EuroLeague, prende corpo la nuova stagione. Stabiliti anche i nuovi criteri d'ammissione dal 2020/21

L’Assemblea dell’ECA (EuroLeague Commercial Assets) si è riunita oggi a Monaco di Baviera, ospite del Bayern, e ha ufficialmente aperto la nuova stagione ratificando alcune decisioni che già il Board di Barcellona aveva ufficializzato incluse quattro modifiche al regolamento tecnico. Ovvero.

  • La palla a due viene ripristinata ed elimina il possesso alternato
  • In caso di violazione sulla palla a due all’inizio del primo periodo o dell’overtime, il possesso è consegnato a metà campo con 24 secondi da giocare e non 14 con palla rimessa nella metà campo offensiva
  • I falli tecnici alla panchina, all’allenatore o ad un giocatore non sono conteggiati come falli di squadra
  • Qualora gli arbitri fermino la partita per correggere il tempo sul cronometro, quest’ultimo viene riprostinato al suo valore originale, nel tempo rimanente nella gara e nello “shot clock”, e la rimessa effettuata laddove il cambio di possesso è avvenuto.

Oltre a questo, l’Assemblea ha approvato il nuovo progetto di Financial Fair Play che entro il 2022/23 limiterà la possibilità di intervento dei proprietari dal 65 al 40% del budget di spesa previsto. In accordo con l’Associazione Giocatori (ELPA) sono state assorbite altre novità riguardanti tra le altre cose il calendario (esteso di due settimane per ridurre i doppi turni a sette rispetto ai nove previsti dall’allargamento a 18 squadre), gli allenamenti, la ripresa dell’attività uguale per tutti.

Infine, l’ECA ha stabilito i nuovi criteri di ammissione per gli “Associated Clubs” cioè i cinque club che partecipano con ammissione temporanea. Dall’anno prossimo saranno accederanno ambedue le finaliste di Eurocup – anziché la sola vincitrice – e saranno distribuite tre wild-cards, con diritto di precedenza ad una squadra proveniente dalla Lega Adriatica. La formazione proveniente dall’Eurocup (quest’anno Valencia e Alba Berlino) che finisca la stagione più in alto e al tempo stesso acceda ai playoff avrà diritto a mantenere il proprio posto in EuroLeague (in questo caso l’Eurocup promuoverà una sola formazione). Sparisce il limite di quattro squadre al massimo per nazione. Dal 2020/21 quindi l’EuroLeague sarà composta da

* 11 club con licenza permanente tra cui l’Olimpia Milano

* 2 club con licenza biennale (Bayern Monaco e Asvel Villeurbanne)

* 2 club provenienti dall’Eurocup (vincitrice e finalista)

* 3 club cui saranno assegnate wild-card.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta
(Visited 42 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info