Dueesse Martina, coach Russo: "Contro Ecoelpidiense una sconfitta che ci farà crescere"

La sconfitta arrivata contro Porto Sant’Elpidio, all’ultimo secondo del primo supplementare, non può non lasciar l’amaro in bocca in casa DueEsse. Soprattutto per come era stata impostata la partita da coach Russo e dal suo staff che, nonostante la piena emergenza per via degli infortuni a Marra e D’Arrigo, era riuscito a trovare le giuste risposte dagli effettivi mandati in campo, tra cui si è contraddistinto l’under martinese Alessandro Caroli, autore di un’ottima prova. “È un vero peccato, afferma Russo – perché eravamo riusciti a tenere in mano la partita fino alla fine, pur con tutti i problemi derivati dalle risicate rotazioni. Alessandro Caroli ha dato dei minuti molto importanti e questa è una delle note positive che ci portiamo a casa guardano al futuro, vista l’importanza di poter contare su un uomo in più in un momento difficile come questo, per via dei tanti infortuni. Giocare senza due esterni di riferimento come D’Arrigo e Marra ci ha messo in difficoltà, ma nonostante ciò siamo stati bravi a portare la palla dentro e ad affrontare bene le loro difese tattiche. Abbiamo pagato la gestione dei minuti finali, non tanto del supplementare in cui ha influito un episodio, ma bensì durante il 40° minuto in cui eravamo in vantaggio e per via probabilmente dell’inesperienza non abbiamo sfruttato il bonus falli a nostro favore, perdendo palla e subendo la tripla del pareggio. I ragazzi sono dispiaciuti perché ci hanno provato in tutti i modi ma per questo vogliamo riscattarci al più presto”.

Gli episodi e le disattenzioni spesso vengono pagate nei finali punto a punto e, a differenza di quanto successo con Bisceglie, la DueEsse ha peccato di superficialità anche per via della scarsa lucidità nel termine di gara: “questi errori devono servire a crescere per imparare a gestire in futuro i momenti topici del match. Sappiamo di avere dei ragazzi che non hanno mai gestito questi momenti nella loro giovane carriera ed è su questi accorgimenti che stiamo lavorando duramente, in modo da evitare gli stessi errori che domenica, come in precedenza, sono stati commessi per via della troppa foga o voglia di recuperare. Questa è la verità che caratterizza un gruppo molto giovane come il nostro, che ha bisogno di trovare la giusta disciplina tattica per portare a termine il piano partita e fare il definitivo salto di qualità”.

Per arrivare a quell’equilibrio tattico tanto richiesto da Aldo Russo e necessario a migliorare i risultati nel girone di ritorno, sarà in primis fondamentale il recupero di tutti gli infortunati. “Ci stiamo allenando con grandissima difficoltà da diverse settimane, compiendo ulteriori sforzi negli elementi a disposizione e lavorando individualmente su chi fino ad ora ha avuto meno spazio come i nostri under. Dobbiamo fare di necessità virtù in quanto non sono abituato a lamentarmi e a cercare alibi, ma è evidente che senza D’Arrigo e Marra, che era stato il nostro migliore realizzatore fino allo stop, qualcosa perdiamo. Dobbiamo mantenere l’intensità cercando un equilibrio nuovo, necessario ad affrontare con determinazione e serenità il girone di ritorno a cominciare dall’ultima gara d’andata a Campli che non sarà facile. Certo, arrivare a questa sfida con 10 punti sarebbe stato ottimo, ma non ci disperiamo e continuiamo a lavorare duramente per avere maggiore consapevolezza in noi stessi e disputare col coltello tra i denti gli scontri diretti che al ritorno potranno permetterci di guadagnare quanti più punti possibili in classifica”.

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author