Doppia vittoria e secondo posto per l’Unipol Banca under 15

Il doppio successo esterno a Rimini ed Imola permette all’Unipol Banca di Giordano Consolini di salire da sola al secondo posto in classifica nel campionato under 15. Tutti vincenti i match disputati alla Palestra Porelli con gli under 18 di Federico Vecchi che hanno superato la Pontevecchio, gli under 14 di Mattia Largo vincenti contro Vignola e gli under 13 di Davide D’Atri che hanno sconfitto Coreggio. Buona la prima casalinga anche per l’Unipol Banca di Riccardo Pezzoli che ha vinto contro il Francesco Francia. Si è fermata la corsa dell’Unipol Banca di Francesco Nieddu che è uscita sconfitta dal campo dei Crabs Rimini. Sarà proprio nel campionato under 16 il big match del prossimo turno con l’Unipol Banca che alla Porelli riceverà la Bsl San Lazzaro, le due formazioni sono appaiate in vetta alla classifica.
Match d’alta quota anche per gli under 18 che andranno a far visita alla Vis Ferrara, unica formazione che è riuscita a vincere in stagione contro l’Unipol Banca. Gli under 15 tornano a giocare alla Porelli dove arriverà la Compagna dell’Albero Ravenna, mentre saranno impegnati in trasferta l’under 14, l’under 13 e gli Esordienti impegnati rispettivamente a Monte San Pietro, Casalecchio di Reno ed Imola.
Sono cinque gli atleti di Unipol Banca, nati nel 2002, convocati dal Comitato Regionale Fip per l’allenamento di lunedì 25 gennaio per la formazione della selezione regionale che prenderà parte al Trofeo delle Regioni 2016 in programma a marzo a Bologna. Ecco i convocati: Arcangelo Guastamacchia, Lorenzo Lullo, Nicolò Nobili, Samuel Orsi e Manuele Solaroli.

UNDER 18 L’Unipol Banca supera la Pontevecchio
Unipol Banca Virtus Bologna-Pontevecchio 104-48
(30-9, 53-21, 81-34)
VIRTUS BOLOGNA: Pajola 7, Graziani 8, Orsi 3, Gianninoni 7, Petrovic 20, Ranocchi 4, Carella 8, Rubbini 22, Rossi 10, Cerulli 4, Penna. All. Vecchi
PONTEVECCHIO: Masetti 4, Galassi 10, Donati 4, Secchi 2, Giudici 18, Folli 1, Varotto, Angeletti 2, Nardi 7, Grassigli. All. Angori

Vittoria a domicilio nella prima giornata di ritorno della seconda fase per l’Unipol Banca contro la Pontevecchio. Gara comandata già dai primi minuti dalla squadra di Vecchi grazie ad un primo quarto da trenta punti segnati. Gli ospiti amaranto tentano una reazione a inizio secondo quarto ma i giovani bianconeri riprendono ritmo e buona circolazione di palla con il vantaggio che aumenta fino al +32 dell’intervallo lungo. Al rientro dagli spogliatoi nulla cambia col divario che aumenta fino al 104-48 dell’ultima sirena.
Classifica: Unipol Banca 20; Reggio Emilia 18; Vis Ferrara 16; Pontevecchio 12; Crabs Rimini 10; Fortitudo 103 6; Salus Bologna 4; Bsl San Lazzaro 2.
Prossimo turno: Vis Ferrara-Unipol Banca, venerdì 29 gennaio ore 20.30, Pala Palestre.
UNDER 16 L’Unipol Banca si ferma a Rimini
Crabs Rimini-Unipol Banca Virtus Bologna 82-69

(14-21, 40-38, 61-50)

RIMINI: Zambianchi, Plumsahat, Del Fabbro 4, Lonfernini, Ferrari 13, Rossi 12, Gregori 2, Giorgi 1, Guglielmi 4, Mavric 18, Mladenov 8, Abrescia 20. All. Maghelli

VIRTUS BOLOGNA: Labate 5, Nicoli 10, Giuliani 18, Salsini 14, Nanni 3, Mazzocchi, Rosa 3, Barbato, Lorusso 8, Saddi 2, Borsello 6. All. Nieddu

Alla palestra Carim di Rimini arriva la seconda sconfitta stagionale per l’Unipol Banca. È buona la partenza per i bianconeri che trovano subito il vantaggio in doppia cifra. I Crabs non si danno per vinti riuscendo a reagire e chiudere a – 7 il primo quarto. Nel secondo periodo arriva il vantaggio dei padroni di casa grazie a buone giocate offensive e importanti rimbalzi offensivi: all’intervallo il vantaggio è +2 per i biancorossi. Parziale per i padroni di casa ad inizio terzo quarto che si portano sul +11. La squadra di Nieddu non riesce a rimontare, lo svantaggio rimane sempre sopra i 2 possessi: ai Crabs la meritata vittoria.

