Dolomiti Energia Trentino, cambia lo statuto del "Trust" dopo l'assemblea

Attraverso un comunicato ufficiale, l’Aquila Trento rende noti i risultati dell’assemblea “Trust” tenuta nella giornata di ieri. Oltre ai risultati vengono resi noti anche l’incontro di domani a Coredo e il resoconto della partecipazione del gm Trainotti a Genova e della delegazione aquilotta al Vinitaly.

Ampliamento del numero dei membri del consiglio direttivo dell’associazione. Prolungamento del mandato di presidente e consiglieri da uno a tre anni. Ma anche, e soprattutto, una esplicitazione della “mission” del Trust in direzione del sostegno al progetto Aquila nelle sue varie declinazioni, non limitandolo al supporto alle imprese della squadra di serie A ma aprendolo alle iniziative svolte nelle scuole, nei settori giovanili delle realtà affiliate a Trentino Basketball Academy, e alle attività avviate con associazioni del mondo no profit dall’apposito progetto bianconero.

Sono questi i punti sostanziali delle modifiche allo statuto del Trust Aquila approvate ieri sera all’unanimità  dall’assemblea straordinaria dell’associazione a cui hanno partecipato, di persona o per delega, 356 soci.  

Definite nel dettaglio le modifiche da apportare allo statuto, l’assemblea aperta dall’intervento del presidente di Aquila Basket Luigi Longhi e coordinata dal presidente Trust Stefano Tomasi si è conclusa con l’illustrazione del ciclo di eventi sul territorio dal titolo “Trust: una comunità che fa squadra”. 

Il primo appuntamento di questa serie di eventi, che di fatto rappresentano la prima tappa del percorso che il Trust svolgerà nei prossimi mesi nel rispetto della sua nuova mission,  si svolgerà mercoledì prossimo alle 20.30 presso Casa Sebastiano, il nuovo centro specialistico per i disturbi dello spettro autistico inaugurato la scorsa settimana dalla Fondazione Trentina per l’Autismo. Durante la serata verranno presentate le peculiarità di Aquila Basket, attraverso un video introduttivo ed una serie di interventi che approfondiranno come il club bianconero sia molto più che una grande squadra di basket, capace come è di far sentire protagoniste tante persone coinvolte in differenti settori della società. Di questo, e tanto altro ancora, parleranno Luigi Longhi, presidente di Aquila Basket, Giovanni Coletti, anima della Fondazione Trentina per l’Autismo che racconterà la forte intesa costruita nel corso degli anni con il progetto Dolomiti Energia For No Profit, e Toto Forray, che dopo aver visitato Casa Sebastiano esprimerà il senso del forte legame tra la squadra aquilotta e territorio trentino. Durante l’incontro sono inoltre previsti gli interventi del direttore generale di Melinda Paolo Gerevini e del direttore marketing del consorzio di secondo grado Andrea Fedrizzi, che parleranno del rapporto tra Aquila Basket ed aziende,  dei rappresentanti del Centro Di Formazione Professionale di Ossana (rapporto Aquila Basket – Scuola), oltre che del vicesindaco di Commezzadura Marco Podetti. 

Trainotti, convegno a Genova: la scalata di Aquila Basket modello organizzativo assieme a Genoa e Virtus

La scalata di Aquila Basket dalle minors fino alla ribalta del basket nazionale ed internazionale continua ad essere oggetto di interesse e di studio da parte dei club sportivi di tutta Italia. Non è un caso che sabato mattina, prima di rientrare a Trento per l’anticipo dell’undicesima di ritorno contro Sassari, il general manager bianconero Salvatore Trainotti abbia partecipato come relatore ad un convegno organizzato presso la Sala Coni  della Casa delle Federazioni di Genova nell’ambito dell’undicesima edizione del Clinic “V. Cavalieri”.

 L’appuntamento, organizzato dalla società Sportiva Ardita Juventus 1906 in sinergia con gli Amici di Vittorio e il comitato regionale ligure della FIP, ha visto anche la partecipazione di Alessio Vernazza, responsabile organizzativo ed amministrativo del settore giovanile del Genoa che ha parlato di “organizzazione programmazione e passione nei vivai”, e Julio Trovato, general manager della Virtus Bologna che ha illustrato alcuni progetti ed applicazioni dello storico club felsineo.

Trainotti ha aperto l’incontro parlando di “Evoluzione societaria dalle Minors fino alla serie A ed esperienza del consorzio”, approfondendo assieme ai numerosi ed interessatissimi presenti la vision che portato il club di piazzetta Lunelli a diventare una società dalla govenance innovativa che oltre ad essere espressione di un territorio, ne è anche spaccato sociale grazie alla sua attenzione per aziende, scuole e associazioni del terzo settore. 

Vinitaly: Beto e Flaccadori ospiti di Cavit a “scuola” di vino

In attesa di riprendere gli allenamenti in vista della trasferta in programma sabato sera al Pala2A di Varese,  Beto Gomes e Diego Flaccadori si sono recati questo pomeriggio a Verona per trascorrere qualche ora al Vinitaly e fare visita allo stand allestito dal top sponsor aquilotto Cavit all’interno del padiglione del Trentino. Ad accompagnarli il general manager bianconero Salvatore Trainotti, il direttore commerciale Andrea Nardeli e il direttore sportivo Jared Ralsky. 

Accolta dallo staff di Cavit e dal direttore generale di Cavit Enrico Zanoni, la delegazione bianconera si è ambientata con un brindisi a base di Altemasi Millesimato accompagnato da una proposta di di sushi trentino. Beto Gomes, da buon portoghese, ha poi approfondito la conoscenza con i rossi trentini apprezzando con grande entusiasmo un calice di Brusafer, la nuova linea di pinot nero proposta da Cavit per il Vinitaly 2017. Diego Flaccadori, dopo aver dominato la prova di degustazione che lo ha visto battere con buona sicurezza il compagno di squadra guadagnandogli una Magnum di Muller di Cavit, si è invece concentrato sui vini dolci dimostrando grande entusiasmo per la vendemmia tardiva “Rupe Re” di Cavit: a “spiegare” ai due giocatori aquilotti le qualità dei vini gli enologi di Cavit. 

Dopo aver visitato lo stand del consorzio di secondo grado, Beto e Flaccadori hanno donato al top sponsor bianconero le proprie maglie da gioco autografate, ricevendo dal direttore Zanoni e dal suo staff alcune bottiglie dei propri vini favoriti. 

Commenta
(Visited 44 times, 1 visits today)

About The Author