Etrusca San Miniato, inizia l'avventura playoff contro Faenza

Inizia l’avventura playoff per la CreditAgricole Blukart San Miniato, che sfiderà la Rekico Raggisolaris Faenza domenica 28 aprile alle ore 18.00 al PalaCattani di Faenza.

Una sfida affascinante per il sodalizio sanminiatese, che alla quarta stagione di serie B nazionale è riuscita a centrare il terzo playoff, risultato che la pone tra le migliori società toscane nell’ambito del panorama cestistico nazionale per risultati sportivi ottenuti nelle ultime stagioni. La vittoria nell’ultimo turno di stagione regolare, sul campo di Varese, ha regalato ai ragazzi di coach Barsotti il quinto posto in campionato e quindi l’incrocio con la quarta del girone B, al meglio delle tre partite con eventuale “bella” fuori casa. La serie playoff con Faenza inizierà quindi domenica 28 aprile sul campo dei romagnoli, mentre gara 2 sarà giocata al PalaCreditAgricole mercoledi 1 maggio alle ore 18.00. Gli avversari dell’Etrusca sono squadra da inizio stagione costruita per puntare alla parte alta della classifica, in un girone dall’alto tasso tecnico come il girone B.

La Rekico non ha deluso le aspettative della vigilia, con un campionato di vertice, con 40 punti conquistati alla fine della regular season e la ciliegina sulla torta delle final eight di Coppa Italia raggiunta alla fine del girone di andata. La squadra faentina è allenata da un coach di grande esperienza come Massimo Friso e può contare su tanti top player per la categoria. Sugli esterni il primo nome importante è senza dubbio quello di Mattia Venucci: il giocatore toscano è da anni al vertice delle classifiche di rendimento della B nazionale e anche in questa stagione, con quasi 18 punti di media a partita, è stato uno dei trascinatori della squadra romagnola. Nel mercato invernale la dirigenza di Faenza ha inserito un’altra punta di diamante come Giorgio Sgobba, nelle ultime stagioni in A2 tra Biella e Scafati, lungo dinamico e tecnico che sta viaggiando a quasi 19 punti di media a partita in questo scorcio di stagione. Sugli esterni coach Friso può contare sull’esplosività del giovane Fumagalli e sulla solidità di Petrucci, mentre sotto le plance il recupero dal recente infortunio di Chiappelli ridà combattività ed agonismo nella lotta sotto canestro. Dalla panchina ha un ruolo importante un giocatore come Jacopo Silimbani, lungo atipico con tanta qualità ed esperienza, coadiuvato dal giovane lungo Costanzelli e dal giovane esterno Zampa, con il tiratore Casagrande a chiudere il roster. Una squadra con tanta qualità e talento, in una sfida tra due filosofie di gioco diverse, di fronte ad un’Etrusca che insegue il sogno di una semifinale playoff di serie B, che sarebbe il punto più alto della storia del connubio sanimiantese.

“C’è tanta attesa e tanta voglia di stupire, anche se siamo consapevoli di affrontare un avversario con un grande talento che ha sfiorato la prima posizione nel girone B” – le parole di presentazione alla gara di coach Federico Barsotti – “Hanno giocato la final eight di Coppa Italia ed hanno aggiunto nel mercato di gennaio un giocatore di assoluto livello come Giorgio Sgobba, che va a completare un roster straordinario, dove spicca il nome di un’altra punta di diamante come Mattia Venucci, da anni uno dei migliori esterni nel panorama della B nazionale. Giochiamo contro una squadra con un talento superiore alla media delle squadre incontrate nel girone A e quindi sarà necessaria una serie playoff con un livello di attenzione speciale e la nostra energia sarà fondamentale. Il salto di qualità che abbiamo fatto in questa stagione è appunto dovuto alla abnegazione e alla voglia che abbiamo messo in campo e questa serie con Faenza è un po’ la sintesi della nostra stagione: incontriamo una squadra che sui singoli ha maggiore esperienza e talento rispetto a noi, ma possiamo competere colmando questo gap, con la nostra intensità e la nostra energia, per provare fin da domenica una grande impresa sul campo di Faenza.”

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.