Endiasfalti Agliana ospita Legnaia in gara 1 dei playoff, Mannelli: "Sfruttiamo il fattore campo"

Playoff calling! Domenica 28 aprile alle 18 al Capitini si disputerà gara 1 dei quarti di finale dei playoff di C Gold tra Endiasfalti Agliana e Olimpia Legnaia. Dopo una stagione regolare da record, chiusa al secondo posto, gli uomini di Mannelli sono chiamati a confermare la loro forza anche nella post-season, dove però ogni errore sarà punito severamente.

Di fronte i neroverdi troveranno l’Olimpia Legnaia, una squadra intensa e spregiudicata che sia all’andata che al ritorno ha battuto Agliana di un punto: al Capitini finì 72-73, a Firenze 59-58. I gialloblù di coach Zanardo hanno chiuso la stagione con un saldo di 13 vittorie e altrettante sconfitte e sono la seconda compagine del campionato per numero di rimbalzai catturati, la migliore della C Gold per quanto riguarda quelli offensivi. Una formazione che si affida per la maggiore al tiro da tre, alla quale la Endiasfalti deve cercare di togliere le seconde opportunità. Nell’ultimo turno di campionato ha avuto la forza per battere Lucca, propiziando così il secondo posto finale degli aglianesi.

“In queste settimane ci siamo allenati duramente e ho trovato una squadra sul pezzo, sia per quanto riguarda la parte tecnica che per l’incredibile disponibilità dimostrata – spiega coach Tommaso Mannelli -. Legnaia è una squadra che vale più del settimo posto finale poiché ha una capacità di interpretare la pallacanestro che ha messo in difficoltà tutte le avversarie durante la stagione. Questa gara 1 sarà fondamentale, in primis perché è la gara d’esordio e quella che tutti hanno maggior tempo per preparare, poi perché dobbiamo riuscire a sfruttare al massimo il vantaggio casalingo che abbiamo. I playoff non sono la stagione regolare – conclude – dove c’è la possibilità di cadere e rialzarti. Sono uno sprint e dieci secondi possono valere un anno di lavoro. Nel bene e nel male. La squadra dovrà mettere in campo quello che abbiamo preparato e soprattutto rimanere emotivamente tranquilla perché non è facile partire con un secondo posto alle spalle”.

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.