Don Bosco Livorno, c’è l’ostacolo Agliana

Torna davanti al pubblico amico la prima squadra della Pallacanestro Don Bosco; i ragazzi di Marco Mori, dopo il forzato turno di riposo per il rinvio della sfida con Valdisieve, sono di scena domenica pomeriggio – palla a due alle ore 18:00 – al “PalaMacchia”, contro una delle squadre più attrezzate della categoria, Agliana.

Lo dice la classifica, gli uomini di Mannelli viaggiano sul gradino più basso del podio a braccetto di Castelfiorentino, ed ancor più lo splendido momento che stanno vivendo i neroverdi pistoiesi: Rossi, con 21,23 punti di media top scorer del torneo, e compagni hanno portato a casa ben 6 delle ultime 7 partite, cedendo soltanto all’ancora imbattuta capolista Pino Dragons. Insomma, un avversario da prendere con le molle, lo testimoniano anche le cifre: il roster di Mannelli è imbottito di mani educate, lo dice il 50 % dal campo, seconda miglior percentuale del girone dopo lo stratosferico 54 % di Lucca. Per ribaltare il pronostico, il Don Bosco deve giocoforza mettere qualche granellino di sabbia negli ingranaggi offensivi di Agliana, tenendo contemporaneamente botta sotto le plance; compito difficile, ma non impossibile.

Coach Marco Mori presenta così la sfida contro i pistoiesi: “Avremo di fronte una squadra che sta giocando bene ed ha un roster pieno di ottimi giocatori, su tutti il miglior marcatore del campionato, Emanuele Rossi. Lui e Tuci formano una coppia di lunghi davvero di lusso per la categoria. In definitiva una squadra che esprime un basket molto fisico e che anche in difesa adotta diverse soluzioni, passando dalla difesa a uomo a varie forme di zona. Per noi si tratta di un bel banco di prova, per provare a vincere sarà necessario lavorare duro in difesa, sulla quale poggiare le basi per i nostri attacchi. Noi possiamo contare sull’intero roster a disposizione, con l’ultimo arrivato Ondo Mengue che sta pian piano ritrovando la forma migliore.”

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.
Per Info