EuroBasket Woman 2017 Qualifiers: stasera c'è Gran Bretagna-Italia

Torna in campo stasera la Nazionale Femminile di Andrea Capobianco, nella seconda giornata delle qualificazioni all’Europeo 2017: dopo il comodo successo sull’Albania ottenuto a Lucca, le Azzurre affrontano a Manchester la Gran Bretagna (ore 20.00 italiane), sconfitta all’esordio in Montenegro (78-64).
Si tratta di una partita molto importante, dal momento che all’EuroBasket Women 2017 accedono le prime classificate dei gironi e solo le sei migliori seconde: sono due i precedenti con la Gran Bretagna, che nel 2014 ci ha sconfitto in amichevole a Pomezia 48-60 e 51-59: il coach è Jose Maria Buceta, lo spagnolo è stato appena chiamato dalla Federazione britannica e in passato ha allenato la Nazionale spagnola e ultimamente la Bulgaria. L’impegno di domani sera è insidioso, l’Italia affronta una squadra solida e che non a caso ha ottenuto la qualificazione ai due ultimi Campionati Europei. La stella della squadra è Johanna Leedham, ala di Bourges che col Montenegro ha chiuso con una doppia doppia da 20 punti e 13 rimbalzi: tante le giocatrici che hanno provato l’esperienza del college negli Stati Uniti.
Le Azzurre si sono allenate lunedì, pochi minuti dopo essere atterrate a Manchester, e ieri sera sono tornate in palestra per provare il parquet della John Amaechi Arena, l’impianto che alle ore 20.00 italiane ospita la partita: le condizioni della squadra sono buone, tutte le atlete sono a disposizione dello staff tecnico diretto da Andrea Capobianco.
Questa l’analisi del coach: “Siamo preparati ad affrontare un avversario temibile come la Gran Bretagna, che anche in occasione dell’esordio in Montenegro ha confermato di essere squadra solida e organizzata. Il riferimento è certamente Leedham ma intorno a lei ci sono tante giocatrici meno appariscenti ma preziosissime: dovremo contenere il loro attacco per impedire che prendano tiri nei primi 14 secondi, certamente la Gran Bretagna è una squadra più fisica di noi e per questo dovremo essere bravi a muovere bene la palla nella metà campo offensiva”.
Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author