Doppia vittoria per l’Unipol Banca e primato per l’under 18

L’Unipol Banca si aggiudica lo scontro al vertice nel campionato under 18 superando Reggio Emilia alla Porelli. La squadra di Vecchi bissa poi il successo in casa della Bsl San Lazzaro e si porta da sola al comando della classifica alla fine del girone d’andata della seconda fase. Nel campionato under 16 successo interno per l’Unipol Banca di Nieddu che alla Porelli supera Reggio Emilia e si conferma in vetta alla classifica. Imbattuta al termine del girone d’andata l’under 14 di Largo grazie al successo interno contro la Vis Ferrara. Esordio casalingo vincente per gli Esordienti di Pezzoli che superano Argenta.

Questa sera toccherà agli under 16 di Nieddu aprire il weekend in trasferta sul campo dei Crabs Rimini. In casa Unipol Banca primi impegni ufficiali del nuovo anno per gli under 15 di Consolini impegnati in trasferta prima a Rimini e poi a Imola, e per gli under 13 di D’Atri che ospitato Correggio alla Porelli. Gli under 14 di Largo e l’under 18 di Vecchi ospitano alla Porelli rispettivamente Vignola e Pontevecchio.

UNDER 18 Doppia vittoria per l’Unipol Banca che sale da sola in vetta alla classifica
Bsl San Lazzaro-Unipol Banca Virtus Bologna 58-85

(21-23, 32-48, 40-75)

SAN LAZZARO: Zambonelli 4, Scandellari 3, Barattini 4, Salvardi 2, Baietti 5, Zambon 2, Guastamacchia 2, Curti 6, Puzzo 6, Agriesti 8, Pezzano 9, Muzzi 7. All. Comastri

VIRTUS BOLOGNA: Pajola 19, Gianninoni, Petrovic 20, Giuliani 7, Ranocchi, Carella 13, Rubbini 6, Rossi 5, Cerulli 2, Penna 11, Borsello 2. All. Vecchi

Vittoria in trasferta a San Lazzaro per l’Unipol Banca frutto di un primo tempo ben giocato in attacco. Qualche disattenzione in difesa permette ai padroni di casa di contenete lo scarto intorno ai dieci punti all’intervallo lungo. E’ nella terza frazione che la squadra di Vecchi piazza il break vincente portando il vantaggio oltre i 20 punti. Nell’ultimo quarto San Lazzaro prova a reagire ma il risultato non cambia fino all’ultima sirena.

Unipol Banca Virtus Bologna-Grissin Bon Reggio Emilia 67-54

(14-6, 30-22, 50-36)

VIRTUS BOLOGNA: Pajola 11, Gianninoni 1, Petrovic 18, Salsini, Ranocchi, Carella 8, Rubbini 11, Rossi 8, Cerulli 4, Penna 6, Borsello. All. Vecchi

REGGIO EMILIA: Dias 3, Zamparelli 8, Bondioli, Lever 15, Degli Esposti 2, Salzano 2, Bonacini 4, Zucchi 2, Vigori 1, Mitt 6, Strautins 7, Dilas 2. All. Menozzi

Importante vittoria per l’Unipol Banca nello scontro al vertice contro la Reggiana. Nel primo quarto la difesa bianconera riesce a contenere i centimetri degli avversari e nonostante alcuno errori al tiro prende il comando delle operazioni. Il vantaggio rimane invariato nel secondo quarto, anche se la buona aggressività in difesa della squadra di Vecchi costa qualche problema di falli. Dopo l’intervallo lungo la difesa non perde energia e la maggiore precisione al tiro permette alla Virtus di allungare fino al +14 sul 50-36 alla penultima sirena. Nell’ultimo quarto il grande sforzo profuso comincia a farsi sentire con Reggio Emilia che si avvicina fino al -7, ma la difesa aggressiva e un paio di giocate di squadra negli ultimi minuti mettono al sicuro un risultato meritato.

