Due partite “vere” tra Turchia e Tunisia nel memorial “Diego Pini”

Bormio, 8 agosto 2015. Basket internazionale e spettacolo con i campioni Nba in campo a Bormio per il memorial dedicato a Diego Pini, dirigente che ha lasciato una traccia indelebile nel mondo del basket.

La capitale della pallacanestro estiva ha visto scendere sul parquet del Pentagono le nazionali di Turchia e Tunisia, all’8° e al 23° posto del ranking Fiba, in preparazione dei FIBA AfroBasket 2015 (19-30 agosto) ed EuroBasket 2015 (5-20 settembre).

Lo diciamo subito, sono state partite vere e i coach hanno ruotato tutti i giocatori a disposizione.

Nella prima partita di giovedì, dopo due quarti soft, con la Turchia agevolmente in vantaggio, anche grazie alla maggiore stazza fisica, il match di amichevole ha avuto ben poco a spartire, con anche qualche colpo proibito volato da entrambe le parti. Ergin Ataman ha fatto esordire il neo turco Bobby Dixon, ma il palcoscenico lo ha preso Michael Roll: il tunisino, di origine USA, ha bucato la retina a ripetizione lasciando intuire di avere delle potenzialità da Eurolega. Tunisia che ha finito per imporsi, forse aiutata anche dalla maggiore freschezza atletica, essendo ormai vicina all’esordio ad AfroBasket.

Venerdì Ataman ha deciso di schierare Ersan İlyasova dei Detroit Pistons e Furkan Aldemir dei Philadelphia 76ers, mentre è rimasto ancora a riposo Sinan Güler. Coach Adel Tlatli ha risposto facendo esordire i 2,17 metri di Salah Mejri dei Dallas Mavericks.

Il primo giocatore tunisino a giocare nell’Nba è stato tra i più attivi in campo, ma tutti 40 minuti sono stati “veri”, con difese al massimo delle forze e turchi che hanno fatto capire subito che non avrebbero ceduto nuovamente. Ma la Tunisia non è stata da meno e ne è uscita una partita equilibrata che ha divertito il numeroso pubblico presente sulle tribune, con la Turchia uscita vincitrice con una migliore gestione degli ultimi possessi. Senza dubbio il giocatore con il maggiore impatto sul match è stato Ersan İlyasova, che è sembrato un gradino sopra tutti gli altri.

Bilancio del torneo più che positivo, organizzatori e pubblico soddisfatti, e ancora una volta basket d’elite per la Valtellina, grazie a tutto quanto seminato nella sua lunga carriera dall’indimenticabile, e indimenticato, Diego Pini, a cui è andato il saluto di tutti i partecipanti.

Parziali gara 1: Turchia-Tunisia 25-14 47-40 70-62 81-92

Parziali gara 2: Turchia-Tunisia 16-15 37-37 52-53 77-72

Ora manca il tassello finale, il Valtellina Basket Circuit, la creazione di Pini più conosciuta. Dopo Olimpia Milano EA7, Gaziantep Spor, Darussafaka Istanbul, Galatasaray Istanbul, Tigers Lugano e Monaco nuove iscrizioni sono appena arrivate dal Belgio con Charleroi e Anversa.

Il calendario non è ancora pronto e, come sempre, fino all’ultimo potranno esserci delle sorprese, ma ci sono le prime date delle partite di Milano, che giocherà a Bormio il 29 agosto alle ore 21 (avversario da definire) e il 2 settembre alle 18 contro il Darussafaka.

Segnaliamo che al momento non esistono altre informazioni ufficiali sulle partite che le squadre iscritte al Valtellina Basket Circuit svolgeranno durante il ritiro in provincia di Sondrio.

 

Dal 1968 la provincia di Sondrio ospita il Valtellina Basket Circuit, un torneo di pallacanestro che coinvolge  le grandi squadre del basket italiano ed europeo. In Valtellina le squadre disputano amichevoli precampionato e si allenano in preparazione della stagione agonistica. Michael Jordan è stato il protagonista indiscusso del circuito in ben due occasioni, nel 1985 e 1990.

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author