Duesse Martina, parla Fernando Marengo: "Fortunato ad indossare questa maglia"

La DueEsse Basket Martina prepara il suo esordio casalingo in campionato dopo la sconfitta nel primo match di Senigallia. Avversario di turno la MD Discount Monteroni di Mocavero e Alessandro Potì, reduce dalla larga vittoria interna contro Vasto. Gli arancioblu di coach Aldo Russo sono alla ricerca dei primi 2 punti da regalare ai propri tifosi e per farlo dovranno dimostrare di aver trovato la giusta quadratura, cosa non semplice trattandosi di un roster “quasi” completamente rinnovato rispetto alla scorsa stagione. Quel quasi corrisponde al nome di Fernando Marengo, unico rappresentante dello scorso anno e tassello importante per i meccanismi di coach Russo che si affida alla “garra” dell’argentino come stimolo per i nuovi.

D: Ciao Fernando, che effetto fa ritornare a giocare al Pala Wojtyla?

R: Tornare a giocare a Martina è come tornare a casa, è un effetto bellissimo che prova solo chi ha giocato qui.

D: Sei l’unico rimasto del roster dello scorso anno. Ti senti più responsabilizzato per questo?

R: Più che responsabilizzato mi sento fortunato ad indossare nuovamente questa maglia.

D: Come hai preso la notizia della tua riconferma?

R: Appena mi ricevuta la telefonata di coach Russo ero felicissimo.

D: Può essere un vantaggio per te conoscere già alcuni meccanismi di gioco di coach Russo?

R: Sicuramente è un vantaggio non da poco, alla luce anche dei nuovi metodi di gioco che andremo ad adottare.

D: In cosa pensi di migliorare rispetto alla scorsa stagione?

R: Spero di poter avere un miglioramento a 360° e insieme ai miei compagni stiamo lavorando tutti i giorni per essere più completi.

D: Quali consigli hai dato ai tuoi due nuovi compagni argentini D’Arrigo e Bergamin?

R: Di lavorare duro e dare sempre il 100% per la DueEsse.

D: Siete una gruppo completamente nuovo. Quanto tempo ci vorrà per essere al top come squadra?

R: Ci vuole ancora tempo visto che siamo partiti incompleti, anche se giorno dopo giorno il gruppo inizia a conoscersi sempre più. Ad oggi non posso dire quanto potrà durare questo processo di crescita ma sono certo che in futuro ci divertiremo, togliendoci diverse soddisfazioni.

D: Cosa non ha funzionato a Senigallia?

R: Non abbiamo eseguito il piano partita durante tutta la gara. Quando lo abbiamo fatto siamo riusciti a rientrare in partita.

D: Quanti margini di crescita avete?

R: I margini di crescita di questa squadra sono enormi, siamo giovani dalla fame di vittoria e abbiamo solo bisogno di tempo per ingranare del tutto.

D: Dove pensi possa arrivare la DueEsse in questo campionato?

R: Per ora pensiamo solo a centrare la salvezza. Credo che questo gruppo potrà fare sempre meglio in futuro, ma dobbiamo procedere un passo per volta.

D: Domenica arriva una delle candidate ai playoff: la MD Discount Monteroni di Mocavero e Alessandro Potì. Dopo la prima sconfitta in campionato con che spirito lo affronterete, visto anche che lo scorso anno è stata una delle poche squadre a vincere a Martina?

R: Dovremo affrontare sempre ogni avversario con lo stesso spirito combattivo. Monteroni è una squadra dalle ottime individualità, oltre ad avere diversi giocatori che giocano assieme da tanti anni. Per vincere occorrerà essere uniti il più possibile in campo.

D: Il pubblico, come a Senigallia, sarà un’arma in più?

R: Sicuramente! Il nostro è un pubblico di categoria superiore.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author