Dolomiti Energia, a Brunico altra sconfitta in volata con il Bayern Monaco

A Riva del Garda, una settimana fa, finì 76-67 per il Bayern Monaco con 24 punti di Nihad Dedovic. Questa volta a Brunico, a segnare 24 punti e regalare la vittoria al Bayern Monaco sulla Dolomiti Energia Trentino è stata un’altra delle stelle balcaniche del club bavarese, Dusko Savanovic, autore di un devastante 4-5 da tre punti e di un glaciale 8/9 ai tiri liberi. Alla Dolomiti Energia, sconfitta per 78-72 dopo essere riuscita balzare anche a più sette a cavallo tra terzo e quarto periodo, non sono bastati i 15 punti di Lockett, i 14 punti con 9 rimbalzi di Sutton, e i 13 con 3 recuperi di Forray. Troppe le frecce all’arco di Svetislav Pesic per pensare di poter impensierire un club destinato a giocare la prossima Eurolega, soprattutto aspettando gli arrivi a Trento di Julyan Wright, Peppe Poeta e Davide Pascolo, attesi nei prossimi giorni. Per integrare i due azzurri e il centro ex NBA, però, ci sarà tempo: magari già a partire dalla prossima gara amichevole, in programma domenica a Castelnovo Monti contro la Grissin Bon Reggio Emilia.

 

La cronaca: il Bayern inizia la gara difendendo con aggressività ed eseguendo con ordine i giochi d’attacco: 8 punti di Savanovic (due triple), 7 punti di Taylor e un Bryant dominante sotto canestro (2 e 4 rimbalzi) costringono subito Buscaglia al time out (17-6). Un paio di cambi di difesa ordinati dal coach umbro, e due canestri da tre punti di Flaccadori e Lofberg, rimettono i bianconeri in partita (23-12 al 10’). Nel secondo quarto la presenza di Lechthaler in mezzo all’area, e i recuperi di Flaccadori e Forray sul perimetro, ridanno compattezza alla difesa della Dolomiti Energia, che spinta da 5 punti di Lockett si riavvicina sul 27-22. Sutton è un uragano che difende come un matto, cattura rimbalzi contro chiunque, e poi col penetra e scarica si dimostra anche capace di innescare i compagni: due triple di Forray su assist dell’ex Santa Cruz rimettono i bianconeri a un possesso di distanza, e solo la mano felpata di Bryant tiene il Bayern avanti: si va all’intervallo lungo sul 37-36 nonostante un deficitario 50% ai liberi degli aquilotti.

 

Il terzo periodo si apre con i tedeschi di nuovo estremamente aggressivi in difesa: per tre minuti il team di Buscaglia non vede il canestro e il Bayern, con Bryant già a quota 12, scappa sul 44-36. Una fiammata di Sutton, con tanto di schiacciata in transizione e bomba da tre, riporta Trento in parità (44-44). A dare al team trentino il primo vantaggio della gara è Sanders, con tripla prima e due liberi dopo (48-49), ma a scavare il primo break aquilotto è Forray con un movimento spalle a canestro contro Schmidt (48-53). Bertocchi riesce a dare il suo contributo con stoppata, rimbalzo e canestro da sotto, Lockett chiude il periodo con un bel gioco da tre punti per il massimo vantaggio Dolomiti Energia (51-58).

 

Con Bryant e Dedovic a lungo in panchina, in attacco il Bayern di Pesic è soprattutto Thompson (13 personali al 32’ per il 59-62 trentino). Quando Bryant si rimette in proprio con la tripla, è pareggio bavarese sul 62-62. La Dolomiti Energia perde qualche pallone di troppo, e Thompson non la perdona sfruttando ogni mis-match in modo esemplare: a tre minuti dalla fine è 68-64. Forray mette la tripla, meno uno, Savanovic per una volta sbaglia un libero ed è una notizia, 69-67, Lechthaler invece ne sbaglia due. Quando Bryant segna una tripla da campione la partita sembra finita (73-69), il cuore di Forray e una bomba di Sanders la tengono aperta (73-72). La parola fine allora la mettono Savanovic da tre e Taylor dalla media: finisce 78-72 con 24 del lungo e 16 del funambolico play.

 

Bayern Monaco – Dolomiti Energia Trentino 78-72 (23-12, 37-36, 51-58)

Dolomiti Energia Trento: Forray  13 (2/4, da 2, 3/6 da 3), Sanders 12 (2/4, 2/5), Lockett 15 (4/5, 1/2), Baldi Rossi 2 (1/2, 0/2), Lechthaler 4 (2/4): Flaccadori 7 (2/2, 1/5), Sutton 14 (2/7, 1/3), Lofberg 3 (0/2, 1/3), Bellan 0 (0/1), Bertocchi 2 (1/1). All: Buscaglia.

Bayern Monaco: Schmidt 0 (0/3), Thompson 17 (8/13), Seiferth 4 (2/4, 0/2), Dedovic 0 (0/2, 0/1), Freudenberg 0, Savanovic 24  (2/5, 4/5), Kovacevic, Gorsch, Ogunsipe, Jallow 4 (2/4), Mayr, Taylor 16 (3/3, 1/2), Bryant 13 (3/9, 1/2). All: Pesic.

Note – Tiri liberi: Bayern 20/29, Trentino 13/24. Tiri da tre punti: Bayern 6/12, Trentino 9/26. Rimbalzi: Bayern  29 (Bryant 7), Trentino 30 (Sutton 9). Spettatori: 300.

Arbitri: Menegalli, Del Greco e Bramante di Verona.

 

 

MAURIZIO BUSCAGLIA (coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Abbiamo fatto un altro passo in avanti nel nostro percorso di crescita: un passo piccolo ma però lo abbiamo fatto. Il livello di conoscenza tra i giocatori è salito anche nel corso della gara, e nonostante stavolta l’impatto gara non sia stato eccezionale siamo però riusciti a mettere in mostra delle cose positive prima di calare alla distanza e perdere continuità. Comunque siamo in crescita, c’è da essere soddisfatti e da continuare a lavorare”.

 

TOTO FORRAY (play DOLOMITI ENERGIA):Abbiamo perso contro una squadra di livello superiore al nostro, a cui mancavano dei giocatori importanti proprio come a noi. Abbiamo provato il poco su cui siamo riusciti a lavorare finora e direi che siamo riusciti a metterlo sul parquet, facendo dei passi in avanti nel nostro percorso di crescita reciproca. Abbiamo, ad esempio, iniziato a limitare le palle perse che sono fisiologiche per un gruppo nuovo. Dobbiamo continuare a lavorare su questa strada”.

 

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author