Eurocup, la Dolomiti Energia batte Nanterre e agguanta la vetta del girone A

Con una prestazione di straordinaria consistenza la Dolomiti Energia Trentino mantiene l’inviolabilità europea del PalaTrento, e sconfiggendo la sin qui imbattuta JSF Nanterre per 70-55 aggancia i transalpini in vetta alla classifica del girone A di Eurocup. A trascinare i bianconeri alla rotonda vittoria ottenuta sul team vincitore dell’ultima Eurochallenge una difesa di squadra solida come la roccia e la buona vena offensiva di Wright (14), Lockett (13), Pascolo (12) e Sutton (12), messi in ritmo in modo magistrale dai due registi aquilotti Forray e Poeta, e da un Sanders messosi al servizio della squadra (8 rimbalzi e 4 assist). Tra i francesi troppo scadenti le percentuali al tiro da fuori (7/31 da tre punti) per sperare di poter ripetere l’impresa compiuta due settimane fa nei Paesi Baschi espugnando il campo del Dominion Bilbao, che uscendo vincitore dall’anticipo di Oldenburg si è a propria volta issato in testa al girone a quota 4 punti assieme a Trento e Nanterre

La cronaca: la Dolomiti Energia parte distribuendo bene il gioco d’attacco, con quattro giocatori differenti a referto già dopo tre minuti di gioco (10-5). Nanterre sfrutta bene la pericolosità dei suoi esterni per coinvolgere Mam Jaiteh sugli scarichi: è proprio grazie a sei punti nel pitturato del nazionale francese che i parigini trovano il primo vantaggio dell’incontro (14-15). Trento però ha tante frecce al proprio arco, e quando Lockett entra di prepotenza in partita con penetrazione e due tiri liberi (6), seguito da Sutton che punisce per due volte dall’arco dei tre punti le scelte difensive di coach Donnadieu, gli aquilotti vanno al primo intervallo con sette lunghezze di vantaggio (25-18). 

Nel secondo periodo l’attacco della Dolomiti Energia, nei primi dieci minuti sorretto da un eccellente 4/5 da tre punti,  improvvisamente si blocca: con due soli punti segnati in cinque minuti i trentini si tengono a galla solo grazie alla compattezza della propria difesa (27-27). Lockett, dopo il time out di coach Buscaglia, attacca il ferro caricando di falli la difesa transalpina: Pascolo con le stoppate difensive e il suo instancabile movimento in attacco fa il resto. Nonostante dieci minuti di vera e propria agonia offensiva (con soli 11 punti segnati) i bianconeri vanno negli spogliatoi avanti 36-31.  

 Il terzo periodo si apre con Nanterre che scende di intensità difensiva e la Dolomiti Energia lesta ad approfittarne con Forray, Sutton e Wright in grande spolvero (45-36). Donnadieu, che in attacco trova punti solo da Riley, deve spendere subito un time-out per ricompattare i suoi e Invernizzi, con due bombe in situazione di gioco rotto, ripaga il coach transalpino tenendo i suoi in scia ai trentini (49-44). Lockett però ha troppa voglia di vincere per permettere alla JSF di rientrare, e con tre giocate difensive da manuale e tanta aggressività sotto il ferro avversario dilata il margine aquilotto fino alla doppia cifra (54-44). Una fiammata di Gerald Robinson da una parte e la pronta risposta di Wright col gioco da tre punti dall’altra fissano il punteggio sul 59-50 al 30′. 

 Wright capisce che la fuga potrebbe essere quella della vittoria, e alza di conseguenza il livello del suo gioco dominando la partita con un paio di assist e un bel movimento col perno (64-50). Per trovare la via del canestro in attacco, Nanterre deve sputare sangue mentre Trento trova da Flaccadori e Sutton i punti che chiudono il match. Finisce 70-55, con l’Aquila subito pronta a concentrarsi sulla doppia trasferta che la vedrà di scena domenica ad Avellino in campionato e mercoledì a Bonn per il quarto turno di Eurocup. 

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – JSF NANTERRE 70-55 (25-18, 36-31, 59-50)DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Poeta 0 (0/1, 0/1), Sanders 1 (0/3, 0/61), Pascolo 12 (5/10, 0/1), Baldi Rossi 3 (1/2, 0/1), Forray 6 (0/1, 2/3), Lofberg 2, Flaccadori 7 (2/3, 1/1), Sutton 12 (3/8, 2/4), Lockett 13 (4/8), Lechthaler 0 (0/2), Wright 14 (5/11, 1/2). All. Buscaglia

JSF NANTERRE:  Mitchell 6 (3/9, 0/3), Nzeulie 4 (2/3, 0/4), Invernizzi 9 (3/5 da tre), Jaiteh 12 (5/9), Robinson 10 (2/3, 2/6), Riley 10 (2/4, 2/5), Raposo 2 (1/1), Greene 0 (0/1), Campbell 2 (1/2), Racine – All. Donnadieu.

NOTE – Tiri liberi: Nanterre 2/4, Trentino 12/22. Tiri da due: Nanterre 16/32, Trentino 20/49. Tiri da tre: Nanterre 7/31, Trentino 6/15. Rimbalzi: Nanterre 44 (Jaiteh 10), Trentino 38 (Sanders 8). Assist: Nanterre 14 (Robinson 6), Trentino 13 (Sanders 4). Spettatori: 1731.

ARBITRI: Benjamin Jimenez (Spagna), Tomas Jasevicius (Lituania), Torkild Rodsand (Norvegia).

MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Volevamo limitare la loro pericolosità offensiva sul perimetro, e l’abilità dei loro lunghi. I rimbalzi, le palle sporcate, i secondi tiri ci hanno dato la possibilità di giocare molti più possessi offensivi e sono stati una chiave importante. La solidità difensiva è una nostra arma, oggi siamo riusciti a protrarla fino al quarto quarto. La nostra pressione ha limitato la loro fluidità offensiva, per cui anche se abbiamo segnato poco nell’ultimo quarto, il bilancio è più che positivo. Certo, avremmo potuto giocare qualche possesso in modo migliore, ma dopo 35 minuti a livelli così alti era normale che la tensione scemasse un attimo. Quant’è difficile l’Eurocup? Le partite sono impegnative sia in Italia che in Europa, le affrontiamo con la stessa intensità e attenzione. Da domani c’è da voltare pagina, perché con Avellino ci aspetta una partita completamente diversa. Da questa serata portiamo a casa esperienza, fisicità e la capacità di giocare tutte le azioni”.

PASCAL DONNADIEU (Coach JSF NANTERRE): “Senza un approccio tattico degno delle grandi squadre, partite del genere non si possono vincere. Abbiamo commesso troppi errori e abbiamo dato alla Dolomiti Energia la possibilità di dominarci dall’inizio alla fine senza alcun tipo di problema. Avevo visto la partita dell’Aquila Basket a Brindisi e avevo potuto ammirare il loro ottimo stato di forma, per cui posso solo fare i complimenti a Dolomiti Energia Trentino che sta facendo benissimo e si sta meritando questi successi”.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author