Epifania amara per la Novipiù sconfitta da Reggio Calabria

Parte bene la Novipiù che si porta anche a +16 nel corso della partita, ma Reggio Calabria è più lucida e riesce ad ottenere la vittoria al fotofinish. Tutto questo nonostante ci siano 3 giocatori rossoblu in doppia cifra: Saunders, Natali e Blizzard.Parte bene la Novipiù che si porta anche a +16 nel corso della partita, ma Reggio Calabria è più lucida e riesce ad ottenere la vittoria al fotofinish. Tutto questo nonostante ci siano 3 giocatori rossoblu in doppia cifra: Saunders, Natali e Blizzard.

Crosariol inaugura la partita dopo più di 2’, segue subito la risposta casalese con De Nicolao. Entrambe le compagini trovano la retina in continuazione, ma il mini break di 6-0 targato Novipiù, costringe coach Benedetto al timeout sul 10-6. La tripla di Fall scalda ancora di più gli animi, ma Reggio Calabria va a segno con Crosariol e Dobbins (13-11). La Novipiù alza ancora di più il ritmo in attacco con 3 triple consecutive, concludendo così il primo quarto 22-11.

Si riprende con il canestro di Saunders e con la risposta dall’arco di Brackins. La Novipiù si stringe in difesa e la tripla di Ruiu porta il punteggio sul 30-14 dopo 4’. Brackins e Freeman cercano di ricucire il gap di svantaggio e Casale si spegne in un amen: Reggio Calabria ne approfitta piazzando un break di 0-15, portandosi sul 30-29 a 2’ dal termine. Casale si scuote e Bray fissa il punteggio sul  36-29.

Terzo quarto che inizia con il canestro di Crosariol e con Casale che non trova più la retina (36-33). Natali e Blizzard risvegliano la Novipiù portandola sul 45-35 a metà quarto. Ma è pronta la reazione reggina con Rullo e Spinelli: Casale non riesce a ritrovare il giusto ritmo e gli ospiti ne approfittano portandosi  a -4 (45-41). Saunders realizza dall’arco, ma la risposta di Brackins non si fa attendere, il terzo quarto termina 52-47.

L’ultimo periodo prende il via con il canestro di Brackins, Casale risponde con Tomassini, ma fa fatica a trovare la via del canestro: 54-51 dopo 3’. Reggio Calabria continua a macinare punti e impatta il punteggio sul 59-59. Natali dall’arco riporta la Novipiù in vantaggio a pochi minuti dal termine, ma Crosariol non ci sta e sfrutta qualche disattenzione di troppo nella difesa casalese: finisce 64-66

NOVIPIU’ CASALE – BERME’ REGGIO CALABRIA64–66  (22-11, 36-29, 52-47)

NOVIPIU’ CASALE: Saunders 13, De Nicolao 2, Bray 6, Tomassini 6, Natali 12, Blizzard 17, Denegri ne, Vangelov, Ruiu 3, Fall 5, Valentini ne. All. Ramondino

BERME’ REGGIO CALABRIA: Freeman 3, Costa, Lupusor 2, Rullo 5, Pandolfi ne, Sindoni ne, Crosariol 23, Brackins 19, Dobbins 12, Spinelli 2. All. Benedetto

Novipiù-Viola: le intervista nel dopo partita

Ramondino: “Abbiamo pagato la loro fisicità”. Natali: “Una sconfitta che brucia”

Queste le parole di coach Ramondino al termine della gara: «Una partita in cui, sinceramente, ho visto da parte della squadra il massimo sforzo dal punto di vista sia fisico che mentale. Sicuramente ci sono stati degli errori, ma tanto merito va anche ai nostri avversari, bravi per esempio a negarci molte ricezioni. Dal punto di vista difensivo, 21/37 da 2, 19 tiri liberi e 30 rimbalzi sono i dati che raccontano perfettamente il dominio all’interno dell’area di Reggio Calabria. Sicuramente è mancata la lucidità di capire il loro modo di attaccarci tramite molti tagli, però sinceramente a questo livello di stress e fisicità è difficile mantenere il controllo della partita sempre nel modo migliore. Da parte mia, quindi, ovviamente faccio i complimenti a Reggio Calabria, ma ora devo pensare a noi e far fronte ad un po’ di problemi. Dal punto di vista difensivo, noi lavoriamo dall’inizio della stagione su varie soluzioni, perciò credo che il problema sia in attacco e la mancanza di Martinoni certamente si sente in quanto ci da fisicità e, come ho già detto dopo la sfida contro Casalp., lui è un grande equilibratore del nostro gioco ed è capace di “coprire” gli errori degli altri. Ciò non toglie il valore della vittoria degli avversari e, ad ogni modo, il gran lavoro fatto in campo dai nostri ragazzi»

Ecco invece le impressioni di Nicola Natali: «È evidente che siamo in una situazione di emergenza, in primis per l’assenza del nostro capitano. Nonostante tutti i problemi, questa partita potevamo e volevamo vincerla e questa sconfitta ci ha fatti arrabbiare molto. Per fortuna ora abbiamo qualche giorno per recuperare dato che domenica non si gioca, ma comunque la nostra forza è quella di tirare fuori il massimo nei momenti di difficoltà e anche questa volta ci riusciremo. Tecnicamente abbiamo subito la stazza importante dei giocatori di Reggio Calabria però, ribadisco, siamo tutti molto affranti da questa sconfitta, che poteva essere evitata. Probabilmente abbiamo abbassato un po’ il livello di concentrazione e tensione, inconsciamente, quando eravamo in un vantaggio all’apparenza sicuro, fattore che è capitato spesso in questi 2 anni e che inevitabilmente paghiamo»

Infine, le parole del coach di Reggio Calabria, Giovanni Benedetto: «A Rieti abbiamo giocato bene solo per un tempo, mentre qui siamo riusciti a tenere la gara aperta per 3 quarti e portarla a casa. Diciamo che la scelta di avere un quintetto con una maggiore prestanza fisica e giocatori anche più alti verso la fine della gara è stata una tattica vincente, anche se la difesa di Casale è stata comunque molto aggressiva, soprattutto contro i nostri esterni. Al di là di questa partita, l’inserimento di Dobbins ci ha sicuramente aiutati molto a ritrovare alcuni equilibri che avevamo perso, ma restano comunque molti i problemi, soprattutto in fase offensiva, per esempio la situazione non ottimale di Freeman. Abbiamo ancora quindi la difficoltà nel dare continuità ai risultati, ma guardiamo a questo nuovo anno con ottimismo e la vittoria contro Casale è molto importante per la nostra classifica»

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author