Domenica 16/10 ore 16: Umana Reyer Venezia – Passalacqua Ragusa

E’ subito Reyer Day nell’esordio sul parquet casalingo per l’Umana Reyer Femminile, dopo le vittorie contro Torino nell’Opening Day e nella trasferta di Battipaglia.

A calcare il rinnovato legno del Taliercio sarà la Passalacqua Ragusa, grande protagonista degli ultimi tre campionati nel corso dei quali, per ben due volte, si è giocata la finale scudetto contro Schio e, nella stagione 2015/2016, si è “arenata” sempre contro il Famila, questa volta in semifinale, dopo aver espugnato il Palacampagnola aggiudicandosi la Coppa Italia della massima serie.

Il “Patron” Stefano Passalacqua, artefice di questa crescita esponenziale della Società, non ha perso tempo e dopo nemmeno una settimana dalla sconfitta contro le scledensi, ha annunciato il primo acquisto della nuova stagione.
Poche le conferme in casa siciliana, Consolini, Gorini e Lia Rebecca Valerio che si fregerà, alla sua sesta stagione in maglia bianco verde e dopo l’addio di Nadalin, dei galloni di capitano, rappresenteranno la continuità, mentre sia sul fronte straniero che su quello indigeno, le novità hanno letteralmente infiammato il mercato estivo.

Alla corte di coach Lambruschi sono infatti approdate Laura Nicholls, ala/pivot ventisettenne reduce dalla medaglia d’argento nelle ultime Olimpiadi e Campione di Polonia con il Wisla Krakow con il quale ha disputato anche l’Eurolega. Nel suo ricco palmares va aggiunto anche il titolo Europeo agli Europei del 2013 con la nazionale iberica. Giocatrice esperta, ha dimostrato di possedere un innato senso agonistico anche nelle stagioni disputate in Turchia e Spagna in cui si è meritata il titolo di “guerriera”.

A parlare la sua stessa lingua, ci penserà la senegalese naturalizzata spagnola Ndour Gueve Astou Barro, a sua volta protagonista della splendida cavalcata che ha fruttato il titolo di vice-campione olimpica. 198 centimetri di potenza e agilità, dopo le esperienze maturate in patria alle Canarie, ha giocato la carta WNBA con le S. Antonio Stars con le quali ha bissato l’esperienza anche nella scorsa annata dopo aver vinto il titolo nazionale con l’Avenida, esprimendo un talento naturale che la porta ad essere, oltrechè una grande intimidatrice sotto i tabelloni, atleta dalle ottime mani che sa colpire anche da oltre l’arco.

Ultima del trittico, la giovane playmaker belga Julie Anita Vanloo, grande visione di gioco e ottima tiratrice da tre punti. Campionessa di Svezia, dopo le stagioni trascorse in Francia a Mondeville, ha disputato a sua volta l’Eurocup ed è pedina inamovibile della propria nazionale.

Dall’aeroporto Marco Polo di Venezia, sono inoltre atterrate sul suolo ragusano Alessandra Formica e Benedetta “Beba” Bagnara, entrambe artefici delle ultime ottime stagioni in casa orogranata e la cui presenza sul parquet con una maglia di diverso colore susciterà in tutti un grande impatto emotivo.

Ad allungare ulteriormente il roster della Virtus Eirene, quest’anno impegnata come l’Umana Reyer anche in Eurocup, Laura Spreafico, talentuoso prodotto del settore giovanile della Pool Comense che, dopo gli anni vissuti a Schio e a Lucca, ha inanellato una serie di ottime prestazioni a Parma risultando a fine campionato la miglior marcatrice italiana della sua squadra e Federica Brunetti, proveniente da Castel San Pietro dopo una “vita” dedicata al CUS Cagliari.

La Passalacqua è attualmente a punteggio pieno dopo l’esordio vittorioso con la neopromossa La Spezia e lo “straripante” successo conseguito sull’altra “matricola” Broni, presentatasi al Palaminardi priva di due straniere . E’ altresì reduce dal rocambolesco finale di Supercoppa nel quale, dopo aver lottato alla pari con le Campionesse d’Italia, ha ceduto con pieno onore le armi dopo il buzzer beater messo a segno da Jolene Anderson.

Sul fronte orogranata, postumi degli infortuni a parte, si respira la consapevolezza della forza di “Squadra” che, giorno dopo giorno e allenamento dopo allenamento si sta creando, grazie anche alla grande umiltà e disponibilità espressa da tutte, a partire dai nuovi innesti. Le lagunari sono del tutto consce del valore delle loro prossime avversarie ma lotteranno come d’abitudine dal primo all’ultimo secondo per ben figurare di fronte al pubblico amico. L’appello che capitan Carangelo & Co. lanciano ai propri aficionados è di accorrere numerosi al Taliercio e di sostenerle a gran voce in questo match che rappresenta, dato il prestigio delle avversarie, uno degli appuntamenti clou della stagione.

(s.v.)

Commenta
(Visited 108 times, 1 visits today)

About The Author