Classifica: Unipol Banca, Bsl San Lazzaro 22; Santarcangelo 18; Pontevecchio 16; Fortitudo 103, Crabs Rimini 14; Reggio Emilia 12; Salus 6; Masi 4; Forlì 0.
Prossimo turno: Unipol Banca-Bsl San Lazzaro, lunedì 25 gennaio ore 20.45, Palestra Porelli.

UNDER 15 Doppio successo e secondo posto per l’Unipol Banca

Crabs Rimini-Unipol Banca Virtus Bologna 86-97

(20-18, 44-45, 64-77)

RIMINI: Baroni, Chen, Heba, Veroni 2, Lonfernini 9, Ferrari 8, Rossi 17, Forcellini, Giorgi 1, Mavric 16, Sarti, Abrescia 33. All. Maghelli

VIRTUS BOLOGNA: Nicoli 19, Cavallari 18, Boni 7, Berti, Paratore 5, Corradini 6, Lucarini 2, Guidi 6, Bianchini 8, Lambertini, Casarini 13, Perini 13. All. Consolini

L’Unipol Banca vince sul campo dei Crabs Rimini e ribalta la differenza canestri. La partita si gioca da subito su binari del grande equilibrio, ai canestri in contropiede della squadra di Consolini rispondono i rimbalzi d’attacco dei padroni di casa. Entrambe le squadre sono aggressive e nessuna delle due riesce a trovare margini importanti di vantaggio alla sirena di metà gara. Nel terzo quarto i riminesi propongono un pressing asfissiante a tutto campo, le Vu Nere superano la prima linea difensiva e trovano facili canestri in soprannumero. L’Unipol Banca trova la doppia cifra di vantaggio che mantiene fino alla sirena finale riuscendo a ribaltare il -9 del match d’andata

International Imola-Unipol Banca Virtus Bologna 75-101

(24-26, 40-56, 60-85)

IMOLA: Tellarini 2, Mazzini 6, Torreggiani 2, Calabrese 11, Wiltshire 17, Assirelli 4, Bollati 6, Casadei, Ferrante, Conte, Ravaglia 21, Boemo 6. All. Dalmonte

VIRTUS BOLOGNA: Nicoli 6, Cavallari 8, Boni 7, Berti 6, Paratore 9, Corradini, Guidi 9, Lucarini 1, Bianchini 18, Lambertini 10, Casarini 11, Perini 16. All. Consolini

Vittoria esterna sul campo dell’International Imola per l’Unipol Banca. Partita in equilibrio solo nel primo quarto, poi la squadra di Consolini aumenta l’intensità e conduce per tutta la gara aumentando il vantaggio progressivamente e mandando a referto tutti gli effettivi.

Classifica: Reggio Emilia 26; Unipol Banca 20; Crabs Rimini, Ginnastica Fortitudo 18; Fortitudo 103 16; Bsl San Lazzaro 10; Ravenna, International Imola 8; Pontevecchio, Masi 2.
Prossimo turno: Unipol Banca-Ravenna, sabato 23 gennaio ore 19.30, Palestra Porelli.
UNDER 14 L’Unipol Banca vince contro Vignola
Unipol Banca Virtus Bologna-Vignola 73-56

(10-7, 33-27, 58-39)

VIRTUS BOLOGNA: Bortolani 9, Dalla 6, Lolli 11, Verde 1, Alberti 4, Nobili 8, Maini 2, Lullo 6, Orsi 6, Masetti 3, Battilani 5, Guastamacchia 11. All. Largo

VIGNOLA: Colombini 2, Smerieri 2, Trenti 6, Bussoli 0, Altomare 5, Barbieri 2, Trenti 3, Miani 5, Bright 10, Cani 2, Besozzi 19, Di Nuzzo. All. Di Berardo

L’Unipol Banca supera Vignola cambiando passo nel secondo tempo. Nel primo tempo infatti la squadra di Largo parte a rilento, manca l’energia che la contraddistingue e gli avversari restano in scia alla sirena di metà gara. Dopo l’intervallo lungo i giovani bianconeri cambiano faccia piazzando un parziale di 25-12 nel terzo periodo e chiudendo la partita già sul finire di quarto. Nell’ultima frazione di gioco le distanze restano invariate.

