Due sconfitte ma buone indicazioni per il Salerno Basket al Memorial Gavagnin

 

Coach Russo: “Con Stabia era gara insidiosa. Miglioriamo letture offensive e spaziature”

 

Altra tappa d’avvicinamento al campionato di Serie A2 femminile per il Salerno Basket ’92, che nella due giorni del Memorial Giovanni Gavagnin mette ancora minuti nelle gambe e prova ad aumentare l’intesa sul parquet del rinnovatissimo roster guidato da Roberto Russo. Una preventivabile sconfitta (68-36) sabato contro la Dike Napoli, compagine di Serie A1 della fresca ex Dentamaro, un’altra meno invece rimediata ieri contro il Basket Stabia, squadra di pari categoria. Amaro in bocca solo per il risultato, frutto di un ultimo quarto in cui le granatine hanno scialacquato il convincente vantaggio detenuto fino alla mezzora di gioco: 17-22, 35-36 e 42-48 i parziali prima dell’accelerazione delle stabiesi. Grande intensità per Salerno nei primi tre quarti, con un’ottima prestazione di Zolfanelli (15 punti), Ceccardi (13) e Meschi (9). Peccato per l’ultimo quarto da cancellare ma le indicazioni restano positive, a due settimane dall’inizio del campionato. Sapevamo già che la gara contro Stabia sarebbe stata insidiosa dal punto di vista fisico per via delle corte rotazioni di questi due giorni e nell’ultimo periodo ne abbiamo pagato il prezzo – commenta coach Russo – Per tre quarti si è vista una squadra in crescita, che sta migliorando nelle letture offensive e nelle spaziature ma c’è da lavorare ancora tanto per diventare il tipo di squadra che abbiamo in mente. La strada è ancora lunga, del resto siamo una squadra Under 20 e dobbiamo continuare ogni giorno a crescere sia dal punto di vista tecnico che mentale, lavorando su ogni singolo dettaglio, mantenendo sempre questo entusiasmo”.

 

Ufficio stampa Salerno Basket ‘92

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author