Eurocup, la Dolomiti Energia passa a Oldenburg e resta in vetta al gruppo A

Una Dolomiti Energia solida in difesa e brava ad esprimersi coralmente in attacco riesce nell’impresa fallita nell’ultimo turno di Bundesliga ad una corazzata come l’Alba Berlino, passando alla Grosse EWE Arena di Oldenburg con il punteggio di 80-93. A trascinare la squadra allenata da Maurizio Buscaglia ad una vittoria tanto complessa (visto il record casalingo di Oldenburg) quanto importante (per qualificarsi alle TOP 32 di Eurocup manca ora poco più che il conforto della matematica) la sontuosa performance della sua front line, con Pascolo (17), Baldi Rossi (15 e 11 rimbalzi) e Wright (14) sugli scudi. 

La cronaca: Julian Wright inizia la partita con jumper dalla media e tripla dall’angolo (2-5), gli risponde dall’altra Kramer con il lay-up in contropiede e la bomba sullo scarico (7-7). Trento muove bene palla in attacco contro la solida difesa sassone, Pascolo ne approfitta salendo in cattedra con 7 punti in fila, frutto di un rimbalzo offensivo, un taglio dal lato debole con contestuale gioco da tre punti, e un tiro da fuori dall’alto coefficiente di difficoltà (9-18 al 7′). Quando Oldenburg, che soffre l’aggressività difensiva aquilotta, trova punti da Duggins (4) oltre che da Kramer (8), i bianconeri devono fare i conti con il rientro dei tedeschi, completato dalla conclusione dai 6.75 di Prepelic sulla sirena del primo periodo (19-20). 

Il secondo quarto si apre con il team allenato da Drijencic che mette in difficoltà la Dolomiti Energia mixando la difesa a uomo con momenti di zona. I canestri facili di Schwethelm e Smeulders in campo aperto sono la naturale conseguenza delle perse trentine, e mandano l’EWE avanti 25-22 al 13′. Trascinati dalla maturità e dai rimbalzi di Baldi Rossi (9 tra cui 5 in attacco) gli ospiti tengono botta nel momento difficile (25-28 con Filo anche a quota 6 punti), per poi schiazzare a più 7 sul 27-34 con il runner di Poeta e due liberi di Pascolo. Oldenburg tenta di stare a contatto con i numeri di Qvale spalle a canestro, ma la difesa asfissiante sugli esterni di Forray e Sanders accende Pascolo e Wright sui 28 metri di campo. Si va al break lungo sul 35-42 con Pascolo (13 punti), Wright (9 punti e 2 assist) e Baldi Rossi (6 e 9 rimbalzi) dominanti.

Di rientro dagli spogliatoi la Dolomiti Energia piazza un parziale importante, siglato da Forray con recupero difensivo e canestro dall’arco, e Sanders con tap-in e bomba di malizia su palla vagante (35-51). Nella propria metà campo il team di Buscaglia non molla un centimetro, e Sutton in contropiede carica di falli Machado e soci (37-57). Sostenuti dal caldo pubblico di casa, i gialloblù non si arrendono: Qvale in post basso dà segnali di vita in casa EWE Baskets (46-61), imitato poi dai 5 metri da Paulding e Duggins (50-63). A congelare le ambizioni tedesche Pensa Lockett con la tripla sulla sirena di fine quarto (50-68).

Il team di Drijencic, trascinato da Duggins, prova a non arrendersi alla seconda sconfitta interna della sua stagione (56-71), ma Baldi Rossi non ha pietà e con 7 punti in fila costringe i tedeschi ad un time out che sa tanto di resa (56-75). Nel finale di gara, oltre che per lo spettacolo e per un timido tentativo di rimonta gialloblù orchestrato dal solito Qvale (20) e dal redivivo Machado (11), c’è spazio anche per Lofberg e per il suo tiro da fuori (9): finisce 80-93 con la Dolomiti Energia che grazie a questo successo sale a quota 10 punti in classifica conservando la vetta del girone A di Eurocup. 

EWE BASKETS OLDENBURG – DOLOMITI ENERGIA 80 – 93 (19-20, 35-42, 50-68)

EWE BASKETS OLDENBURG: Kramer C. 13 (1/2, 3/5), Machado 11 (3/6, 1/3) Wimberg 0 , Kramer D. 2 (1/1, 0/1), Smeulders 4 (2/7, 0/1), Prepelic 3 (0/1, 1/3), Paulding 2 (1/2, 0/1), Aleksandrov 6 (2/4, 0/3), Schwethelm 5 (1/2, 1/1), Qvale 22 (10/13), Duggins 10 (4/8). All. Drijencic

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Poeta 2 (1/4, 0/5), Sanders 9 (3/4, 1/2), Pascolo 17 (6/8), Baldi Rossi 15 (5/8), Forray 9 (2/5, 1/1), Lofberg 9 (1/2, 1/2), Flaccadori 2 (0/3), Sutton 9 (1/4, 1/2), Lockett 7 (2/6, 1/2), Lechthaler 0, Wright 14 (5/7, 1/2). All. Buscaglia.

Note: Tiri liberi: Oldenburg (12/12), Trentino (23/26). Tiri da due: Oldenburg (25/48), Trentino (26/51). Tiri da tre: Oldenburg (6/20), Trentino (6/16). Rimbalzi: Oldenburg 34 (Aleksandrov, Qvale), Trentino 37 (Baldi Rossi 11). Assist: Oldenburg 16 (Machado 4), Trentino 14 (Wright 5). Spettatori: 2318

Arbitri: Petros Papapetrou (Grecia), Semen Ovinov (Russia), Zdravko Rutesic (Montenegro)

MAURIZIO BUSCAGLIA (coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Abbiamo portato a casa una buona vittoria, contro una squadra in forma e che gioca un bel basket come Oldenburg. Il successo è importante per il modo in cui è arrivato, per la fiducia che ci ha restituito dopo la sconfitta di Reggio Emilia, e per i segnali che ci ha dato dal punto di vista tecnico. Oggi abbiamo lavorato bene di squadra, ci siamo passati la palla, facendo muovere la difesa avversaria, e questo ci ha permesso di trovare poi buone soluzioni d’attacco. E soprattutto abbiamo rispettato il piano partita anche in difesa, lavorando bene nel tenere l’uno contro uno, nel tagliafuori, e nel negare la loro circolazione di palla. Da questo sono arrivate buone situazioni di contropiede che ci hanno dato ritmo in attacco”. 

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author