È un derby amaro per il Fila, Venezia infligge il primo stop interno

Fila San Martino – Umana Reyer Venezia  72-83

BASKET SAN MARTINO: Filippi 13 (1/2, 3/5), Favento 2 (1/2, 0/2), Tonello ne, Bailey 16 (7/9, 0/3), Beraldo ne, Pascalau 10 (4/8), Gianolla 9 (3/7, 0/1), Sbrissa 2 (1/2), Fabbri 4 (2/5), Davis 16 (2/5, 3/4). All. Abignente.
REYER VENEZIA: Carangelo 6 (1/2, 1/4), Christmas 30 (10/13, 1/3), Pan 12 (0/1, 4/6), Bagnara, Sandri 5 (1/1, 1/2), Formica 6 (3/7), Ruzickova 8 (4/7, 0/2), Dotto 6 (0/4, 2/2), Cubaj, Fontenette 10 (5/10). All. Liberalotto.
ARBITRI: Di Toro di Perugia, Costa di Livorno e Maschio di Firenze.
PARZIALI: 20-22, 36-41, 47-55.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Sandri (7′), Pan (30′). Tiri da due: San Martino 21/40, Venezia 24/45. Tiri da tre: San Martino 6/15, Venezia 9/19. Tiri liberi: San Martino 12/13, Venezia 8/10. Rimbalzi: San Martino 27 (Pascalau 9), Venezia 34 (Christmas e Fontenette 9). Assist: San Martino 15 (Gianolla 7), Venezia 10 (Formica e Ruzickova 3).

Davanti alle telecamere di Sportitalia non riesce l’impresa al Fila, costretto a cedere il passo alla Reyer nel derby veneto del 15° turno di Almo Nature Cup. Le Lupe, che affrontavano l’impegno senza Tonello, Beraldo (entrambe in panchina solo per onor di firma), Amabiglia e Fassina (impegnate nel derby Under 18 Elite del pomeriggio) e con Favento reduce da un solo allenamento in settimana per il colpo all’occhio subito con Napoli, hanno retto le avversarie nel primo tempo, e nella ripresa – pur costrette sempre a inseguire – non hanno mai mollato. Ma alla fine si sono dovute arrendere a quella che è la prima sconfitta casalinga in campionato dopo sei vittorie.

1° QUARTO. San Martino prova subito a partire forte, sospinta da un tifo calorosissimo (6-2 dopo 2′), ma dall’altra parte Venezia non è da meno, e quando Caterina Dotto infila la tripla del 6-11, a conclusione di un break di 9-0, coach Abignente è già costretto al timeout. Gianolla e Pascalau riequilibrano subito le cose, e poi è il furto di Bailey a consentirle il viaggio in lunetta per il sorpasso (16-15 al 7′). Dall’altra parte Christmas è perfetta al tiro (11 punti e 4/4 nel primo quarto), Filippi le risponde senza esitazioni ma a chiudere la prima frazione avanti di un’incollatura è Venezia, con il canestro di Carangelo per il 20-22.

2° QUARTO. Si riparte e c’è ancora equilibrio, con Davis a replicare con due bombe a quella di Carangelo (28-25 al 13′). Al 15′ brivido per le ospiti quando Christmas cade male dopo una lotta a rimbalzo, ma l’americana rientrerà nel secondo tempo e farà ancora la differenza. Il Fila rimane avanti con Sbrissa, abile a firmare il piazzato del 32-28, ma è ancora una bomba dell’ex Dotto a ribaltare la situazione un attimo dopo (32-33 al 17′). Il match rimane punto a punto, almeno fino agli ultimi 30″, quando due triple consecutive di Pan (saranno 9 su 19 tentativi alle fine per le ospiti) valgono alla Reyer un mini-allungo (36-41) e spostano l’inerzia.

3° QUARTO. Rientra meglio dagli spogliatoi la formazione orogranata, che con un 4-0 sale sul +9 (36-45). San Martino ora per la prima volta è davvero in difficoltà, in attacco perde palloni e non trova più la retina, e quando Pan infila un’altra tripla – stavolta di tabella – il divario è salito a 14 lunghezze (36-50). Ci vogliono quasi 6′ alle giallonere per rompere il ghiaccio, con Filippi, che subito dopo la mette anche da fuori. San Martino è brava a crederci e con Fabbri ritrova il -6 (47-53), prima del canestro di Formica che ancora una volta fa chiudere la frazione con il sorriso all’Umana.

4° QUARTO. Il Fila vuole giocarsi le ultime cartucce: Davis va ancora a segno da fuori per il -5, e poco dopo la stessa americana segna con il fallo portando il tabellone sul 55-59 (32′). Ruzickova però non sbaglia un colpo, e Christmas in contropiede va a segnare col fallo per il nuovo +9 (55-64). È un’accelerazione che fa malissimo alla squadra di casa, con coach Abignente costretto a chiamare i suoi ultimi due time-out nello spazio di 2′. Non basta a cambiare le cose, perché sebbene San Martino ci provi fino in fondo, dall’altra parte Christmas è inarrestabile (16 punti solo nell’ultimo quarto per lei, 30 in totale con un eloquente 43 di valutazione), e il derby ha ormai preso la strada delle orogranata.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author