Doppietta per l’Unipol Banca a Reggio Emilia

Sabato è andata in archivio la settimana dei derby con il successo al Pala Dozza dell’under 15 di Giordano Consolini. Il conto è di tre vittorie su tre, grazie ai successi dell’Under 18 di Federico Vecchi, dell’Under 16 di Francesco Nieddu e, appunto, dei ragazzi di Consolini che hanno chiuso la serie.

Martedì si è aperta la settimana dei derby lungo la via Emilia tra le due società di serie A della regione che investono risorse importanti nella crescita dei giovani del proprio vivaio. L’Unipol Banca porta a casa due vittorie nette con l’under 16 di Francesco Nieddu e con l’under 14 guidata da Mattia Largo. Nel massimo campionato a cui partecipano le Vu Nere allungo in vetta alla classifica per la squadra di Federico Vecchi dopo la vittoria esterna a Imola.

UNDER 18 L’Unipol Banca vince a Imola e allunga in classifica
International Imola-Unipol Banca Virtus Bologna 41-84

(14-20, 21-46, 31-69)

IMOLA: Burresi, Quaiotto 4, Lanzoni 11, Pelliconi, Bertazzoli 13, Wiltshire 1, Obradovic 4, Pasquali 2, Guaglione 4, Zurma 2. All. Fiera

VIRTUS BOLOGNA: Pajola, Graziani 5, Orsi 2, Gianninoni 4, Petrovic, Giuliani 4, Nanni 6, Carella 16, Rubbini 11, Rossi 12, Cerulli 12, Ranocchi 12. All. Vecchi

L’Unipol Banca vince sul campo dell’International Imola. Prima giornata di ritorno caratterizzata da assenze da ambo le parti. Per i bianconeri Pajola è in panchina per onor di firma a cui si aggiungono Papotti e i lungodegenti Petrovic e Penna. I padroni di casa, già privi di Burresi, devono fare a meno dopo pochi minuti di Pelliconi. Il primo break della partita è bianconero, ma la reazione di Imola permette di ricucire lo strappo al 20-14 della prima sirena. Dal secondo quarto in poi il divario aumenta gradualmente fino alla sirena finale

Classifica: Unipol Banca Virtus Bologna 12; Crabs Rimini, Fortitudo 103 Academy Bologna 8; Santarcangelo, Salus Bologna 4; International Imola 0.

Prossimo turno: Unipol Banca-Salus Bologna, giovedì 5 novembre, ore 20.45, Palestra Porelli.
UNDER 16 I ragazzi di Nieddu vincono e convincono a Reggio
Grissin Bon Reggio Emilia-Unipol Banca Virtus Bologna 73-104

(17-14, 41-46, 54-80)

REGGIO EMILIA: Cremaschi 8, Catti, Aguzzoli 14, Zocca 7, Zampogna 5, Bertolini 7, Azzali, Carrara 2, Golfieri, Piccinocchi 5, Cherubini 1, Tchewa 24. All. Paladini

VIRTUS BOLOGNA: Labate 2, Bianchi 1, Giuliani 13, Salsini 23, Nanni 22, Cesari 10, Mazzocchi, Bartolini 10, Rosa, Bertuzzi 4, Lorusso 11, Saddi 8. All. Nieddu

Nella terza giornata del campionato under 16 eccellenza l’Unipol Banca vince in trasferta sul campo della Pallacanestro Reggiana. Con un buon parziale iniziale la squadra di Nieddu è in vantaggio 4-12 a metà quarto. I padroni di casa si accendono e con un paio di disattenzioni dei bianconeri riescono ad impattare e superare, chiudendo a + 3 alla prima sirena. Nel secondo i giovani bianconeri riprendono il pallino del gioco, concretizzando recuperi in buoni canestri in contropiede: +5 il vantaggio esterno all’intervallo. Nel terzo quarto il divario grazie alle giocate di squadra della Vu Nere aumenta fino al 54-80 dell’ultimo mini intervallo. 73-104 il punteggio alla sirena finale dopo un ultimo quarto in cui ritmi in campo di entrambe le squadre sono alti.

Classifica: Unipol Banca, BSL San Lazzaro 6; Fortitudo 103, Santarcangelo, Crabs Rimini 4; Reggio Emilia, Pontevecchio, Salus 2; Masi, Forlì 0.

Prossimo turno: Unipol Banca-Crabs Rimini, martedì 3 novembre ore 20.45, Palestra Porelli.

