Erogasmet Crema: riconfermato Daniele Manuelli

  • Anche nella prossima stagione Daniele Manuelli difenderà i colori dell’Erogasmet Crema. Il giovane e talentuoso esterno classe 1994 nativo di Genova si è infatti legato per la seconda stagione consecutiva alla società simboleggiata dal leone biancorosso, dopo la positiva stagione 2014/15.
    Manuelli ha conquistato la stima e la fiducia dell’ambiente e dei tifosi disputando una stagione in crescendo, sopperendo nel finale di torneo alle pesanti assenze nel reparto di regia biancorosso.
    Ecco le sue impressioni dopo aver messo nero su bianco con la Pallacanestro Crema:”Sono molto contento di essere rimasto qui a Crema perché ho trovato un ambiente positivo, una società giovane con tanta voglia di mettersi in gioco e migliorarsi ogni anno e soprattutto un allenatore con cui mi trovo molto veramente bene. Ho sempre manifestato una gran voglia di rimanere e lo ho sempre fatto presente al presidente e alla società e, nonostante altre offerte concrete, la mia prima scelta è sempre stata Crema, quindi non ho avuto alcun problema. Infatti l’accordo è stato trovato con serenità e ne sono felice. Riguardo alla stagione scorsa devo dire che è stata positiva perché con coach Baldiraghi ho migliorato molti aspetti del gioco su cui prima non mi ero mai focalizzato e la sua riconferma mi ha spinto a continuare a lavorare con lui e con Crema. Il mio obbiettivo è sicuramente quello di puntare ai playoff l’anno prossimo e quindi migliorare il risultato ottenuto quest’anno. Spero che gran parte del gruppo della scorsa stagione possa essere confermato perché eravamo molto uniti e coesi e penso lo si sia potuto notare in campo. Da un punto di vista personale devo migliorare in alcuni aspetti importanti del gioco e trovare quella continuità che forse solo alla fine della stagione c’è stata.”
    Le buone notizie in casa Erogasmet non finiscono qui.
    L’altro genovese di casa cremasca, Pietro Del Sorbo, ha infatti avuto l’ok dai medici per intensificare il lavoro in palestra al fine di accelerare il pieno recupero fisico.
    Una pedina la cui importanza si è purtroppo avvertita soprattutto nello sfortunato finale di stagione scorso, quando si fermò era un infortunio nel momento più brillante della stagione.
Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author