Dolomiti Energia, sfida a Milano. Buscaglia: "Attenzione alla loro fisicità"

Dopo un giovedì di viaggio per rientrare da Trebisonda, dove la Dolomiti Energia ha perso mercoledì sera contro il Trabzonspor per 92-70 un match di Last 32 che ha di fatto azzerato la situazione del girone K di Eurocup (Pinar, Trentino, Reggio Emilia e Trabzonspor tutti a quota una vittoria dopo due giornate), i bianconeri (20 punti) sono da ieri sera ad Assago, alle porte di Milano, dove sabato sera con palla a due alle ore 20.45, apriranno il girone di ritorno di serie A Beko sfidando la capolista EA7 Milano (22 punti).
ON THE ROAD Dopo il lunghissimo viaggio di andata verso la Turchia Nord-Orientale, durato oltre 14 ore con oltre due ore di ritardo nel volo che da Istanbul ha portato nella notte gli aquilotti a Trabzon, il rientro della Dolomiti Energia dall’Anatolia è stato certamente più tranquillo. Atterrati a Milano nel tardo pomeriggio di giovedì, i giocatori bianconeri hanno svolto una breve seduta di defaticamento già in serata al PalaBasiglio, dove grazie alla preziosissima disponibilità dell’Asd Milano3 hanno potuto programmare poi un doppio allenamento anche per la giornata di venerdì (pesi al mattino, seduta tecnica al pomeriggio). Sabato poi, come consuetudine, Forray e compagni svolgeranno la tradizionale rifinitura del mattino al Forum di Assago.
L’AVVERSARIA Nel primo impegno del girone di ritorno di Serie A Beko la Dolomiti Energia troverà una EA7 Milano galvanizzata dal netto successo di Eurocup ottenuto in settimana contro l’Aris Salonicco. Il 95-54 con cui i meneghini hanno strapazzato i greci rimettendo in equilibrio la situazione del proprio gruppo di Last 32 fa il paio con lo schiacciante successo con cui Gentile e compagni hanno chiuso il girone d’andata asfaltando per 87-50 niente di meno che i campioni d’Italia del Banco di Sardegna Sassari.
IL FORTINO Milano d’altronde ha vinto sei degli ultimi otto incontri di campionato, e al Forum quest’anno non ha mai perso (7-0), forte com’è di una imbattibilità casalinga in regular season che dura da quasi tre anni e 40 incontri (ultimo ko in regular season il 24 marzo 2013 contro Montegranaro). 
IL ROSTER A trascinare l’EA7 di coach Repesa in vetta alla classifica è un roster profondissimo, guidato dalla leadership tecnica del trio composto dall’ala forte Jamel McLean (14,1 punti e 6,9 rimbalzi) e dagli esterni Alessandro Gentile (13,9 punti e 4.0 assist di media in 10 gare) e Krunoslav Simon (12,2 punti con il 43,4% da tre). Ma a conferma della competitività dell’organico meneghino, costruito per far bene anche in Eurolega, sono i ben sei giocatori capaci di produrre più di nove punti di media a gara, con Oliver Lafayette (9,5), Milan Macvan (9,5) e Robbie Hummel (9,0) ad aggiungersi ai già citati.
INFERMERIA Robbie Hummel però contro la Dolomiti Energia non ci sarà, complice un infortunio alla spalla che lo terrà lontano dai campi ancora per diverse giornate. Non dovrebbe essere a disposizione di coach Repesa nemmeno il nuovo acquisto Rakim Sanders, che secondo i bene informati avrà bisogno ancora di qualche settimana per completare il processo di rientro dal suo infortunio alla mano.
I PRECEDENTI Nel posticipo della prima giornata di questo campionato la Dolomiti Energia Trentino sconfisse per la prima volta nella sua storia l’EA7 Milano, piegata al PalaTrento per 80-73 con 19 punti e 7 rimbalzi di Julian Wright e con 17 e 8 di Trent Lockett (guarda gli highlights qui https://youtu.be/1TA_2yKOuUU). Nei due precedenti risalenti alla scorsa stagione i bianconeri persero sia al Forum di Milano che al PalaTrento, nonostante due super prestazioni del nuovo acquisto di Sassari Tony Mitchell.
MEDIA E TV Arbitreranno l’incontro del Forum Paolo Taurino, Alessandro Vicino ed Evangelista Caiazza. La gara sarà trasmessa in telecronaca diretta da Sky Sport 2, con differita regionale su Trentino TV (canale 12 del digitale terrestre) domenica notte alle 24.30.
LA DICHIARAZIONE – MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Ci presentiamo al via del girone di ritorno trovando quella che, statistiche alla mano, è la migliore squadra del campionato, sia in termini di produttività offensiva che difensiva. Per provare a vincere qui dovremo riuscire innanzitutto a contrastare l’imponente fisicità del loro roster, distribuita in tutti gli elementi del loro roster, per poi cercare di imporre il nostro tipo di pallacanestro. In quest’ottica proveremo a ripartire dall’esperienza fatta mercoledì sera contro il Trabzonspor, mettendo a frutto gli insegnamenti che ci siamo portati dietro da quella difficile gara”.

 

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author