Classifica: Unipol Banca 18; Reggio Emilia, Vis Ferrara 14; Pontevecchio 12; Crabs Rimini 8; Fortitudo 103 6; Salus Bologna 4; Bsl San Lazzaro 2.
Prossimo turno: Unipol Banca-Pontevecchio, giovedì 21 gennaio ore 20.45, Palestra Porelli.
UNDER 16 L’Unipol Banca supera Reggio Emilia
Unipol Banca Virtus Bologna-Grissin Bon Reggio Emilia 84-82

(24-15, 44-33, 64-62)

VIRTUS BOLOGNA: Deri 9, Cavallari 5, Giuliani 13, Salsini 19, Nanni 9, Mazzocchi, Rosa 6, Bertuzzi, Barbato, Lorusso 8, Saddi, Borsello 15. All. Nieddu

REGGIO EMILIA: Cremaschi 16, Soviero 16, Catti, Aguzzoli 6, Zocca, Zampogna 6, Bertolini 3, Carrara 2, Golfieri, Piccinocchi 9, Cherubini 27. All. Paladini

L’Unipol Banca supera Reggio Emilia per 84-82. Buon avvio per la squadra di Nieddu che riesce a limitare gli ospiti nei primi minuti e ad andare avanti 15-7. La Reggiana torna subito a contatto con un parziale di 8-2, ma i giovani bianconeri replicano con un 7-0 per 24-15 della prima sirena. L’avvio di secondo quarto è ancora di marca Virtus e vale il massimo vantaggio +15 a metà tempo. Al rientro in casa dopo la pausa sono gli ospiti a trovare il canestro con continuità e a rientrare a -2 all’ultimo mini intervallo. L’ultimo quarto è equilibrato e si gioca punto a punto. Gli ospiti trovano il massimo vantaggio sul 71-75 con ancora quattro minuti da giocare sul tabellone della Porelli. La squadra di Nieddu infila un parziale di 8-0, riprende il comando della gara e rimane poi attenta nel portare a casa la vittoria alla sirena finale.

Classifica: Unipol Banca, Bsl San Lazzaro 22; Santarcangelo 16; Pontevecchio, Fortitudo 103 14; Crabs Rimini, Reggio Emilia 12; Salus, Masi 4; Forlì 0.
Prossimo turno: Crabs Rimini-Unipol Banca, venerdì 15 gennaio ore 21.15, Palestra Carim.

UNDER 15 Doppio impegno esterno per l’Unipol Banca

Doppio impegno nel week end per l’Unipol Banca di Consolini che aprirà il nuovo anno con le trasferte di Rimini e Imola.

Classifica: Reggio Emilia 24; Crabs Rimini 18; Unipol Banca, Fortitudo 103, Ginnastica Fortitudo 16; Bsl San Lazzaro, International Imola 8; Ravenna 6; Pontevecchio, Masi 2.
Prossimo turno: Crabs Rimini-Unipol Banca, domenica 17 gennaio ore 17.30, Palestra Carim

International Imola-Unipol Banca, lunedì 18 gennaio ore 20.00, Palestra Ravaglia
UNDER 14 L’Unipol Banca supera la Vis Ferrara
Unipol Banca Virtus Bologna-Vis Ferrara 82-70

(18-14, 33-41, 60-57)

VIRTUS BOLOGNA: Bortolani 6, Dalla 6, Lolli 17, Alberti 5, Nobili 7, Solaroli 13, Lullo 8, Orsi 10, Masetti, Battilani 9, Guastamacchia 1, Verde. All. Largo

FERRARA: Righinj 9, Vitali, Lombardi 5, Volpato 2, Salvi, Bigoni, Zanella 2, Rossi L. 13, Fabbri 9, Gilli 16, Alberino 4, Rossi G. 10. All. Castaldi

L’Unipol Banca chiude imbattuta il girone d’andata grazie al successo per 82-70 contro la Vis Ferrara. I giovani bianconeri hanno faticato contro gli estensi soprattutto in un primo tempo in cui la difesa non ha brillato e ha concesso troppi canestri facili. Al rientro dagli spogliatoi la squadra di Largo ha cambiato passo con una maggiore aggressività difensiva ed un’ottima circolazione di palla che hanno permesso di rientrare in partita e sorpassare. Nell’ultimo quarto la Virtus allunga nel punteggio e centra la vittoria.

