Emporio Armani Milano - Betaland Capo d'Orlando 95-83: I milanesi pareggiano la serie sull'1-1

Emporio Armani Milano – Betaland Capo d’Orlando 95-83

L’Olimpia sigla l’1-1 nella serie con Hickman e Pascolo sugli scudi. Prima della gara premiato con una maglietta celebrativa Massimo Bulleri che ha salutato ufficialmente il basket giocato.

IL PRIMO TEMPO – E’ Iannuzzi con un piazzato da due ad aprire il secondo atto dei quarti di finale dei playoff tra queste due compagini. Milano però non vuole assolutamente iniziare con lo stesso approccio di 48 ore fa e risponde con un 2+1 di Raduljica. La Betaland però non vuole assolutamente far scappare gli avversari e rimane a contatto. Al 5′ di gioco l’Olimpia è avnti sul 15-13 con i liberi di Simon. Capitan Cinciarini decide di prendere per mano i suoi compagni e reazlizza 4 punti in fila, costringendo il coach della squadra ospite alla prima sospensione. L’Orlandina però rimane lucida e impatta sul 21-21 con Berzins. La Betaland ritorna avanti con una bella azione in campo aperto chiusa con il comodo appoggio di Kikowki, cosrtingendo al timeout coach Repesa. Il primo quarto si chiude sul 25-25 con il gioco a due sull’asse Kalnietis – Macvan.  Nella seconda frazione l’EA7 alza il ritmo difensivo riuescendo a propiziare alcune palle recuperate, ma non ne trae vantaggio perchè la Betaland firma il nuovo sorpasso con la “bomba” di Ivanovic. Al 25′ però Milano è avanti di tre lunghezze sul 36-33. Sul finire del primo tempo le scarpette rosse provano la prima fuga sul + 7 dopo il bel canestro di Macvan. I siciliani con il veterano Diener accorciano a due possessi di distanza dopo la conclusione dai 6,75.  I primi 20′ di gioco si chiudono sul 49-43 per i  campioni d’Italia.

IL SECONDO TEMPO – L’Olimpia esce dagli spogliatoi con la tripla di Pascolo, a cui risponde con la stessa moneta Ivanovic.  La squadra siciliana torna sotto di cinque lunghezze con un ispirato Kikowski, ma i biancorossi scappano sul +11 con Tarczewski. I ragazzi di coach Di Carlo si riavvicinano con Tepic sul 70-63, che decide di trascinare i suoi. Hickman non ci sta e sigla un 2+1, ma Capo d’Orlando è lì con Diener che accorcia sul meno 5. Al 30 ‘ infatti il punteggio dice 73- 68 per i padroni di casa. In avvio di quarto periodo Laquintana firma il meno tre, ma l’EA7 torna avanti di nove con  l’1/2 a cronometro fermo di Mclean. A 2′ dalla fine bella giocata sull’asse Tarczewski – Pascolo, ma Ivanovic prova a tenere a galla i suoi dalla lunga distanza. Kruno Simon  e Hickman però puniscono  la difesa dell’Orlandina dall’arco , per  il +12. Il finale è 95-83 per i campioni d’Italia che portano in parità la serie sull’ 1-1. Martedì 16 maggio ore 20,45 gara 3 al PalaFantozzi.

Parziali : ( 25-25,49-43,73-68)

Tabellino: Olimpia Milano: McLean 5, Fontecchio 2, Hickman 17, Kalnietis 7, Raduljica 7, Macvan 10, Pascolo 15, Tarczewski 2, Cinciarini 14, Abass 2, Cerella ne, Simon 14.

 

Betaland Capo d’Orlando: Galipò ne, Ihring ne, Tepic 12, Iannuzzi 6, Laquintana 6, Nicevic 7, Kikowski 8 , Delas 8, Diener 13, Donda ne, Ivanovic 13, Berzins 10

Commenta
(Visited 45 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.