Despar 4 T nella tana del Fiorenzuola

Domenica la Despar 4T sarà impegnata nella difficile trasferta di Fiorenzuola, una squadra che ha cominciato il campionato ottenendo ottimi risultati dopo un’annata (2014/2015) che, complici anche i numerosi infortuni, è risultata avara di soddisfazioni e terminata con una salvezza ottenuta ai play out. La società piacentina, malgrado ciò, non ha perso coraggio e voglia di rivincita e ha messo a disposizione del nuovo coach, Simone Lottici (ex guida di Soresina, Fidenza, Casalpusterlengo, Treviglio e Montichiari) un gruppo di indubbio valore. La nuova squadra conta sette volti nuovi e sei confermati. L’obiettivo dichiarato è quello di raggiungere i play off nella migliore posizione possibile. Dice il neo tecnico Lottici: “Siamo consapevoli delle responsabilità che ci ha affidato la società. Dobbiamo lavorare per fare gruppo e per acquisire quella mentalità vincente che ci possa consentire di disputare un campionato di vertice”. I nuovi innesti sono stati Matteo Lottici, classe 1991 e figlio del coach, che può contare su un bagaglio e un’esperienza a livelli importanti. A seguire Simone Colonnelli, play del 1991 formatosi nella Stella Azzurra di Roma e oggi top scorer della squadra con 12 punti di media a partita, Andrea Grosso, play anche lui con 12 punti a partita e top di squadra nella valutazione di Lega, ma noto anche per essere il fratello di Fabio, terzino campione del mondo di calcio e infine, Gonzalo Bertrand ala argentina del 1992 con ottime referenze, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto fisico e agonistico. Inseriti nel roster compaiono inoltre Giani, Cavagnini e Trobbiani tre ragazzi di buone prospettive. I confermati sono Leonida Moscatelli (il capitano, centro del 1982), Alessandro Garofalo (ala del 1985), Federico Roma (ala del 1989), Ivan Sichel (ala del 1994), Davide Avanzi (play del 1992) e Andrea Galiazzo (play del 1983). In campionato il Fiore è in testa alla classifica, in compagnia di altre tre squadre, merito delle quattro vittorie con Ozzano (85-75), Pontevecchio (84-68), Ghepard (63-84) e BSL (76-52). L’unico passaggio a vuoto l’ha dovuto registrare nella penultima giornata, tra le proprie mura, contro la forte Virtus Imola (80-87). Il solo precedente con la 4 Torri è stata la semifinale del trofeo Ferrari 2014/2015, vinta 91 a 89 dai granata, dopo 40 minuti di dura battaglia.

Domenica (si gioca alle ore 18) ad aiutare i fiorenzuolani ci sarà certamente il numeroso pubblico che sempre riempie il PalaMagni di via Boiardi ma anche dalla sponda ferrarese arriverà il consueto, solido e corretto, gruppo di supporters. Per finire, una persona importante in società si aspetta un regalo dalla squadra che, siamo certi, farà di tutto per farlo.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author