Esperia, contro l’Olimpia serve l’ultimo sforzo

Il traguardo è a un passo, e l’Esperia Cagliari non vuole rimandare l’appuntamento: in caso di vittoria nel derby della 5^ giornata della fase “orologio” contro i cugini dell’Olimpia Cagliari, i granata staccherebbero matematicamente il pass per la fase nazionale del torneo: “Ci mancano solo due punti per ottenere il primo obiettivo stagionale – dice coach Roberto Fioretto – e vogliamo ottenerli il prima possibile. L’Olimpia è una squadra in fiducia, che negli ultimi mesi ha mostrato dei progressi evidentissimi, e per questo vanno sicuramente fatti i complimenti sia ai ragazzi che al loro allenatore. Nel corso dell’ultima partita ci hanno fatto soffrire, approfittando di un nostro leggero calo nel finale. Sarà necessaria la massima attenzione per evitare degli scivoloni”. L’Esperia cercherà di far valere le proprie armi migliori, ovvero l’esperienza e la fisicità. Importante sarà l’apporto di tutto il roster, che nelle ultime settimane ha beneficiato notevolmente del rientro di Salone e della ritrovata verve di Angius. A parte Cornaglia, che sta cercando in queste ore di lasciarsi alle spalle l’influenza, Fioretto dovrebbe avere tutti gli effettivi a propria disposizione.

Dall’altra parte della barricata sta vivendo un buon momento di forma l’Olimpia, che – pur battuta – è tornata dalla trasferta di Sassari con delle indicazioni positive. E ora i Pumas lanciano la sfida alla capolista: “Ce la possiamo giocare – dice il capitano Marco Pintor – ovviamente siamo ben consci del valore dei nostri avversari, ma, arrivati a questo punto, non possiamo più permetterci il lusso di guardare in faccia nessuno. L’obiettivo è quello di evitare l’ultima piazza in classifica, e per abbandonarla non possiamo far altro che vincere quante più partite possibili prima del termine della fase orologio”. Il tema tattico del derby è presto detto: “L’Esperia è molto forte sotto canestro – aggiunge – noi invece possiamo disporre di lunghi atipici, meno fisicati ma sicuramente atletici. Cercheremo di mettere in campo intensità difensiva e di accelerare il ritmo della gara”.

Veterano di appena 27 anni, Pintor si dice contento di aver sposato nuovamente il progetto Olimpia: “Quando coach Sulis mi ha proposto questo ruolo – prosegue – ho accettato senza battere ciglio. Cerco di essere d’aiuto per i giovani per quanto possibile, così come Nicola Puddu e Marco Lecis Cocco Ortu. Da noi non ci sono differenze o gerarchie tra più o meno giovani: si respira un bel clima che credo sia stato decisivo nell’ottenere i risultati positivi dell’ultimo periodo”.

Palla a due sabato 18 marzo alle 18 al Palasport di via Rockefeller a Cagliari. Arbitreranno i signori Luciano Riccardo di Sestu (CA)  ed Emanuele Marino di Quartu Sant’Elena (CA).

Fonte: Ufficio stampa Esperia e Olimpia Cagliari

Commenta
(Visited 32 times, 1 visits today)

About The Author