Classifica: Unipol Banca 24; Pallacanestro Reggiana, San Mamolo 18; Pontevecchio, Ginnastica Fortitudo, Basket 2000 Reggio Emilia 16; Vis Ferrara 14; Vignola, Monte San Pietro, Piacenza 8; Salus 6; Masi 4; Correggio 0.

Prossimo turno: Unipol Banca-Vignola, sabato 16 gennaio, ore 19.30, Palestra Porelli.

UNDER 13 L’Unipol Banca ospita Correggio

Inizia il nuovo anno per l’Unipol Banca di Davide D’Atri che ospita Correggio alla Porelli.

Classifica: Unipol Banca 18; Pontevecchio 16; Correggio 14; Masi 12; Modena 8; Parma 4; Vignola 2; Salus 0.

Prossimo turno: Unipol Banca-Correggio, domenica 17 gennaio, ore 11.00, Palestra Porelli.

ESORDIENTI Buona la prima per l’Unipol Banca alla Porelli
Unipol Banca Virtus Bologna-Cestistica Argenta 44-36

(20-8, 26-17, 41-25)

Esordio casalingo per l’Unipol Banca che alla Porelli supera Argenta per 44-36. Inizio forte per le Vu nere, che grazie ad una buona intensità a rimbalzo e a tiri ben costruiti concludono la prima frazione avanti nel punteggio per 20-8. Nel secondo quarto lieve calo difensivo che porta Argenta a recuperare un paio di punti per il 26-17 dell’intervallo lungo. Al rientro dagli spogliatoi i giovani bianconeri continuano a mettere a segno buone giocate su entrambe le metà campo allungando nel punteggio fino a giungere al +16. Nell’ultima frazione ancora una buona intensità in campo per la squadra di Pezzoli che nel finale accusa un po’ di stanchezza. L’Unipol Banca tornerà in campo alla Porelli domenica 17 alle 15.00 ospitando il Francesco Francia.

Sono scesi in campo in maglia Unipol Banca: Cremonini, Cassanelli, Franceschi, Ponzellini, Bignami, Furlanetto, Serra, Zanasi, Bassi, Rando, Paletta, Bianchini. All. Pezzoli

Prossimo turno: Unipol Banca-Francesco Francia, domenica 17 gennaio, ore 15.00, Palestra Porelli.

IL BILANCIO

Federico Vecchi: “Soddisfatto per la crescita del settore, ma sappiamo bene che sarà una strada lunga”

Il momento giusto per un primo bilancio. Dopo la prima parte di stagione e un Natale… di lavoro, che ha visto impegnate tutte le formazioni di Unipol Banca, protagoniste nei principali tornei dedicati alla pallacanestro del futuro, tocca a Federico Vecchi, responsabile del settore giovanile della Virtus, analizzare lo stato delle cose e tirare le prime, non definitive, somme.

“Ho ereditato da Giordano Consolini una struttura che funzionava bene, una macchina oliata, ho trovato un lavoro ben fatto che ho proseguito conservandone la traccia. A livello organizzativo la presenza del dirigente responsabile Marco Patuelli è una garanzia di passione e professionalità. A livello tecnico la situazione è molto positiva perché in ogni gruppo abbiamo ragazzi interessanti e di prospettiva, e questo è fondamentale perché se non c’è talento nelle varie annate tutto ciò che poi viene fatto ha un’incidenza minore. La qualità esiste, e all’interno dello staff c’è una grande unità d’intenti, una linea condivisa sugli aspetti di crescita, tecnica e fisica, dei giocatori. Al fianco dello staff tecnico c’è uno staff di preparatori fisici molto bravi, che stanno facendo un ottimo lavoro sotto la guida di Carlo Voltolini”.

Infatti la crescita dei singoli e dei gruppi, nel corso della stagione, è stata evidente.

“La cosa importante è aver sempre presente il primo obiettivo di un settore giovanile, che è quello di formare dei ragazzi guidandoli per farli diventare i migliori giocatori possibili. Ogni miglioramento individuale, tecnico e fisico, è alla base di ciò che facciamo quotidianamente in palestra. Poi è chiaro che se migliorano i singoli ne trae giovamento anche il gruppo, la squadra cresce di livello e arrivano i risultati. Ma il settore giovanile deve soprattutto coltivare i talenti, far crescere il valore di ogni giocatore con pazienza, consentendo ai ragazzi di sbagliare per mettersi allo prova in aspetti del gioco in cui sono carenti, ma sempre nel rispetto delle esigenze di squadra”.

