Endiasfalti Agliana-Lai Empoli 74-81, stop casalingo per la squadra di Bertini

Cocente sconfitta per la Endiasfalti Agliana, caduta sul parquet del PalaBertolazzi 74-81 contro il Lai Empoli. Mancato l’appuntamento con la terza vittoria consecutiva, i neroverdi scendono al settimo posto in classifica – a pari punti con Avis Montale e Geonova Lucca – al termine della dodicesima giornata di Serie C Gold 2016/2017. Attenuante di non poco conto l’aver giocato giovedì, e non mercoledì, un dispendioso match contro una corazzata del campionato, oltre ad avere due effettivi come Cavicchi e Limberti reduci da un infortunio e per forza di cose non al meglio. Detto questo, nel primo tempo, i neroverdi se la sono giocata ad armi pari contro la capolista – priva di Verdiani- andando in doppia cifra di vantaggio (37-26) prima della pausa più lunga. A fare la differenza sono stati gli episodi, a volte voluti, come le rimesse fatte con sufficienza o qualche libero aggiuntivo regalato ai biancoblù, a volte creati dall’arbitro, come il tecnico che chiude il secondo quarto sul 38-35.

Certo è che il Lai sbaglia poco, sia dalla linea di carità (24/26 al 20′), sia quando conta dai 6,75. Il 50% dall’arco a fine gara la dice lunga contro il 4/17 dei neroverdi. Spezzata nell’altro suo momento migliore, sul -6 a poco meno di un minuto dal termine, dall’uscita di Bogani e Zaccariello per falli e di Puccioni per infortunio (caviglia), la Endiasfalti non completa la rimonta ma ha comunque il merito di non darsi mai per vinta e di riacciuffare una gara che l’aveva vista andare anche sotto di 15 lunghezze nella quarta frazione.

CRONACA

Agliana: De Leonardo, Nieri, Bogani, Pinna e Puccioni.

Empoli: Lemmi, Fantoni, Mencherini L., Mencherini N., Doveri.

Nelle battute iniziali Pinna e Puccioni confezionano 6 punti a fila che spingono avanti i neroverdi (6-2) ma Empoli è rapida a ricucire con Doveri e al 5′ il punteggio è di 9-7. Gli ospiti si portano per la prima volta avanti su gentile concessione di Puccioni, che prima recupera palla ma poi se la fa soffiare da Lemmi, commettendo fallo sul canestro di quest’ultimo. Il 2+1 si realizza e la squadra di Angelucci soprassa al 7′ (11-13). Agliana accorcia il gap con due contropiedi (15-15) e solo un fischio arbitrale evita il sorpasso; che però arriva ad un secondo dal 10′ quando Balducci manda in lunetta Pinna. Due su due a cronometro fermo e 19-17. Bargiacchi spara la bomba del +3, Balducci accorcia e poi errori da entrambe le parti portano al time-out di coach Bertini al 13′. Esce comunque meglio il Lai che passa avanti 22-23. In sospensione Bogani sposta ancora gli equilibri, poi 7 punti consecutivi di Nieri rispondono a Doveri e portano i locali avanti di misura (31-26). La mini-fuga prosegue con Limberti, che conquista due falli in un’azione, guadagnandosi i liberi del +7 a 2’40” dall’intervallo lungo. Il canestro del +11 è invece la miglior azione neroverde della stagione. De Leonardo devia un pallone a metà campo, lo recupera capitan Limberti che in dietro schiena lancia Pinna: a quel punto la schiacciata del sardo è d’obbligo. Tutto è vano perché con 28″ da giocare Empoli segna un canestro e beneficia di un fallo tecnico. A questo si aggiungono due tiri dall’arco e il 38-35 del 20′ anticipa una ripresa da giocare con il coltello tra i denti.

Il ritorno in campo è uno shock: 40-45 dopo la tripla di Lemmi. La reazione arriva al 16′ con il canestro di Cavicchi e la bomba di Bogani dalla sua mattonella prediletta (46-47). Successivamente, dalla lunetta, il Lai si costruisce un vantaggio cospicuo (46-54 a metà e 49-59 alla fine del quarto) complice un arbitraggio che non permette nemmeno il contatto con l’aria o la minima reazione da parte di giocatori e panchina. 20 liberi tirati un solo quarto dagli ospiti, che però hanno il merito di averne sbagliati solo 2 sui 26 totali del primo tempo. Ciò nonostante si va a giocare la quarta frazione sul 50-61.

Lo scatto d’orgoglio non manca ai neroverdi che rispondono ai tiri pesanti di Lemmi e Mencherini (54-69) con i giochi da tre di Zaccariello e Bogani. Al 27′ si scaviglia Puccioni, poco più tardi esce per falli uno degli autori della rimonta, Zaccariello. Cavicchi corregge a canestro il 72-78, ma ancora un episodio arbitrale colpisce la Endiasfalti. A 38″ dalla quarta sirena una perfetta difesa aglianese – prossima a conquistarsi un decisivo possesso allora scadere dei 24″ avversari – è punita con il quinto fallo a Bogani. I seguenti liberi dichiarano chiuso il match.

TABELLINO

Endiasfalti Agliana – Lai Empoli 74-81

Agliana: Zaccariello 15, De Leonardo 2, Bogani 14, Bargiacchi 3, Belotti, Limberti 2, Razzoli ne, Pinna 12, Mancini ne, Nieri 19, Cavicchi 4, Puccioni 3. Coach Bertini.

Empoli: Toni ne, Braico ne, Lemmi 17, Balducci 3, Fantoni 16, Mencherini 15, Mencherini L.12, Verdiani ne, Barbetta, Cervigni ne, Doveri 16, Gouadjio 2. Coach Angelucci.

Parziali: 19-17, 38-35, 50-61.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Pall. Agliana 2000

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author