Una Dinamo senza paura conquista i playoff di Champions

 Al PalaSerradimigni i giganti battono il Partizan Belgrado con autorità (99-85) e conquistano il passaggio del turno

Ci voleva la partita perfetta per centrare il secondo obiettivo stagionale, la qualificazione ai playoff di Basketball Champions League: i giganti non si sono tirati indietro e nella sfida da dentro-fuori si sono imposti sul Partizan Belgrado. Gli uomini di Federico Pasquini hanno messo a segno una prestazione corale con tanti protagonisti: a partire dal duo David Bell (20 pt) e Rok Stipcevic (23 pt, 3 as, 5 falli subiti), 43 punti in due, un inossidabile Dusko Savanovic (18 pt, 4 rb, 6 falli subiti). Ma a vincere sul parquet del PalaSerradimigni è soprattutto un gruppo affamato e unito, determinato a conquistare la vittoria giocando insieme e senza paura.

La Dinamo centra il secondo obiettivo stagionale, trovando energia ed entusiasmo per guardare con fiducia alla prossima sfida in agenda: quella di campionato con la Grissin Bon di domenica. Venerdì a Ginevra si terrà il sorteggio e la Dinamo conoscerà il nome delle sfidanti del prossimo turno di BCL.

Round 14 Basketball Champions League. Ultima sfida della regular season di Basketball Champions League al PalaSerradimigni. Un match do or die che vale il biglietto per i playoff di coppa: quaranta minuti per scrivere una nuova pagina di storia biancoverde. Una pagina da scrivere tutti insieme: i giganti sul campo e l’immenso popolo biancoblu sugli spalti. I tifosi e gli sponsor hanno risposto presente alla chiamata del club facendo registrare il sold out per una sfida dal sapore di finale.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bell, Lacey, Devecchi, Sacchetti e Lydeka, coach Dzikic risponde con Robinson, Vrabac, Majstorovic, Bircevic e Pot. Una bomba di Trevor Lacey solleva il sipario sulla sfida, gli ospiti provano a scappare via con un break di 10 punti. La reazione biancoverde si innesca con Sacchetti in lunetta e Lydeka nel pitturato. L’apporto di un grande Dusko Savanovic dalla panchina permette ai giganti di mettere la testa avanti. Vramac dalla media chiude il primo quarto 19-22. Nella seconda frazione i giganti si impongono con un break di 10 punti firmato dal duo Stipcevic-Savanovic, gli ospiti provano ad accorciare le distanze. Ma anche Bell si unisce alla causa e sigla il +10. Vrabac e Pot accorciano in chiusura, si va negli spogliatoi sul punteggio di 51-42. Al rientro dall’intervallo lungo il Partizan si riporta in parità con un break di 9 punti. Reazione sassarese con i giganti a bombardare dall’arco con Sacchetti, Bell e Lacey. Uno strepitoso Stipcevic, già a quota 20 punti, conduce i suoi in vantaggio in doppia cifra. Accorciano gli ospiti con le triple di Andric e Bircevic (72-63). In avvio dell’ultimo quarto i giganti vogliono chiudere la sfida e lo fanno con Lawal, Savanovic e Bell. Le due bombe di D’Ercole mettono il sigillo sulla vittoria. La Dinamo passa il turno e conquista i playoff di Basketball Champions League. Al PalaSerradimigni finisce 99-85.

Sala stampa. Il coach del Partizan Belgrado Aleksandar Džikić commenta così la gara: ”Non siamo venuti qui con i nostri migliori giocatori, questa era l’unica possibilità nella griglia di impegni per farli riposare. Però Anche nella gara che abbiamo giocato in casa prima di questa trasferta abbiamo avuto dei problemi, evidentemente dobbiamo rivedere qualcosa. Devo però aggiungere che abbiamo giocato contro la Dinamo che è una squadra di altissimo livello, e stasera non ha preso dei tiri di fortuna ma ha costruito ogni singola azione. Devo rimproverare i miei per non essere stati abbastanza incisivi, soprattutto nel pitturato, e per aver sprecato occasioni di tiri aperti”.

L’ala serba Kenan Karahodžić: “Abbiamo fatto una buona partita, giocata con una grande squadra che alla fine è riuscita a prevalere su di noi”

Il coach della Dinamo Banco di Sardegna Federico Pasquini: “In questo momento faccio fatica a dire qualcosa che non sia di grande soddisfazione nei confronti dei ragazzi. Per un allenatore vedere i suoi ragazzi fare una difesa così contro una squadra che ogni volta che ha alzato il braccio ha segnato, fare un attacco con la perfetta esecuzione di ogni singola azione è davvero motivo di soddisfazione e orgoglio. Abbiamo segnato tanto – 99 punti sono tanti – ma sono convinto che abbiamo creato il break tutto nel terzo quarto con la difesa, ricreando il gap che ci interessava. Proprio grazie alla difesa l’attacco conseguente ci è venuto sempre meglio, e abbiamo gestito al meglio. Quella di oggi è stata una gara che ha dato il segnale di un altro sforzo fisico e mentale importante fatto dai ragazzi, e sono molto contento”.

Il play guardia della Dinamo Sassari Lollo D’Ercole: “E’ stata un’ottima partita, volevamo completare il lavoro fatto nelle gare precedenti. Era una gara importantissima, una finale e l’abbiamo interpretata al meglio, sia in difesa sia in attacco. Volevamo questa qualificazione a tutti i costi e l’abbiamo ottenuta”.

Dinamo Sassari 99 – Partizan Belgrado 85

Parziali: 19-22; 32-20; 21-21; 27-22.

Progressivi: 19-22; 51-42; 72-63; 99-85.

Dinamo Sassari. Bell 20, Lacey 9, Devecchi, D’Ercole 9, Sacchetti 5, Lydeka 4, Savanovic 18;, Carter, Stipcevic 23, Lawal 11, Ebeling, Monaldi . All. Federico Pasquini.

Partizan Belgrado. Robinson 5, Ratkovica 8, Vrabac 8 Jovanovic 3, Tanaskovic, Majstorovic 3, Bircevic 17, Koprivica 6, Andric 14, Pot 8, Karahodzic 13, Gordon. All. Aleksandar Dzikic.

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author