Dopo due overtime, Casapulla espugna Casavatore 80-87

Bk Neapolis Casavatore – Irtet Bk Casapulla       80-87   d2ts   (22-11, 34-29, 57-46, 68-68, 74-74) 

BK NEAPOLIS CASAVATORE

Nastri 7, Cavallaro 22, Acanfora 2, Illiano 5, Angelino, Di Cristoforo, Riccio 27, Esposito M. 3, Vivolo 3, Capuano 11, Esposito G. ne. All. Cupito

IRTET CASAPULLA

Delli Paoli ne, Di Lorenzo 28, Del Prete ne, Bonsignore 16, D’Orta 16, Olivetti 4, Fusco ne, Damiano 3, Tartaglione ne, Lillo G. 2, D’Aiello 18. All. Monteforte

 

Impresa epica dell’Irtet Casapulla che dopo ben due overtime espugna il Centro Sportivo Nestore, battendo 80-87 il Basket Neapolis Casavatore ed interrompendo così una striscia negativa che durava da sette turni.

Anche stavolta i gialloviola di coach Francesco Monteforte devono fare i conti con la Dea bendata ed arrivano a questo scontro salvezza con soli sette elementi a referto, più quattro giovanissimi, complici le assenze di Nacca e Avella, a meno di 48 ore dal tonfo interno con lo Stabia.

Pronti, via ed è un monologo dei padroni di casa, spinti da un Capuano monumentale che in vernice detta legge e griffa 7 dei primi 11 punti dei suoi. I gialloviola faticano a carburare e trovano giusto un canestro di D’Aiello ed un libero di D’Orta nei primi 8’, sprofondando sul 21-3 sotto le triple di Riccio ed Esposito. Pian piano però la truppa casapullese comincia a vedere la luce e rosicchia qualcosina grazie a D’Orta e Di Lorenzo viene giusto doppiata alla prima pausa (22-11 al 10’). La maggiore concentrazione in difesa dei gialloviola compensa l’ennesimo tributo pagato alla sorte, in quanto Marco Olivetti dice temporaneamente ‘arrivederci’ al match a causa di uno scavigliamento. Bonsignore e D’Aiello riavvicinano i viaggianti, ma la produzione di Nastri ed un paio di triple dell’onnipresente Riccio mantengono a distanza di sicurezza i locali. L’Irtet però è viva e trascinata dai 7 punti consecutivi di D’Orta dimezza lo svantaggio all’intervallo lungo (34-29 al 20’).

Al rientro i partenopei non vogliono lasciarsi scappare l’occasione di battere una diretta concorrente per la salvezza e tornano a sfruttare maggiormente le vie interne. Capuano e soprattutto Cavallaro fanno il vuoto sotto le plance, nonostante un D’Aiello che infila 6 dei primi 8 punti dei suoi nel periodo. Damiano (dai 6,75) dà una mano, ma l’aggressività e la difesa fisica dei rivali si fa sentire. Riccio trova con regolarità il fondo della retina ed il Casapulla muove per lo più lo score a cronometro fermo, inseguendo 57-46 al 30’. Il Neapolis paga però una situazione falli pesante, con molti uomini al limite. L’inerzia passa nelle mani del Casapulla che trascinata dai 15 punti in tandem di Di Lorenzo e D’Aiello mette la freccia. Cinque punti di fila di Bonsignore in vista del traguardo sembrano mettere la parola fine al match, ma la parità non si schioda e si va all’overtime.

Nel prolungamento i team devono fare a meno dei propri pivot (Capuano e D’Aiello out per falli) e la stanchezza la fa da padrone. Si segna col contagocce e se i locali vanno sul +3 grazie ai liberi di  Riccio e Cavallaro, Di Lorenzo non trema dalla lunetta ed infila ben sei personali (71-74 al 44’). Sembra oramai fatta per l’Irtet, ma Riccio esplode la bomba del pari con 8” da giocare e prolunga la contesa di ulteriori 5’. Il Casavatore arriva nel secondo supplementare con gli uomini contati e, dopo le fiammate di Cavallaro ed Illiano (tripla), cede il passo al rientro del team di stanza sull’Appia. A causa dell’uscita di Damiano, uno stoico Olivetti è costretto a rientrare in campo ed assieme a Di Lorenzo (top scorer del match con 28 punti a referto) e Bonsignore confeziona la fuga vincente, anche perché i rivali non segnano praticamente più e l’Irtet passa 80-87.

Ufficio Stampa Basket Casapulla

Commenta
(Visited 86 times, 1 visits today)

About The Author