, capace nel concitato finale dei regolamentare di mettere il muso avanti prima che un Pandimiglio stratosferico rimandasse proprio sulla sirena il conto al supplementare.
Per molti dei rossoverdi era l´esordio assoluto in un campionato senior, e l´emozione è palpabile nelle prime giocate che producono poco sul piano offensivo e costringono coach Traino al primo time out. Nel ruolo, inusuale per lui, di cioccia Olivieri spiana la strada al recupero ponteggiano andando segno con la prima tripla delle cinque che caratterizzeranno una prestazione da 38 punti complessivi. Gli fa eco sull´altra sponda Contardi, che invece concluderà a quota 37, per il 21-22 finale. Si gioca, come dicevamo ad alti ritmi, con tanti errori certo e un andamento a strappi, nel quale si alternano giocate pregevoli a errori evitabili, ma che ritmo! Deruta a dire il vero sfrutta meglio i recuperi difensivi ed è più pronta a volare in contropiede, con Ofosu e Pandimigio che in questo sistema di gioco si esaltano e mandano Deruta negli spogliatoi in vantaggio di 11 all´intervallo (47-36).
Ma il break non è ancora quello decisivo, perchè Baldetti e soci rientrano in campo determinati a non mollare, ritrovano in Burini una chiave importante per scardinare la difesa avversaria con il gioco in penera e scarica, con Sciamanna e Speziali che fanno un grande lavoro di pressione difensiva e propulsione del contropiede. A rispondere implacabilmente è Contardi, che segna da ogni posizione e tiene il match in equilibrio.
Bastano pochi minuti di ´bambola´ perchè l´inerzia della partita cambi ancora: qualche errore nella gestione della palla costa alla Ponte Vecchio un paio di palle perse costosissime nell´economia del match, e alla volata finale i padroni di casa si presentano in controllo. Ma non è ancora finita, il pressing rossoverde paga dividendi importanti, dai recuperi e dall´entusiasmo arriva un recupero incredibile, con Sciamanna, Lupetti e il solito Olivieri protagonisti. Sembra fatta quando Chianella segna il più due a pochi secondi dalla fine a quota 84, ma c´è ancora il tempo per la replica di un Pandimiglio inarrestabile, che non si sa come trova il varco in mezzo a una selva di braccia per realizzare il canestro del pareggio. Con Burini fuori per cinque falli, la spia della riserva accesa e il bonus ancora da raggiungere, nel supplementare la Ponte Vecchio deve arrendersi, consapevole però di aver dato tutto, e di aver saputo reagire nel modo giusto ai momenti di difficoltà che si sono alternati nel corso del match. Un dato positivo sul quale lavorare, e margini molto ampi di miglioramento considerata la giovanissima età dei protagonisti sul campo. Finisce 97-93 con Deruta che può festeggiare con merito il primi due punti.

Commenta
(Visited 49 times, 1 visits today)

About The Author