Despar 4 T, esordio amaro contro Tigers

Finisce con l’amaro in bocca l’esordio in serie C della Despar 4T. In un catino colmo di appassionati desiderosi di tornare a veder all’opera la squadra granata, le “tigri” di Forlì (ottima squadra senza Tugnoli fermo per infortunio) sono riuscite ad avere la meglio grazie agli ultimi 5 minuti di gara, non gestiti al meglio da parte della Despar. Si cominciamo proprio dalla fine quando, e si era nell’ultimo quarto, la squadra ferrarese era riuscita ad accumulare il prezioso vantaggio di 10 lunghezze. E’ proprio in quel momento che la squadra di coach Cavicchioli ha commesso, a nostro giudizio, l’errore fatale di allentare mentalmente la pressione. Grazie ad alcune sciocchezze e ingenuità i Tigers di Forlì, che parevano frastornati e incanalati verso un risultato negativo, hanno ritrovato la verve e le speranze. Si sa nel basket bastano due/tre azioni per capovolgere “l’umore” della partita. E così è stato. Dal più 9 a cinque giri dalla fine, si è arrivati al pareggio a 85 secondi e poi al sorpasso, di un palmo, proprio a meno di 1 minuto dalla fine. Il 14 a 24 dell’ultimo periodo di gioco spiega la sconfitta, almeno in termini numerici. Peccato perché anche ieri sera la squadra di capitan Agusto ha dato notevoli segni di crescita e siamo convinti, che pur in un campionato che non potrà portare i risultati dello scorso anno, i granata sapranno offrire buone soddisfazioni. La cronaca della partita dice che la Despar paga l’emozione del debutto con un primo quarto “molle” che la vede sotto di 7 punti, anche grazie al 67% da tre che i forlivesi incamerano in modo spavaldo e con tiri “poco” disturbati. E’ proprio dal quel primo quarto che la Despar crea ciò che ieri sera ci è piaciuto di più. Una reazione degna di una squadra di rango che conosce le proprie potenzialità e che la porta al riposo lungo a sole due distanze (39-41). La ripresa mostra quello che in tanti a Ferrara si aspettano dai granata. La squadra ritrova la forza in difesa e le ottime giocate in attacco che il gruppo conosce a meraviglia. Con alcuni giocatori sugli scudi e altri, in vero, ancora indietro nella forme migliore, la Despar chiude il penultimo quarto con più 8 dai Tigers. Dell’ultimo, fatale, quarto abbiamo detto. Conclusioni. Era la prima e si è pagato, a nostro avviso, lo scotto. L’aver dato fiducia agli avversari per tutto un primo quarto li ha tenuti, inevitabilmente, in partita anche quando questa poteva volgere, in modo definitivo, verso i colori granata. La squadra, se ce ne era bisogno, ha capito che in questo campionato non ci si dovrà rilassare e tantomeno lasciar spazio ad errori che poi spesso sono fatali. La Despar se l’è giocata, fino in fondo, con una delle squadre che lotterà per la vittoria finale e questo deve rendere consapevoli delle proprie forze. Parlar dei singoli, dopo la partita di sabato sera, ci pare inutile. Lasciamo alla freddezza dei tabellini questo compito. Tutti hanno dato il massimo e qualcuno ha reso molto, altri non ce l’hanno fatta ma il giudizio sul gruppo rimane naturalmente intatto. Adesso c’è da rimettersi al lavoro perché in arrivo sabato prossimo c’è l’autentica corazzata del campionato, Imola. L’importante sarà affrontarla senza remore e con tanta voglia di riscattare i due punti non presi sabato sera e che ad un certo punto parevano già nel sacco.

DESPAR 4T FERRARA – TIGERS FORLI 74-78 (18-25, 21-16, 21-13, 14-24)

DESPAR 4T: Bertocco, Chiusolo 7, Bergamin, Fenati, Brandani 9, Govi, Parmeggiani 8, Lugli 10, Martini, Pasquini 12, Agusto 19, Albertini 9. All. Cavicchioli, vice Paggetti.

TIGERS FORLI: Sitta 13, Valgimigli, Tugnoli, Giampieri, Mossi 8, Gurini 24, Poggi, Valentini 2 Villa 10, Little 13, Donati 8 Agatensi. All. Conti, vice Mambelli.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author