Epica Castel Carugate, sbancata anche Selargius

Prosegue il momento d’oro della Castel, altri due punti importantissimi nella rincorsa alle posizioni per i playoff. A Cagliari una formazione quantomeno atipica, out Frantini e Zanon, che potrebbero però rientrare Sabato prossimo,  con la veterana Stabile, splendida 35enne che nei test atletici da costantemente la paga alle più giovani, e un manipolo di ragazze tra i 17 e 20 anni. Selargius non sta bene, De Pasquale rientra da infortunio, ma non ancora con la gamba giusta e il play Lussu ci prova, ma dopo 6 minuti deve lasciare il campo. La battaglia si sposta già nel primo quarto sotto le plance. Selargius cerca le lunghe Ljubenovic e Manfrè e si viaggia su una costante parità (16-14). Quando i coach devono iniziare a dar fiato ai quintetti, è Carugate che mette il naso avanti, la panchina più lunga e giovane premia le biancoazzurre. Colli Beretta e Picco perforano la difesa sarda dalla linea dei tre punti e ci portiamo avanti all’intervallo con un margine interessante (31-38). Selargius nella ripresa produce lo sforzo massimo, per ben due volte arriva sul -4 ma nell’ultima frazione Carugate corre ancora forte mentre le sarde hanno finito la benzina. Colli ruba palla e segna da sola in contropiede, poi mette una bomba , la imita Beretta, il divario sale in doppia cifra e Stabile addormenta la partita, finendo con palla in mano sull’ultima azione. 56-69 il finale, con Ljubenovic top scorer 22 punti per lei, ma sono le due ’96 Castel, Colli con 20 punti (7/12 e 2/5) e Beretta con 16 che danno la svolta all’incontro. Il trio di lunghe Scarsi, Zuin e Guarneri, quest’ultima uscita per infortunio al 33’, vincono la lotta a rimbalzo e limitano la pericolosa Manfrè, ben sotto la sua media punti stagionale, di Stabile abbiamo già detto sopra, faro del gioco carugatese, peccato non siano entrate le giovani Cerizza e Volpi, ci sarà spazio anche per loro più avanti. Dunque, #EpicCaru anche dall’aereoporto Elmas di Cagliari ( foto sopra ), ma gli esami non finiscono mai e Sabato (ore 16:30 PalaPessano) ospitiamo l’altra sarda, Virtus Cagliari, ultima in classifica ma in striscia di due vittorie, grazie anche all’indovinato innesto di Sarni da Umbertide. Altra battaglia, impegno da non sottovalutare per continuare a essere “epic”.

 

S.Salvatore Selargius – Castel Carugate 56-69 (31-38)

Selargius : Ljubenovic 22, Laccorte 10, Manfrè 9

Carugate : Colli 20, Beretta 16, Stabile 15

Scarsi usc.x 5 falli, Lussu infortunata al 6’, Guarneri infortunata al 33’

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author