Classifica: Unipol Banca 26; San Mamolo 20; Pallacanestro Reggiana, Pontevecchio, Ginnastica Fortitudo 18; Basket 2000 Reggio Emilia 16; Vis Ferrara 14; Piacenza 10; Vignola, Monte San Pietro, Salus 8; Masi 4; Correggio 0.

Prossimo turno: Monte San Pietro-Unipol Banca, sabato 23 gennaio, ore 18.00, Palestra Owens.

UNDER 13 L’Unipol Banca supera Correggio

Unipol Banca Virtus Bologna-Correggio 110-60

(35-16, 55-26, 90-48)

VIRTUS BOLOGNA: Tabellini 26, Ferdeghini 4, Berti 2, Ansaloni, Anesa 8, Nicoli 11, Minelli, Nanni 2, Gresta, Mazzoli 10, Galli 28, Barbieri 19. All. D’Atri

CORREGGIO: Laorenti 2, Bulgarelli 27, Campedelli 1, Serli 2, Nori 16, Pinotti, Mambrini 2, Ferrari 6, Setti L. 4, Setti D., Dal Bue. All. Verzellesi

L’Unipol Banca inizia il nuovo anno superando Correggio alla Porelli grazie ad una buona prestazione di squadra. La squadra di D’Atri imprime il proprio ritmo alla gara fin dalla palla a due sopratutto nelle metà campo offensiva dove arrivano buone conclusioni grazie alla circolazione di palla e ai rimbalzi offensivi trovando un vantaggio importante. Nella metà campo offensiva si può lavorare ancora molto per cercare di ridurre le disattenzioni.

Classifica: Unipol Banca 20; Pontevecchio 18; Correggio, Masi 14; Modena 8; Parma 4; Vignola 2; Salus 0.

Prossimo turno: Masi-Unipol Banca, mercoledì 27 gennaio, ore 18.15, Palestra Da Vinci.

ESORDIENTI L’Unipol Banca supera il Francesco Francia
Unipol Banca Virtus Bologna-Francesco Francia 52-31

Esordio vincente per l’Unipol Banca alla Porelli contro il Francesco Francia. Partenza forte per i ragazzi di Pezzoli che grazie ad una buona difesa e a qualche canestro in contropiede chiudono il primo quarto in doppia cifra di vantaggio. Nel secondo quarto gli ospiti reagiscono alzando la difesa e grazie a un parziale di 13-2 chiudono a -1 all’intervallo. Terzo quarto equilibrato in cui i giovani bianconeri riescono a rimettere il naso avanti. Le Vu Nere prendono un buon vantaggio nell’ultimo quarto arrivando fino al +19 finale. L’Unipol Banca tornerà in campo sabato 23 alle 15.45 in casa dell’International Imola.

Sono scesi in campo in maglia Unipol Banca: Cremonini, Mascagni, Cassanelli, Franceschi, Bignami, Mazzotti, Furlanetto, Serra, Zanasi, Rando, Paletta, Bianchini. All. Pezzoli

Sono scesi in campo in maglia Unipol Banca: Cremonini, Cassanelli, Franceschi, Ponzellini, Bignami, Furlanetto, Serra, Zanasi, Bassi, Rando, Paletta, Bianchini. All. Pezzoli

Prossimo turno: International Imola-Unipol Banca, sabato 23 gennaio, ore 15.45, Palestra Penazzi.

L’INTERVISTA DELLA SETTIMANA – ALESSANDRO SENNI

Un mondo nuovo. Pieno di fascino, di storia, di opportunità per sviluppare passione e mestiere. Alessandro Senni è approdato alla Virtus all’inizio di questa stagione, e ci ha messo un attimo a sentirsi in famiglia. E’ assistente nell’Unipol Banca Under 18 di Federico Vecchi e responsabile della foresteria, dove i giovani bianconeri arrivati da fuori città coltivano sogni e speranze di sport e di vita. Impegno delicato e stimolante.

