Eurolega: Baskonia e Stella Rossa in scioltezza, Pana di misura sul CSKA

Nella 29° giornata il Baskonia passa ad Istanbul contro il Galatasaray, la Stella Rossa batte Kazan. Ad Atene il Pana vince contro i campioni d’Europa e il Real batte i turchi.

GALATASARAY – BASKONIA 80-103

Nella prima gara di giornata il Baskonia trova la vittoria esterna sul campo del Galatasaray, con un Tillie autore di 20 punti e Diop con 18. Nella prima metà del primo quarto la partita non decolla, le due squadre infatti rispondono colpo su colpo, ma nella seconda metà gli ospiti aumentano l’intensità del ritmo in attacco e volano sul +7 con Diop da due punti. Nella seconda frazione il Baskonia è in totale controllo della gara, ne approfitta per scappare sul 31-21, dopo la realizzazione di Budinger. Gli spagnoli allungano sul +20 con il 2+1 di Diop, chiudendo i primi 20’ sul 60-44. Nel terzo quarto la squadra di Alonso non abbassa la concentrazione mentale e gestisce il vantaggio sulla doppia cifra di vantaggio. Nel ultimo periodo i baschi dilagano e trovano addirittura il +30 con Luz , che punisce dai tre punti. Il finale è 103-80 per il Baskonia, che conquista la vittoria numero diciassette, per il Gala arriva la diciannovesima sconfitta.

Parziali (21-27,44-60,66-80)

CRVENA ZVEZDA – UNICS KAZAN 83-65

Nel match di Belgrado arriva un successo molto prezioso per i padroni di casa che sconfiggono i russi dell’Unics con un Bjelica da 19 punti e Gudiric che chiude con 18 punti. Nella prima frazione parte meglio l’Unics andando avanti sul 10-3, ma la Stella Rossa non si spaventa e accorcia sul meno uno Bjelica dalla lunetta. L’inizio del secondo periodo e nuovamente favorevole alla squadra russa, ma ancora una volta la squadra serba non ci sta, impattando sul 22-22 e va all’intervallo lungo sul +9 con la bomba di Simonovic. La squadra ospite esce dagli spogliatoi in modo molto positivo, riuscendo a trovare la parità 44-44 con Langford. I padroni di casa però non subiscono il contraccolpo e chiudono avanti di otto al 30’. Nel ultimo periodo la Stella Rossa domina e dilaga, archiviando la pratica sul +23 con Bjelica che punisce dalla lunga distanza. Il finale è 83-65 per lo Crevnza Zvezda che conquista la sedicesima vittoria stagionale, per l’Unics non bastano i 16 di Langford ad evitare la ventunesima sconfitta che vale momentaneamente il fanalino di coda.

Parziali (10-14,40-31,57-49)

PANATHINAIKOS – CSKA MOSCA 85-80

Ad Atene, nella città degli Dei arriva il passo falso del Cska che perde all’overtime contro i greci del Panathinaikos. L’avvio di gara è molto equilibrato in questa sfida che ha sapore di Final Four. Dopo 5’ di gioco il punteggio è in perfetta parità sul 11-11 il canestro di Gist. Il primo periodo si chiude sul 20-17 per i greci. Nella seconda frazione la situazione non cambia, nessuna delle due squadre riesce ad imporsi sull’altra. Si va all’intervallo lungo sul 45-40 per il Pana con un 5-0  firmato Rivers e Calathes. Nel secondo tempo l’equilibrio rimane il protagonista della gara e quindi si va all’overtime perché le due squadre si alterano il vantaggio senza scappare in modo importante. Al 40’ il punteggio dice 73-73 dopo i liberi di Calathes. Nel supplementare gli uomini di Pascual ne hanno di più e conquistano la vittoria. Il finale è 85-80 con un Rivers da 17 punti, ai russi non bastano i 30 punti in due di De Colo e Teodosic.

Parziali (20-17,45-40,58-55,73-73)

REAL MADRID – FENERBAHCE 61-56

Nell’ultima gara di serata arriva un successo interno per il Real, che conquista il primato contro il Fenerbahce grazie a Llull autore di 16 punti, ai turchi privi di Datome e Sloukas non bastano i 15 di Bogdanovic. Nella prima frazione il Madrid parte bene e chiude in vantaggio di quattro lunghezze dopo i liberi di Dixon che riesce a diminuire il gap. Nel secondo periodo gli ospiti impattano prima con Kalinic e trovano il vantaggio con la tripla di Dixon. Il primo tempo si chiude sul 32-29 in favore del Fenerbahce. Il buon momento della squadra di coach Obradovic continua nel terzo periodo e allunga sul + 7 con Vesely, ma non basta perché Lllul firma il 43-43. Al 30’ è + 5 Madrid con la realizzazione di Maciulis. Nell’ultimo quarto i padroni di casa scappano sul 59-50 con Thompinks che punisce dalla lunga distanza, il Fenerbahce la prova a riaprire con Bogdanovic per il meno tre, ma non basta. Il finale è 61-56 per gli spagnoli, con i liberi di Llull.

Parziali (20-16,29-32,48-43)

 

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.