UNDER 15 L’Unipol Banca vince il derby al Pala Dozza
Fortitudo 103 Academy- Unipol Banca Virtus Bologna 81-86

(21-22, 40-46, 64-60)

FORTITUDO: Vicini Ronchetti, Berti 2, Calatraba 3, Giovannini, Jussi 1, Prunotto 2, Zanetti 57, Schiavina, Magnolfi 4, Zecchini, Mastroianni 6, Veneroso 6. All. Pampani

VIRTUS BOLOGNA: Deri 18, Nicoli 8,Boni 13, Nicolini, Corradini 11, Guidi 4, Lucarini, Bianchini 10, Lambertini 5, Casarini 1, Perini 9. All. Consolini

Terzo derby giovanile nel giro di una manciata di giorni e terzo successo per l’Unipol Banca che, dopo i derby under 16 e under 18, vince al Pala Dozza anche il derby under 15 . La squadra di Consolini si aggiudica una gara non senza patemi. L’equilibrio regna da subito, le squadre si affrontano a viso aperto ed il punteggio è altalenante. Le Vu Nere faticano a contenere Zanetti che chiuderà con 57 punti realizzati, di contro attaccano di squadra cercando di spingere in contropiede ma commettendo parecchi errori nelle conclusioni. La partita continua con le due compagini in campo che si alternano nella conduzione del punteggio, senza che nessuna riesca a prendere il sopravento sull’altra. Alla fine dei primi due quarti qualche lunghezza di vantaggio per la Virtus sul 46-40. Nel terzo quarto fiammata dei padroni di casa che, con due bombe consecutive di Zanetti, dà l’inerzia ai suoi. I giovani bianconeri non ci stanno e con il gioco corale, qualche recupero difensivo trasformato in contropiede, impattano ed allungano. Questa volta il piccolo vantaggio risulta decisivo e l’Unipol Banca porta a casa la vittoria al termine di una bella partita, molto combattuta ma corretta.

Classifica: Pallacanestro Reggiana, Crabs Rimini 6; Unipol Banca, Fortitudo 103, Ginnastica Fortitudo 4; Masi, International Imola, Compagnia dell’Albero 2; Pontevecchio, Bsl San Lazzaro 0.

Prossimo turno: Unipol Banca-International Imola, venerdì 30 ottobre, ore 20.45, Palestra Porelli.
UNDER 14 L’Unipol Banca vince a Reggio Emilia
Grissin Bon Reggio Emilia-Unipol Banca Virtus Bologna 64-89

(16-27, 34-49, 44-64)

REGGIO EMILIA: La Rocca 12, Lusvarghi 5, Franceschini 2, Campani, Marino, Branchini 28, Carpi, Saccone 10, Piccinini, Riccò 7, Bertoldi, Foroni. All. Paladini

VIRTUS BOLOGNA: Tinti 2, Bortolani 4, Verde 3, Alberti 4, Maini, Solaroli 13, Lullo 8, Orsi 16, Masetti, Battilani 13, Tomba 9, Guastamacchia 17. All. Largo

L’Unipol Banca ottiene la quinta vittoria in altrettante partite nel campionato under 14 elite. La squadra di Largo ha mostrato un buon gioco di squadra nell’arco dei quaranta minuti di gioco, tanta aggressività in difesa ma con qualche distrazione che ha permesso agli avversari di trovare canestri facili.

Classifica: Unipol Banca 10; Pontevecchio 8; Pallacanestro Reggiana, Piacenza, San Mamolo, Ginnastica Fortitudo 6; Vis Ferrara, Basket 2000 Reggio Emilia, Vignola 2; Salus, Masi, Monte San Pietro, Correggio 0.

Prossimo turno: Unipol Banca-Salus Bologna, sabato 7 novembre, ore 19.30, Palestra Porelli.


UNDER 13 Settimana di riposo per la squadra di D’Atri prima della trasferta a Correggio

Classifica: Unipol Banca, Masi, Pontevecchio 4; Correggio, Modena 2; Vignola, Cus Parma, Salus 0.

Prossimo turno: Correggio-Unipol Banca, mercoledì 4 novembre, ore 18.15, Palestra Marconi.

ESORDIENTI Inizierà tra qualche settimana il campionato Esordienti della squadra guidata da Riccardo Pezzoli che si sta preparando all’inizio delle partite ufficiali con allenamenti, tornei e amichevoli.

UNIPOL BANCA TRA LE 32 SQUADRE DELL’EUROLEAGUE NEXT GENERATION TOURNAMENT Ci sarà anche la formazione Under 18 di Unipol Banca, guidata da Federico Vecchi, alla 14ma edizione dell’Euroleague Basketball Adidas Next Generation Tornament, la rassegna ufficiale dell’Eurolega che mette in vetrina i migliori team juniores, che rappresentano il futuro del basket europeo. In tutto 32 squadre, in rappresentanza di 15 nazioni, che si daranno battaglia in quattro tornei da otto, da ognuno dei quali uscirà un team vincitore che andrà a giocarsi la Final Four a Berlino, dal 12 al 15 maggio 2016.

La Virtus griffata Unipol Banca sarà impegnata nel girone di qualificazione di Roma, dal 27 al 29 dicembre. In compagnia di formazioni di grande tradizione, anche per quanto riguarda l’attenzione per il settore giovanile: Efes Istanbul, Armani Junior Milano, Cska Mosca, Mega Leks Belgrado, Stella Azzurra Basketball Academy Roma, Umana Reyer Venezia e Unicaja Malaga.

