Eurocup, Dolomiti Energia battuta sul campo del Trabzonspor

Una Dolomiti Energia scollata in attacco, poco continua in difesa e stranamente inefficace a rimbalzo (46-28), esce malamente sconfitta dalla prima delle due trasferte turche proposte dal calendario di Last 32 di Eurocup, incassando un netto 92-70 sul caldissimo parquet del Trabzonspork Medical Park. Infiammati dai canestri da fuori del lungo polacco Kulig (20), dalle soluzioni della guardia Dwight Hardy (23) e dalla performance tutta sostanza del nuovo play Kitchen (8 rimbalzi e 6 assist) gli anatolici di coach Markovic vanificano così la bella vittoria aquilotta di sette giorni fa contro Reggio, raggiungendo in classifica a quota due il team di coach Buscaglia, che dalla trasferta sulle sponde meridionali del Mar Nero torna con qualche indicazione positiva da Pascolo (17), Sanders (9) e poco altro. 

La cronaca: il Trabzonspor, che deve fare a meno dell’infortunato Velickovic, parte forte, trascinato dal chiasso assordante dell’Hayri Gur Spor Salon e da due triple del lungo polacco Kulig (8-4). Trento entra in partita coi rimbalzi d’attacco di Wright e Pascolo, e cambia marcia con la difesa che innesca i canestri in transizione di Lockett, Wright e Pascolo (8-14 al 5′). Quando anche i turchi iniziano a mordere nella propria metà campo, mandando un po’ in confusione l’attacco aquilotto, ci pensa Hardy a guidarli in attacco, con otto punti praticamente consecutivi: si va al primo riposo sul 22-17 con un bel canestro dal post basso di Kulig (10).

Il secondo quarto si apre con la fisicità del secondo quintetto turco a dominare sulla rotazioni bianconere, con Buscaglia costretto a proporre la zona adattata vista contro Reggio Emilia per arginare gli avversari. I turchi faticano a leggere la match-up del tecnico umbro, ma le triple a giochi rotti di Kulig e Demirel (30-17) pagano la cauzione per i padroni di casa, che con un canestro dall’angolo di Hardy arrivano anche al più 15  (35-20). Due recuperi di Sutton con conseguenti lay-up in transizione danno speranza a Trento (37-24), ma la performance difensiva degli aquilotti, Forray a parte, è troppo discontinua per immaginare rimonte. Una bomba di Sanders sulla sirena manda comunque gli aquilotti al break lungo sul 45-31, che alla luce del 21-13 anatolico a rimbalzo lascia accesa la fiammella della speranza trentina.

Il Trabzonspor entra nella seconda metà partita capitalizzando al meglio le situazioni di blocco sulla palla, premiando di volta in volta i “roll” del lungo slavo Stipanovic o i “pop” del polacco Kulig (53-37). Un contropiede da urlo sull’asse Wright-Sanders-Sutton sembra poter scoccare ancora una volta la scintilla in casa Dolomiti Energia, ma 4 errori in fila dalla lunetta di Wright e Lockett (58-41) danno la chiara dimensione di quanto la prima delle due trasferte turche possa essere amara per Forray e compagni. Il quarto si chiude con una reazione d’orgoglio di Baldi Rossi e un lay up sulla sirena di Pascolo (65-48), ma è troppo poco.

Negli ultimi dieci minuti infatti la Dolomiti Energia dura solo il tempo di vedere Poeta andare a segno da tre punti (65-51), prima di spegnersi definitivamente, incalzata dai canestri di Candan (10) e di un dilagante Stipanovic (16). Finisce 92-70, con i trentini che combattono senza costrutto per provare a contenere il divario in ottica differenza canestri. 

TRABZONSPOR MEDICAL PARK – DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 92-70 (22-17, 45-31, 65-48)

TRABZONSPOR MEDICAL PARK: Thompson 7 (3/4, 0/3), Sanli 2 (1/2), Candan 10 (1/1, 2/3), Hardy 23 (3/7, 5/12), Kitchen 5 (0/3, 1/2), Demirel 5 (1/1, 1/3), Saruhan ne, Yildririm ne, Basturk ne, Gulaslan 4 (1/2, 0/1), Stipanovic 16 (6/8), Kulig 20 (3/7, 3/4). Coach: Nenad Markovic. 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Poeta 5 (1/4, 1/3), Sanders 9 ((3/6, 1/4), Pascolo 17 (6/8, 1/1), Baldi Rossi 9 (2/5, 1/3), Forray 5 (1/2, 1/2), Lofberg 5 (1/1, 1/2), Flaccadori 0 (0/1, 0/2), Sutton 8 (4/8, 0/1), Lockett 3 (1/3), Lechthaler 0 (0/1), Wright 9 (4/10, 0/2). Coach: Maurizio Buscaglia

Arbitri: Sinisa Herceg (Croazia), Radomir Vojinovic (Montenegro), Moritz Reiter (Germania).

NOTE: Tiri liberi: Trabzonspor 18/21, Trentino 6/13. Tiri da due: Trabzonspor 19/35, Trentino 23/49. Tiri da tre: Trabzonspor 12/28, Trentino 6/20. Rimbalzi: Trabzonspor 46 (Kitchen 8), Trentino 28 (Baldi Rossi 6). Assist: Trabzonspor 22 (Kitchen 6), Trentino 16 (Sanders 5).  

DAVIDE PASCOLO (Ala DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “E’ stata una partita dura come ci aspettavamo. Purtroppo non siamo riusciti a reagire alla loro aggressività e siamo finiti sotto nettamente, soprattutto a rimbalzo ma anche subendo molto la loro difesa aggressiva. Dal canto nostro noi abbiamo subito troppo in difesa, soprattutto nella seconda metà partita quando per provare a recuperare ci siamo disuniti un po’”.

PEPPE POETA (Play DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Per noi si tratta di una brutta sconfitta, maturata a causa di tanti nostri demeriti, ma anche di tanti meriti loro. Ci è mancata la nostra abituale intensità difensiva: abbiamo concesso più di 90 punti e dobbiamo subito essere capaci di tornare quelli che hanno fermato Reggio Emilia a soli sessanta punti segnati. Sarà un girone di Eurocup molto equilibrato, lo sapevamo, con quattro squadre molto forti, e questo risultato non cambia nulla: vogliamo giocarcela fino alla fine. Ora subito testa a Milano, perché sabato ci aspetta una partita molto difficile che continuerà un gennaio per noi molto impegnativo”. 

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author