Dynamic Venafro, subito stop all'esordio contro Scauri

SCAURI BASKET – DYNAMIC VENAFRO

105-51

SCAURI BASKET: Bertoldo 16, Richotti 8, Bagnoli 22, Salvadori 7, Sbodova 16, Giammò 11, Odone 4, Lombardo 15, Scampone 1, Martino, Pimpinella 7.

DYNAMIC VENAFRO: Brusello 8, Loughlimi 7, Chiari 10, Minchella 16, Cardarelli 1, Durante 2, Capuano 6, Montanaro, Cancelli 1, D’Amico.

 

Attutire i colpi, reggere agli urti. È questa l’impostazione della nuova Dynamic Venafro. Resistere, anche quando gli urti si concretizzano in un gap di 54 punti con cui si apre la stagione 2015/2016.

Niente di nuovo rispetto alle attese della vigilia, soprattutto per una squadra di giovanissimi che si è presentata al primo appuntamento con la regular season senza due fondamentali elementi del quintetto, Fossati e Tamburrini, ancora in fase di recupero, e con un Loughlimi lontano dalla piena forma fisica.

Una partita priva di slanci emotivi quella che si è giocata ieri a Scauri, contro una formazione dall’ottimo quintetto.

Bertoldo, Richotti, Bagnoli, Salvadori e l’argentino Ariel Sbodova i primi cinque schierati da coach Tiziano Addessi e trenta i punti messi a segno nel solo primo quarto dalla formazione di casa.

I venafrani subiscono i colpi e continuano ad incassare senza riuscire a trovare la via del canestro. Appena 8 i punti segnati a referto nella prima frazione, quasi tutti dalle mani del capitano Minchella che si carica la squadra sulle spalle.

La doppia cifra arriva solo nel secondo quarto, il più equilibrato malgrado tutto, con un parziale di 24-13 sulla sirena che manda tutti negli spogliatoi.

La ripresa non vede modificarsi le carte in tavola.

Scauri mette a segno altri 30 punti in dieci minuti, non c’è partita, tutto si risolve in poco più di una parata scenografica, una rassegna senza fine di retine violate.

Il punteggio finale giganteggia sui tabelloni luminosi di un palazzetto sempre festante ed entusiasta del risultato.

Dei 105 punti dei padroni di casa, 38 vengono dalla panchina, con Lombardo e Giammò in doppia cifra. Ottima prova anche di Bagnoli, autore di una doppia-doppia con 22 punti e 15 rimbalzi, e Richotti che chiude con ben 13 assist e 8 punti.

Una squadra, quella di Scauri, che nel complesso ha tirato con il 60% da due e con oltre il 52% da tre.

Molte le dinamiche da rivedere in casa Venafro, dove però i margini di miglioramento sono molto ampi.

In doppia cifra solo Minchella (top scorer gialloblù con 16 punti) e Chiari (10 punti e 6 rimbalzi).

Troppe le palle perse (19 contro le 6 dei padroni di casa) e percentuali ancora basse al tiro (31% da due e 29% da tre).

È una squadra ancora in formazione la “Al discount” Dynamic Venafro, che però, al prossimo turno, incontrerà tra le mura amiche il Planet Catanzaro (reduce dalla sconfitta casalinga con Eurobasket Roma per 50-90), sua diretta concorrente per l’obiettivo salvezza.

Bisogna dunque buttarsi alle spalle il non facile esordio e pensare alla gara di domenica con la consapevolezza di sostenere il primo vero test decisivo della stagione.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author