Dinamo Sassari ko nella finale 3°/4° posto del Trofeo di Cagliari. L'Hapoel Jerusalem vince 77-87

Una Dinamo combattiva lotta e recupera ma non riesce a completare la rimonta sugli israeliani che chiudono 87-77 e si aggiudicano il terzo posto. Ottima prestazione tra i biancoblu per McLean (15 punti, 8 rimbalzi e 8 falli subiti) e Vitali (15 punti)

Al PalaPirastu è la serata delle finali del 9° City of Cagliari, la Dinamo è in campo alle 18:00 a contendersi il terzo posto con l’Hapoel Jerusalem, già incontrato nella tappa precampionato di Nuoro. Alle 20.30 la finalissima tra Khimki Moscow e Olimpia Milano.
Pozzecco manda in campo Spissu, Bilan, Evans, Pierre e Vitali, Kattash schiera Feldeine, Braimoh, Zalmanson, Lockett e Brown. Avvio in equilibrio, Vitali guida i giganti, Bilan, Pierre ed Evans pronti, gli israeliani fanno girare bene la palla e si tengono sempre a contatto. Si passa da una parte all’altra del campo punto a punto, McLean bravo sotto le plance a trovare tiri liberi, Sorokas si accende dall’arco. Kupsas e Cousins nei secondi finali della prima frazione si portano a tre lunghezze di vantaggio, 23-27 dopo 10’. McLean autoritario nel pitturato si scioglie anche da fuori,  Buccarelli in difesa rende la vita difficile all’attacco Hapoel, Brown e compagni faticano a tenere, Jerrels dopo qualche tiro impreciso si scalda. Blatt sa approfittare di una Dinamo che pasticcia un po’ e con un miniparziale personale di 8 punti firma il sorpasso (32-37). Pozzecco fa ruotare il quintetto affidandosi a Spissu, Vitali, Evans Pierre e Bilan. L’offensiva israeliana continua con Feldeine, Pierre dà la scossa con un gioco da tre tenendo e pronto a rimbalzo per servire la tripla a Vitali, che non sbaglia. Blatt risponde dall’arco per impedire il recupero, si va all’intervallo sul 40-45.
Alla ripresa l’assist di Pierre per Jerrells e la bomba di Vitali accorciano le distanze, Lockett e Zalmanson riallungano, botta e risposta dall’arco tra Vitali e Brown, l’Hapoel difende forte e costruisce bene in attacco scavando un vantaggio che con Kupsas dalla lunetta va in doppia cifra. Palle perse e tiri imprecisi inceppano l’attacco Dinamo, Brown e i suoi continuano la corsa, Sorokas trova punti dalla lunetta, Spissu negli ultimi secondi della frazione centra la tripla, dopo 30’ il tabellone dice 54-68.
Negli ultimi 10′ di gioco Spissu gira l’inerzia della gara, Evans in contropiede e con un gioco da tre punti cerca di dare la scossa, la difesa Banco recupera a rimbalzo, la panchina israeliana è nervosa e viene sanzionata con un tecnico. Il play sassarese dalla lunetta e Gentile dai 6.75 guidano la rimonta Dinamo, i giganti con i liberi di McLean si portano sul -4. Levi risponde con una tripla, l’appoggio di Gentile è per il -3. I minuti finali sono di lotta su ogni possesso, i punti arrivano dalla lunetta su entrambe le metàcampo, la Dinamo ne approfitta solo a metà e l’Hapoel mantiene il vantaggio. Nell’ultimo giro di cronometro Blatt e compagni incrementano ancora chiudendo per 77-87 e conquistando il terzo posto dell’edizione 2019 del City of Cagliari.

Dinamo Banco di Sardegna 77- Hapoel Jerusalem 87

Parziali: 23-27; 17-18; 14-23;23-19
Progressivi: 23-27; 40-45; 54-68; 77-87

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 8, McLean 15, Bilan 4 ,Bucarelli, Devecchi, Sorokas 5, Chessa, Evans 12, Magro, Pierre 6, Gentile 5, Maganza, Vitali 15, Jerrells 7. All. Gianmarco Pozzecco

Hapoel Jerusalem. Cousins 4, Rosenbaum, Blatt 13, Timor, Feldeine 5, Levi 9, Braimoh 15, Zalmanson 6, Ringvald, Lockett 10, Kupsas 10, Brown 15. Coach Oded Kattash

Arbitri i signori Carmelo Lo Guzzo, Massimiliano Filippini e Roberto Begnis

Le premiazioni. A consegnare il premio a Bar Timor, capitano della squadra terza classificata Hapoel Jerusalem, il presidente del CNA Sardegna Alessandro Muscas.

Per la quarta classificata, Dinamo Banco di Sardegna, a consegnare il premio al capitano Jack Devecchi, il vice presidente della Fip Sardegna Salvatore Serra.

Finale 1°-2° posto. La finalissima del 9º City of Cagliari si decide negli ultimi secondi del match, Rodriguez e Shved danno spettacolo sul parquet del PalaPirastu, vince l’Olimpia Milano che batte per 79-78 il Khimki Mosca. MVP del torneo Sergio Rodriguez.

Olimpia Milano 79 – Khimki Moscow 78

Parziali: 17-29, 20-7, 23-22

Progressivi: 17-29, 37-36, 60-58, 79-78

Olimpia Milano: Gravaghi ne, Mack, Micov, Moraschini, White, Rodriguez, Shashkov, Taczewski, Cinciarini, Rey, Burns. All.: Ettore Messina

Khimki Moscow: Shved, Booker, Timma, Monia, Gill, Yakushin, Evans, Bertans, Volkhin, Barashkov. All.: Rimas Kurtinaitis.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Dinamo Banco di Sardegna.

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.