Dinamo Sassari, Pasquini sulla sfida con l'Enisey Krasnoyarsk: "Spazio a chi ha giocato di meno, voglio più concretezza nei minuti finali"

La Dinamo Banco di Sardegna è pronta alla prossima sfida: domani i giganti affronteranno la formazione russa dell’Enisey Krasnoyarsk nell’ultimo match della regular season di Basketball Champions League. Una sfida che non ha valore in termini di classifica, con il quinto posto del gruppo A in cassaforte grazie alla vittoria di martedì scorso contro Holon, ma che potrebbe permettere ai biancoverdi di eguagliare i risultati della passata stagione con 7 vittorie.

“Giochiamo contro una squadra che ha una matrice molto americana e, in un roster già competitivo, ha aggiunto due pedine importanti come Mark Lyons, che è un playmaker realizzatore, e Martins Meiers, lungo europeo molto interessante che è già nel giro della nazionale _analizza coach Federico Pasquini_. Noi vogliamo sfruttare al meglio la sfida con Krasnoyarsk, che non ha grande valore dal punto di vista dei due punti, per migliorare l’inserimento di Josh Bostic all’interno del gruppo. Ovviamente più passano i giorni e migliore è la chimica, c’è sempre più intesa ma abbiamo bisogno che cresca rapidamente aiutandoci in quelle cose che finora ci sono mancate”.

Contro la formazione russa ci sono due imperativi: “Nella partita di domani vogliamo preservare il più possibile i giocatori che nell’ultimo periodo abbiamo spremuto di più, soprattutto in vista della importante sfida di domenica con Bologna. Dobbiamo trovare la chiave di volta per essere lucidi e consistenti nei momenti determinanti, la squadra sta crescendo ma dobbiamo lavorare su queste piccole pecche che abbiamo ancora, come la giusta concretezza nei finali”.

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author