Dinamo Sassari, coach Pasquini in conferenza stampa: "Contro l'Orlandina una sfida di importanza capitale"

Questa mattina, nella Club House societaria, coach Federico Pasquini ha incontrato i giornalisti in vista della sfida di domani contro l’Orlandina, in programma alle 20:30 al PalaSerradimigni

“Quella di domani sarà una partita estremamente importante dal punto di vista della classifica. Sappiamo che queste ultime quattro gare avranno un’importanza enorme, perché ci sono in palio ancora diverse posizioni disponibili nella griglia finale. E’ evidente, quindi, che quella contro Capo d’Orlando sotto questo punto di vista è una partita di importanza capitale. Il valore di questa avversaria è oggettivo, perché se dopo 26 partite è in questa posizione in classifica vuol dire che ha fatto davvero qualcosa di straordinario e importante. Basti pensare che nel girone di ritorno ha vinto tre partite su sei fuori casa, e le tre che ha perso le ha perse a Milano, Varese e Pistoia, squadre che in questo momento nelle sfide casalinghe sono fortissime. Di conseguenza sappiamo che domani sarà una partita estremamente dura, dobbiamo arrivare pronti, concentrati da subito perché è un’avversaria con tanto talento e capacità”.

Senza Archie sicuramente avranno le rotazioni accorciate e non disporranno di un elemento che vi poteva dare fastidio…

“Sì però sappiamo bene che in questo momento hanno la possibilità di alternare quintetti atipici. E questo dà loro la possibilità di mettere in campo degli assetti tecnico-tattici un po’ particolari”.

Invece voi senza Lacey?

“Dobbiamo aumentare il playmakeraggio diffuso all’interno della squadra, trovando diverse soluzioni. E’ chiaro che è un giocatore non facile da sostituire  ma i ragazzi hanno lavorato bene e credo che riusciranno a sopperire all’assenza di Trevor anche questa volta”.

Sul piano del ritmo invece?

“Loro hanno Ivanovic e Laquintana che danno un ritmo molto alto alla partita, vogliono correre molto. Alla base del loro gioco c’è questo, per poi andare a cercare Delas che dà profondità in attacco ed è snodo su tutti i reparti e anche per andare nelle continuità dove Drake è molto bravo sulle doppie uscite e sulle continuità dei blocchi. Sono un po’ simili a noi sotto questo aspetto, se possono andare subito vanno se no provano ad andare fino in fondo per provare ad eseguire. A volte ho l’impressione che se riesci a costringerli ad andare piano puoi avere un vantaggio, come successo a Reggio Emilia, ma d’altra parte è evidente che Pistoia li ha ammazzati correndo. Secondo me è una squadra che dà due opzioni diverse e domani dovremo essere bravi nel pronti via, a difendere duro, ad essere immediatamente fisici”.

Carter come sta? Lo coinvolgerete di più?

“Cartersta bene, secondo me a Trento ha giocato una grandissima partita, ha fatto una difesa incredibile sia a uomo che a zona, ha preso due rimbalzi cruciali nel momento in cui eravamo un po’ incartati in attacco e ha giocato veramente duro. Stiamo provando a coinvolgerlo di più con la palla in mano ma questo è un processo che stiamo portando avanti per coprire l’assenza di Lacey e lo stiamo facendo anche con Lighty e con altri giocatori”.

Commenta
(Visited 60 times, 1 visits today)

About The Author