“Infatti, quando l’amico Marco Patuelli mi ha contattato per propormi di venire qui, non ci ho pensato due volte. So bene che certi treni non passano due volte nella vita, e bisogna essere pronti a salirci. Devo dire che sono stato fortunato: ho giocato a basket per quindici anni, cresciuto nelle giovanili a Ravenna, sono arrivato ad essere aggregato alla prima squadra in B2 e a calcare i parquet della Serie D. Ma due anni fa ho voluto provare a seguire una strada nuova, frequentando un corso per allenatori. Mi piaceva l’idea di non chiudere sul campo il mio rapporto con questo sport che mi ha dato tanto. L’anno scorso ho fatto l’assistente nel supergruppo Under 19 del Basket Ravenna, che faceva tre campionati diversi con una ventina di ragazzi. Quest’anno ho colto al volo una grande opportunità”.

Effetti della palestra Porelli. La prima volta che hai varcato la soglia?

“La palestra la conoscevo, ma entrarci con addosso i simboli di questa società è un’altra cosa. Una sensazione strana, particolare, anche tosta dal punto di vista emotivo. Alzi la testa e vedi il palmares, le foto dei personaggi che hanno fatto la storia del club, e realizzi subito di essere arrivato in un mondo diverso. Mi sono detto: okay, adesso qui si fa sul serio… Dal punto di vista tecnico, sono stato imbarcato nell’avventura dell’Under 18 di Federico Vecchi, e ovviamente è qualcosa di impegnativo: ci si allena praticamente tutti i giorni, si è sempre in palestra e per me che cercavo proprio questo è qualcosa di piacevole”.

Oltre all’impegno da assistant coach c’è quello di responsabile della foresteria. Dai tempi dell’avvocato Porelli, un vero e proprio biglietto da visita della società. Insomma, un ruolo delicato.

“Si tratta di gestire la quotidianità, i piccoli e grandi problemi dei sette ragazzi che sono ospiti quest’anno. Un impegno full-time, perché ovunque tu sia devi essere pronto a intervenire per risolvere qualunque necessità. Vivo con loro, cerco di dare anche quel supporto di cui necessita un giovane che si trova per la prima volta lontano da casa. E’ il momento in cui imparano a gestirsi, a vivere autonomamente”.

Si dice sempre che le nuove generazioni sono profondamente cambiate, che è davvero un’altra gioventù. Luoghi comuni?

“C’è del vero. Sono stato ragazzo anche io, non troppo tempo fa, e noto che il modo di vivere e di rapportarsi agli altri è cambiato. I ragazzi di oggi sono più tecnologici, magari si mandano messaggi da una stanza all’altra invece di parlarsi. Tendono a isolarsi, a cercare metodi comunicativi più comodi. C’è una sorta di adattamento reciproco: io devo entrare nel loro mondo per capirli, loro devono rendersi conto un po’ alla volta che maturare come persone, prima che come giocatori, bisogna adattarsi a certe regole. E’ un rapporto importante, perché poi si creano legami d’affetto e mi piace l’idea che questi ragazzi possano essere aiutati nel loro percorso di crescita dalla mia presenza”.

L’Under 18, nella quale lavori insieme a Federico Vecchi e Francesco Nieddu, è l’avamposto del settore giovanile prima dell’approdo al basket dei “grandi”. Un passaggio cruciale. Un bel posto da cui insegnare questa disciplina.

“In questo gruppo, a livello tecnico, vedo alcuni giocatori davvero interessanti. Ogni tanto penso che stiamo allenando ragazzi che potrebbero davvero diventare bravi. Federico è un allenatore preciso, tecnico e cura tutti i particolari per far sì che un giovane giocatore capisca come approcciarsi al basket giovanile, in modo da essere il più pronto possibile quando arriverà il momento di confrontarsi con il basket dei senior. E’ molto bello e interessante lavorare accanto a lui, un’esperienza che mi arricchisce giorno dopo giorno”.

Per arrivare, in futuro, dove?

“Io voglio continuare ad assorbire questi insegnamenti da chi ha più esperienza di me e anche grazie a questo, capirò in fretta e con esattezza dove voglio arrivare. Prima o poi una squadra la guiderò come capo allenatore ed è chiaro che ci si augura sempre il massimo, ma questo è semplicemente il momento di imparare dai maestri”.

(a cura di Marco Patuelli e Marco Tarozzi)

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author