Etrusca San Miniato-Gimar Lecco 69-82: Lecco espugna il Fontevivo e va in semifinale

Blukart Etrusca San Miniato – GIMAR Lecco 69 – 82

Etrusca: Grassi 5, Giacomelli 7, Stefanelli 20, Zita 6, Bertolini 7, Benites, Giarelli 14, Gaye, Perin 10, Capozio. All. Barsotti Ass. Ierardi e Carlotti

Lecco: Fumagalli 14, Peroni 12, Todeschini 15, Brambilla 2, Siberna 7, Balanzoni 12, Urbani 3, De Paoli 4, Quartieri 8, Spera 5. All. Meneguzzo Ass. Perego e Vitelli

Parziali: 18 – 21, 37 – 39, 53 – 61, 69 – 82

Arbitri: Giuseppe Scarfò e Francesco Praticò di Reggio Calabria

LA BLUKART saluta il campionato 2016/2017 davanti al suo pubblico: nella bella per decidere il passaggio del turno Lecco gioca una gara praticamente perfetta e si prende la qualificazione. I lombardi conducono la gara fin dalle prime battute, in una prima parte della gara nella quale Balanzoni fa sentire la sua fisicità vicino a canestro, con i ragazzi di coach Barsotti costretti a inseguire fin dal primo minuto, seppur svantaggi sempre contenuti. Nel primo quarto brilla in attacco Giarelli e Stefanelli, top scorer della gara con 20 punti a referto. Il primo quarto si chiude con Lecco avanti di tre punti e nel secondo quarto prova ancora ad incrementare il vantaggio, cercando sempre di punire con Siberna e Fumagalli gli errori difensivi dei padroni di casa; le squadre vanno al riposo lungo sul 37 a 39, con la bomba di Grassi allo scadere che tiene l’Etrusca attaccata ad un possesso dagli ospiti.

Al rientro i ragazzi di coach Barsotti non riescono a cambiare ritmo alla gara e Lecco mantiene sempre un vantaggio, seppur ridotto, con il solo Stefanelli a trovare la via del canestro con continuità. È nell’ultima frazione che la squadra di coach Meneguzzo cambia marcia e trova il canestro in maniera chirurgica: Fumagalli e Peroni fanno male dall’arco, con Lecco capace di chiudere la gara con uno straordinario 11 su 18 da tre, un 61% micidiale che taglia le gambe ad una Blukart che non riesce più a rientrare. Gli ospiti volano sul +9 a cinque minuti dal termine, Stefanelli esce per cinque falli e Perin mette in campo tanta volontà, ma non riesce a ricucire lo svantaggio, che si allarga fino al +13 sulla sirena di fine gara. I ragazzi dell’Etrusca escono comunque dal campo tra gli applausi di un Fontevivo gremito, accorso per sostenere la squadra e commosso nel salutare un gruppo che ha dato nel corso della stagione tanto divertimento e tanta soddisfazione a tutti i presenti.

“Bisogna avere la forza di mettere da parte la delusione per il risultato e pensare a quanto di grande abbiamo fatto in questa stagione” – le parole di coach Federico Barsotti a fine gara – “È normale che stasera ci sia un po’ di amarezza, ma va reso merito ai nostri avversari che hanno fatto una partita di altissimo livello, con percentuali da tre punti stratosferiche. Noi dobbiamo essere lungimiranti ed avere la forza di pensare che queste partite fanno parte di un percorso di crescita di lungo periodo, non solo per i giocatori, ma per la società tutta. Personalmente a fine gara ho ricacciato indietro le lacrime e mi sono tuffato nel caloroso abbraccio dei nostri tifosi, che con un lunghissimo applauso e tanti abbracci ci hanno festeggiato molto più di ogni altra vittoria. Li ringrazio uno ad uno, ed averli coinvolti con così tanto calore è forse la vittoria più grande di questa stagione. Infine un ringraziamento ad un gruppo di giocatori eccezionali per cuore e dedizione quotidiana. Uno ad uno rimarranno sempre nel mio cuore e spero di poter lavorare in futuro ancora con molti di loro. Un ultimo ringraziamento alla società che ci ha permesso di lavorare al meglio e con ogni comodità per tutta la stagione. So che li abbiamo ripagati degli sforzi fatti e questo mi riempie di orgoglio. Non rimane che dire: FORZA ETRUSCA!!!”.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Etrusca San Miniato

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author