Dominio nel derby e spettacolo: è già grande Geas Zanotti: “Difesa intensa e velocità, continuiamo così”

Vittoria straripante, azioni spettacolari, esordi e ritorni da festeggiare: il Geas riparte in A2 nel modo migliore, travolgendo Carugate (79-46) nel derby d’apertura della stagione. Il numeroso pubblico del PalaNat, coinvolto anche in una lotteria con premi offerti dagli sponsor, ha applaudito a scena aperta per tutto l’arco di una sfida dominata dalle ragazze di Cinzia Zanotti, che hanno chiuso i conti con largo anticipo. Top scorer il nuovo acquisto Virginia Galbiati (22 punti), “doppia doppia” per Elisa Ercoli (13+11 rimbalzi), devastante inizio di Beatrice Barberis, ma è stata una prova maiuscola di tutto il collettivo rossonero, in cui hanno trovato spazio gli esordi in prima squadra di tre ragazze del vivaio (le ’99 Laura Oliva e Lucia Decortes, e la giovanissima 2002 Ilaria Panzera; in campo anche la ’98 Grassia già utilizzata in A1 lo scorso anno) e l’atteso rientro di Francesca Gambarini dopo una stagione persa per infortunio. Insomma tanti motivi per sorridere in questa serata inaugurale del 2016/17, ma ovviamente è solo la prima tappa di una corsa lunghissima, anche se un messaggio al campionato è già stato spedito da Arturi e compagne. A questo link il tabellino della partita: http://www.legabasketfemminile.it/CompetitionContent?ID=TAB&IdGara=16713 COACH ZANOTTI – “Sono soddisfatta: abbiamo giocato una buona pallacanestro con tanta intensità. Siamo state brave a correre da subito, e combinando pressione difensiva e contropiede abbiamo ammazzato rapidamente la partita. Forse c’è stata meno resistenza del previsto da parte di Carugate, ma posso solo fare i complimenti alle mie. Tutte hanno fatto il loro dovere, abbiamo distribuito le marcature e potuto dare riposo alle titolari facendo giocare tutte le giovani, tra le quali do una menzione a Decortes che ha marcato Correal in modo apprezzabile. Spero che sia solo la prima di una serie di prestazioni così”. LA CRONACA – Di Veronica Schieppati, tornata al Geas dopo 5 anni, il primo canestro della nuova stagione per le rossonere. Poi uno stellare lancio a tutto campo, con una mano sola, di capitan Arturi per il contropiede di Galbiati alza già il volume del tifo al PalaNat. Nei primi minuti le ragazze di casa martellano dalla media distanza. Carugate replica ai colpi iniziali, ma quando le sestesi alzano i ritmi, punendo in velocità ogni errore avversario, o penetrando a difesa schierata con una micidiale Barberis, si apre subito un fossato nel punteggio (26-12 dopo 8′), nonostante l’efficacia dell’ex di turno Correal per le ospiti. Sul finire del 1° quarto, ecco uno dei momenti più applauditi: Gambarini si alza dalla panchina ed entra in campo; la sua ultima partita ufficiale era stata quella della promozione, nel maggio 2015. Pochi minuti dopo va a segno con un’invenzione delle sue, da centro area.

Nel frattempo entrano Decortes e Panzera, entrambe intraprendenti e brave a “sintonizzarsi” subito sul livello delle scatenate compagne. Già al 16′ il Geas tocca il +20 (42-22), senza che il passaggio di Carugate a zona riduca la facilità con cui le rossonere trovano il canestro. All’intervallo si conferma il +20 (46-26) con le sestesi a far registrare un eloquente 21/32 dal campo (66%). La ripresa non offre emozioni sul piano del risultato, ormai al sicuro, ma regala ancora divertimento al pubblico di casa: da segnalare un assist di Panzera per Ercoli e, più avanti, il primo canestro in A2 per Oliva. Il massimo vantaggio del Geas è sul +35 (68-33), poi arriva una reazione di Carugate con un parziale di 0-7, ma nel finale il distacco torna oltre le 30 lunghezze. Insomma tutto benissimo, ma da lunedì l’attenzione sarà già al prossimo impegno, la trasferta a Crema che rappresenterà il primo big match stagionale per le rossonere.

Ufficio Stampa Geas

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author