L’INTERVISTA DELLA SETTIMANA

FRANCESCO NIEDDU

Dalla Libertas San Felice, dove capì che la strada era quella del basket da insegnare, alla palestra Porelli, piccolo grande tempio della virtussinità. In mezzo, Francesco Nieddu ha accumulato esperienze diverse e, assicura, tutte importanti per accrescere un bagaglio tecnico di primissimo ordine.

“Uno dei miei ultimi allenatori, quando giocavo, è stato Ennio Zazzaroni, oggi Ds a Vigarano. Lui mi diceva che allenare era la mia strada, e ho iniziato alla Libertas, dove avevo smesso da giocatore. Gli anni della formazione sono stati quelli di San Lazzaro, dove con Roberto Rocca ho imparato il mestiere dell’allenatore, iniziando con pochi gruppi in una società piccola come i Cinghioss. Poi sfociati nel Bsl, fino alla dimensione che conosciamo ora. Un percorso formativo anche dal punto di vista di gestione e organizzazione”.

L’occasione di approdare a una prima squadra è arrivata presto. Tanto da farti vivere l’esperienza di essere il coach di ragazzi più grandi di te.

“Ero assistente della squadra in D e dopo un po’ mi sono trovato a guidarla. Non ho avuto particolari problemi, perché sono uno piuttosto predisposto all’ascolto. Anche io ho imparato molto, nell’immediato forse più di quanto ho dato. Ma devo dire che mi è successo tutto: da giovane ho avuto squadre senior molto esperte, come ne ho avute di molto giovani. Più tardi, squadre molto giovani e io non lo ero più tanto… C’è stata anche la parentesi femminile, che ho voluto fortemente. Tutte le combinazioni possibili. E credo che avere sperimentato situazioni così diverse sia stato parecchio utile”.

Dopo il lungo periodo sanlazzarese, un’altra avventura pluriennale a Lugo. Con la voglia di allontanarsi da casa per esplorare realtà nuove e diverse.

“A Lugo dopo il primo anno è venuto un po’ a mancare il senso del progetto iniziale. Ma dopo dieci anni vissuti a San Lazzaro stare qualche stagione lontano da Bologna è stato altrettanto formativo, soprattutto dal punto di vista umano. Devo dire che anche la proposta del settore femminile mi ha incuriosito, era un mondo che volevo esplorare”.

Da quest’anno, il nuovo mondo su cui lavorare si chiama Virtus. Come è nata l’occasione?

“Prima di tutto grazie a Federico Vecchi, con cui ci eravamo sfiorati a San Lazzaro e poi avevamo collaborato col Cna per i corsi allenatori. Venivo da un anno a Rimini, stavamo chiudendo per proseguire la collaborazione quando mi è stata fatta questa proposta che ho accettato d’istinto. Detto sinceramente, anche rimangiandomi anche un po’ la parola con Rimini, dove ero stato bene. Ma l’occasione era prestigiosa, e poter lavorare con Federico mi stimolava”.

Un segnale di fiducia, anche: Vecchi ti ha voluto accanto nell’Under 18 e ti ha affidato l’Under 16.

“La decisione immediata viene da questi particolari: la presenza di molte persone che conosco e stimo, come Federico ma anche come Daniele Cavicchi, con cui abbiamo diviso parte del percorso di formazione, o come Marco Patuelli; e il fatto di avere un ruolo non marginale in un società così blasonata”.

Entrare alla palestra Porelli da tecnico della Virtus fa un bell’effetto?

“Bello e un po’ strano. Come tanti giovani allenatori a Bologna, venivo qui a vedere allenare Sanguettoli, Consolini e altri grandi tecnici. Entrarci da allenatore nell’immediato impressiona. Poi entri nel ruolo e cerchi di fare al meglio il tuo lavoro”.

Il futuro prossimo dell’Under 18, nella quale collabori con Vecchi, e dell’Under 16 di cui sei prima guida?

“Hanno in comune il fatto di aver dovuto assimilare un sistema nuovo, con staff completamente rinnovati, dal capoallenatore al preparatore fisico. Ora vediamo una crescita abbastanza costante. Le partite finora sono state più abbordabili per quanto riguarda l’Under 18, più equilibrate per i ragazzi dell’Under 16. Più avanti, quando per esempio la squadra maggiore avrà recuperato gente come Petrovic e Penna, avremo nuove verifiche. Ma è il lavoro in palestra che ci dà le risposte più importanti”.

Nelle foto:
– L’Under 16 che ha vinto a Reggio Emilia
– Francesco Nieddu, a sinistra nella foto, insieme a Federico Vecchi

Commenta
(Visited 49 times, 1 visits today)

About The Author