Di talenti, nelle formazioni di Unipol Banca, ce ne sono diversi. Qualcuno è arrivato proprio prima dell’inizio di questa stagione, e sta facendo passi avanti, proprio come ci si aspettava.

“Siamo soddisfatti, tra i ragazzi nuovi qualcuno era più pronto e qualche altro ha mostrato un potenziale un po’ più grezzo, come del resto ci aspettavamo. Ma tutti stanno mettendo grande passione, grande etica in quello che fanno in palestra. Per alcuni di loro, soprattutto quelli che sono arrivati da poco, ci vorrà un po’ più di tempo per capire dove potranno arrivare”.

La base, come si è detto, è il lavoro di chi ti ha preceduto. Ma l’opera non si è fermata. Come sei intervenuto, portando la tua esperienza, per proseguire il cammino?

“Io credo molto al fatto di allenare contemporaneamente le varie aree di miglioramento dei giocatori, e nella capacità di condivisione degli obiettivi fra le varie componenti coinvolte. Ho aumentato il tempo dedicato in ogni gruppo alla cura della componente fisica, abbiamo due preparatori che garantiscono la presenza ad ogni allenamento, dall’Under 14 all’Under 18 ed una supervisione per gli under13 ed Esordienti. Tutti gli allenamenti alla palestra Porelli sono svolti dagli allenatori in collaborazione con i preparatori, proprio per seguire il miglioramento dei giocatori sul piano tecnico-tattico e su quello fisico. Io sono cresciuto qui, mi sono formato in questo ambiente, che è stato la mia scuola. É stato molto naturale proseguire il lavoro tecnico impostato da Giordano, sono nato professionalmente con queste basi. Un altro aspetto su cui sono intervenuto, insieme al responsabile del minibasket Luca Brochetto, è l’aumento delle ore palestre dedicate al minibasket, per avvicinare sempre più bambini al mondo Virtus. Perchè se il settore giovanile è un serbatoio per la prima squadra, il minibasket lo è a sua volta per il settore giovanile”.

L’Under 18, che segui personalmente da head coach, è l’ultimo step del settore prima dell’approdo al basket dei “grandi”. Già oggi, per meriti e ovviamente anche per le necessità legate alla stagione intensa della prima squadra, troviamo spesso alcuni dei tuoi ragazzi nel roster di Obiettivo Lavoro. Significa che le cose vanno nella direzione giusta?

“Bisogna essere onesti, da questo punto di vista. Il primo obiettivo di un settore giovanile è fornire giocatori che possano allenarsi con la prima squadra, e non credo di dire una sciocchezza se affermo che fin qui siamo riusciti nel nostro intento. Il passo successivo per i più promettenti dei nostri atleti Under18, però, è riuscire a ritagliarsi un ruolo stabile nelle rotazioni fra i senior. Noi, anche considerando l’età dei ragazzi e il fatto che non partecipiamo all’Under 20, siamo nella prima di queste fasi. Sono soddisfatto anche per il feeling e la condivisione di obiettivi con Giorgio Valli e Sandro Crovetti, persone con cui ci si può rapportare con grande schiettezza, perché hanno una visione del settore giovanile precisa e lungimirante, una fortuna per noi e per come intendiamo il nostro lavoro”.

Insomma, i primi mesi di Federico Vecchi alla guida di un settore che in casa Virtus ha sempre avuto un valore fondamentale sono stati intensi e gratificanti.

“Stiamo camminando su una bella strada, ma con la consapevolezza che i percorsi di un settore giovanile sono naturalmente lunghi, per cui tutte le componenti devono essere compatte e coinvolte nel progetto. I ragazzi devono essere consapevoli che ogni volta che si entra in palestra è necessario avere il desiderio di mettersi in gioco, facendo passi avanti ogni giorno, con il gusto di praticare uno sport appassionante con l’impegno e la passione necessari. I mesi positivi che abbiamo alle spalle devono servirci da stimolo, sono un punto di partenza e non un punto di arrivo”.

(a cura di Marco Patuelli e Marco Tarozzi)

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author