Ecodelt Alpo, alle porte un ciclo terribile

Si apre domani sera un ciclo terribile per l’Ecodent Alpo che nel giro di una settimana affronterà le prime tre forze del girone B. Il test più difficile è sicuramente quello di domani sera, allorquando arriverà ad Alpo la capolista PFF Group Ferrara, squadra che punta decisamente al salto di categoria. Seguirà la trasferta a Vicenza nel turno infrassettimanale di mercoledì prossimo e il match casaligno con Crema sabato 8 novembre. In casa biancoblù coach Nicola Soave recupera finalmente Luisa Carraro, che ha partecipato alla trasferta di Cagliari di sabato scorso, pur non scendendo in campo. Il rientro di Terenzi è invece rinviato probabilmente alla prossima settimana: «Potrebbe rientrare mercoledì a Vicenza – ci confida il tecnico Nicola Soave – Intanto pensiamo a mettere nel nostro motore Carraro, che è fuori da troppo tempo. Per la gara di domani con Ferrara, il recupero di Luisa rappresenta già una vittoria. Ovvio che la Bonfiglioli è un avversario proibitivo per noi: si pensi solo che ha vinto di 16 punti in trasferta contro la seconda forza del girone, la differenza tra loro e noi è enorme, sarebbe davvero un’impresa per noi portare a casa di due punti». Cosa dovrete fare per arginare lo strapotere ferrarese? «Lavorare sui loro pochi punti deboli, magari sperando che ci sottovalutino. Dovremo cercare di giocarcela il più possibile, poi è chiaro che se noi facciamo il massimo e loro pure, la partita la vincono loro». Brucia ancora la sconfitta di Cagliari? «Direi proprio di sì, era una partita già chiusa a nostro favore all’inizio dell’ultimo quarto. Poi è successo di tutto: calo di concentrazione, inesperienza e alcuni fischi arbitrali che hanno girato il match. Diciamo che abbiamo pagato lo scotto del salto di categoria: in A2 quando sbagli, vieni puntualmente punito».
 
Andrea Etrari
Uff. Stampa Alpo Basket ’99

Commenta
(Visited 14 times, 1 visits today)

About The Author