Doccia fredda teatina per Legnano Knights

Nuova sfida casalinga per i Knights che ospitano Chieti, in una gara importante per poter confermare il momento positivo dei biancorossi e per una classifica, per certi versi, inaspettata.

La partenza è molto rallentata con le due squadre che non riescono a segnare per 2’ minuti abbondanti.
Il primo a riuscirci è Lilov (11 punti, 3 assist) con i liberi di un calcistico 0-2, oltre 3’ minuti dopo la palla a due..
Per Legnano invece è Pacher a mettere i primi punti di una gara che non riesce a decollare.
Dopo i punti di Armwood, le squadre si scaldano e aumentano le percentuali dal campo con Raivio che appoggia il 6-6, prima dei liberi di Allegretti.
Lo sblocco emotivo per Legnano, arriva da una tripla di Navarini allo scadere dei 24” che vale il 11-8, prima di una spettacolare schiacciata di Martini che fa volare i Knights sul 13-8 e fa chiamare il primo timeout a Galli.
Il quarto finisce senza sussulti per 13-10.

Il secondo periodo si apre con la tripla di Navarini (9 punti, 1 rimbalzo), e l’alley hoop di Armwood (15 punti, 15 rimbalzi) sulla metà campo opposta.
L’attacco legnanese si blocca e Chieti ne approfitta con Allegretti che mette la tripla del primo vantaggio ospite sul 17-19; vantaggio che prosegue fino al 20-24, momento in cui Ferrari chiama il timeout, da cui i Knights rientrano con la tripla di un Navarini veramente ispirato.
Pacher (20 punti, 12 rimbalzi, 2 assist) si guadagna un fallo antisportivo che converte con due punti dalla lunetta, per riportare Legnano in vantaggio e, sempre lui, ruba un rimbalzo offensivo che poi appoggia per il nuovo +3 biancorosso, proprio in un momento delicato della gara.
Galli ferma la partita con il minuto di sospensione, ma Raivio (7 punti, 11 rimbalzi, 5 assist, 2 recuperi) rovina i piani dell’ex legnanese con la tripla del +5 per la Europromotion che poi chiude avanti a metà gara sul 30-28.

Nell’intervallo il balletto della B-Crew del B.Fit di Legnano che ha animato i 15’ minuti senza le squadre in campo, con il contorno dei bambini del minibasket, presenti già dal primo pomeriggio per la loro festa di Natale.

Palermo (6 punti, 2 rimbalzi) apre la ripresa con il doppio piazzato dall’angolo, ma Allegretti cerca di mitigare il distacco con la tripla.
Legnano sembra avere più ritmo e sulla tripla di Pacher, Galli ferma la gara con Legnano che va sul 37-31. Purtroppo il massimo vantaggio Legnanese, rappresenta anche l’inizio della fine.
La piccola pausa favorisce Chieti che va a segno con Allegretti (15 punti, 3 rimbalzi) per due volte in fila, trovando anche il vantaggio sul 37-38; evidente il “contro timeout” di Ferrari, che però non sortisce effetto, visto la tripla di Sergio del 37-41.
Il ritmo basso privilegia Chieti, che mette insieme il 0-12 che porta gli ospiti al +6; Ferrari prova con una girandola di cambi a invertire il trend, e infatti Martini (10 punti, 2 rimbalzi) ci mette l’energia necessaria per il 41-43 che riporta in scia la Europromotion, anche se Chieti chiude il quarto con il centro di Allegretti e Vedovato per il 41-48.

Chieti riapre come aveva chiuso con il canestro di Piazza (4 punti, 2 rimbalzi, 4 assist), ma la schiacciata di Pacher, cerca di dare la scossa ai biancorossi, che però non riescono a scrollarsi di dosso un certo torpore che caratterizza tutta la gara.
Piazza segna da fuori, ma Martini mette il gioco da tre punti che da ancora qualche speranza a circa 8’ dalla fine della gara.
Pacher ne mette 7 in fila che scaldano il pubblico per il 53-55; poi Maiocco commette un fallo considerato antisportivo, che però Chieti non capitalizza al massimo, con un 2/4 dalla lunetta che tiene alta la tensione della gara.
Legnano, però, non riesce a segnare e subisce la tripla di Sergio (11 punti, 6 rimbalzi) che riporta Chieti a +7 sul 53-60; Ferrari tenta di giocare le ultime carte con il timeout a 3’29” dalla fine della gara, ma Legnano non riesce più a segnare la gara si conclude con la vittoria dei teatini

Una brutta Legnano, stranamente sterile in attacco (31% dal campo e solo 15% da 3), che ha ancora fatto vedere dei limiti nelle partite in cui il punteggio è basso e i ritmi compassati.
Peccato perché, soprattuto in casa, i Knights non hanno mai sfoderato una prova tutto tondo, come invece è successo più volte in trasferta.
Prossimo appuntamento, domenica 20/12 a Imola, contro la squadra rivelazione del girone.
Europromotion Legnano – Proger Chieti 57-62 (13-10, 17-18, 11-20, 16-14)

Europromotion Legnano: Alberto Navarini 9 (3/4 da tre), Giovanni Allodi, Federico Maiocco 3 (1/3, 0/6), Matteo Frassineti 2 (1/4, 0/5), Matteo Palermo 6 (3/5, 0/5), Matteo Martini 10 (3/6, 0/1), Michael Sacchettini, Andrew Joseph Pacher 20 (4/8, 1/1), Nicholas Thomas Raivio 7 (3/7, 0/3) N.E.: Luca Battilana
Tiri Liberi: 15/18 – Rimbalzi: 44 30+14 (Andrew Joseph Pacher 12) – Assist: 10 (Nicholas Thomas Raivio 5)

Proger Chieti: Andrea Piazza 4 (2/2, 0/3), Marco Allegretti 15 (1/2, 4/5), Matteo Piccoli, Jacopo Vedovato 2 (1/1 da due), Lilov 11 (4/6 0/3), Sergio 11 (1/3 3/6), Diego Monaldi 4 (0/1, 1/4), Isaiah Armwood 15 (7/10, 0/2) N.E.: Damiano Marchetti, Andrea Sipala
Tiri Liberi: 6/16 – Rimbalzi: 35 30+5 (Isaiah Armwood 15) – Assist: 12 (Andrea Piazza 4)

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author