Ecoelpidiense Stella, DS Pallotti: "Bilancio positivo, ma vietato distrarsi"

Metà campionato se n’è andato ed un primo parziale bilancio della stagione biancoazzurra lo abbiamo fatto col DS Marco Pallotti.

16 partite, 7 vittorie ed ottavo posto in classifica. Tutto secondo i piani….o no?
“Se guardiamo la classifica abbiamo veramente poco da lamentarci, con tutti i problemi di questi primi mesi essere ottavi è veramente un gran risultato. Anzi, ti dirò, forse meriteremmo due punti in più, la gara in casa con Monteroni ancora grida vendetta. Nonostante ciò però siamo lì, nella posizione di classifica che avevamo preventivato e dove ci sarà da lottare fino alla fine. Saranno decisivi gli scontri diretti”.

Gli scontri diretti, proprio quelli che fino ad ora ci hanno premiato.
“E per fortuna direi, abbiamo fatto molto bene con tutte le formazioni che ci guardano da sotto mentre siamo all’asciutto con chi è sopra di noi nonostante gare equilibrate, vedi con Falconara dove abbiamo buttato via due punti. Sarà estremamente importante nel girone di ritorno fare qualche risultato di prestigio per non trovarsi poi con l’acqua alla gola quando verranno le gare che contano. Gli altri ogni tanto qualche exploit lo fanno, tipo Valmontone con Montegranaro e Martina Franca con Falconara. Noi invece ancora no, in questo bisogna crescere”.

Anche quest’anno però dobbiamo far fronte all’emergenza infortuni. Il ko di Romani è stato terribile.
“L’incidente di Mirko ci ha privato del nostro lungo più esperto e di un giocatore dall’intelligenza tattica unica. Era determinante nel nostro scacchiere. Oltre a Mirko abbiamo avuto anche Tortù a mezzo servizio per alcune domeniche e come se non bastasse Del Brocco si è fatto male a Vasto quando stava tornando in condizione. Speriamo di recuperarlo presto perché è un giocatore che anche se non al 100% può fare la differenza in questa categoria, in più lui sta soffrendo molto nel non darci una mano”.

Domenica arriva Ortona, all’andata ce la giocammo per metà gara poi emerse una maggiore fisicità.
“La fisicità è un po’ la caratteristica comune a tante squadre in questo girone. Noi non possiamo permetterci pause, in casa dobbiamo cercare di fare più punti possibili anche se sappiamo che Ortona è una squadra che ti fa giocare male e allenata da un coach sapiente come Sorgentone. Daremo tutto, come sempre del resto, aspettiamo tanti tifosi al Palas per assistere ad un grande spettacolo come con San Severo, dall’epilogo però diverso”.

Marco Biagetti

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author