Eurolega: ok Barca, Real e Cska, Galatasaray ko

Nella 28° giornata il Cska vince contro l’Unics con un De Colo autore di 22 punti, il Darussafaka batte il Galatasaray. Il Real sbanca al Pireo con un super Llull e Randolph. La Stella Rossa cade a Barcellona.

UNICS KAZAN – CSKA 74-85

Nella gara tutta russa passano i campioni d’Europa che ottengono la ventunesima vittoria, per i padroni di casa arriva invece la ventunesima sconfitta nonostante i 17 di Langord, i 16 dell’ex Ponkrashov e i 14 di Parakhouski. Gli ospiti mettono il turbo già nel primo quarto, volando sul +12 con Kurbanov dalla lunetta. L’Unics però reagisce riducendo sul meno quattro con Voronov a cui risponde Higgins dalla lunga distanza per il 25-18. Nella seconda frazione il pallino del gioco rimane sempre in favore di Teodosic e compagni che non riescono ad allungare in modo decisivo con Kazan,che rimane a contatto. Il Cska però alza il ritmo e va negli spogliatoi sulla doppia cifra di vantaggio con il canestro di De Colo che vale il 44-33. Nel terzo periodo gli uomini di Itoudis ne approfittano per allungare ulteriormente, arrivando anche al massimo vantaggio sul +20 con Jackson, che realizza a cronometro fermo. Nell’ultimo quarto i padroni di casa però provano a riaprire la gara sul meno nove con Andusic, ma il Cska non si spaventa e porta a casa la vittoria senza troppe difficoltà. Il finale è 85-74 per la squadra di Mosca,che chiude con il ventiduesimo punto di De Colo.

Parziali (18-25,33-44,57-74)

DARUSSAFAKA – GALATASARAY 73-67

Nella secondo match di serata arriva una vittoria preziosissima per il Darussafaka, che rimane in corsa per un posto ai playoff, conquistando la quattordicesima vittoria. Per il Galatasaray arriva

la diciottesima sconfitta, non bastano i 17 di Micov. Nel primo quarto dopo un avvio molto equilibrato, gli ospiti vanno avanti nel punteggio sul 18-11 con Pleiss, ma i padroni di casa accorciano sul meno due Moerman da tre punti. Nel secondo periodo la partita diventa molto accattivante perché le due squadre si rispondono colpo su colpo, in u derby in cui nessuno vuole uscire sconfitta. Si va all’intervallo lungo sul 39-37 per gli uomini di Ataman. Nella terza frazione il Darussafaka esce dagli spogliatoi con un’altra energia e scappa sul +12 dopo il canestro di Clyburn ma Micov mantiene a galla i suoi con un canestro che vale il meno nove al 30’. Ad inizio quarto periodo il Galatasaray riesce ad arrivare anche sul meno due con Pleiss, ma  non basta perché gli uomini di Blatt tornano a giocare con il giusto ritmo e volano sul 71-61 con Wanamaker provando a chiuderla. Micov firma il meno quattro provando ancora a rimontare ma l’ex Pistoia Wanamaker miglior realizzatore con 22 punti che sigla la fine con il 2/2 dalla lunetta. Il finale è 73-67 per il Darussafaka.

Parziali (16-18,37-39,61-52)

OLYMPIACOS – REAL MADRID 73-79

Nella gara clou di serata arriva un successo per gli spagnoli che conquistano la ventunesima vittoria portandosi sul 2-0 nel doppio confronto con i greci a cui non bastano i 18 di Milutinov per evitare la nona sconfitta, la seconda consecutiva tra le mura amiche. Nel primo periodo partono forte i biancorossi che allungano sul 18-10 con Papapetrou, ma il Madrid risponde con un 9-2, che vale il meno uno con la bomba di Llull. Nella seconda frazione regna l’equilibrio in cui le due squadre dimostrano di quanto questa gara sia importante per entrambe. Si va all’intervallo lungo sul 37-37 dopo il 2/2 di Agravanis dalla lunetta. Nel terzo quarto l’Olympiacos prova a scappare sul 48-42 con Papanikolaou, ma gli uomini di Laso prima riducono sul meno uno per poi chiudere al 30’ sul +4 con Llull. Nell’ultimo periodo il Madrid scappa sul + 9 provando a dare la stoccata decisiva per il colpo del K.O, ma i greci accorciano sul 70-73 con Papanikolaou che però non basta perché vince il Real. Il finale è 79-73 per i baschi con Llull e Randolph che chiudono con 21 punti.

Parziali (20-19,37-37,54-58)

BARCELLONA – CREVNA ZVEZDA 67-54

Nella gara del PalaBlaugrana vincono i padroni di casa con una buonissima gara di Perperoglou che chiude con 17 punti, conquistando l’undicesima vittoria, per la Stella Rossa arriva la seconda sconfitta consecutiva dopo quella contro l’Olympiacos. Nella prima frazione il Barça approccia bene il match, allungando sul 8-2 con Oleson ma i serbi non si spaventano e impattano sul 13-13 con Mitrovic, chiudendo avanti di uno con Wolters. Nel secondo quarto gli spagnoli ritrovano il vantaggio e provano la prima fuga sul 30-24 con Rice, ma la Stella Rossa accorcia sul meno uno con Simonovic che punisce dalla lunga distanza. Il primo tempo si chiude sul 32-29 per i catalani con Navarro che fa 2/2 dalla linea della carità. Nel terzo periodo gli uomini di Bartzokas alzano l’intensità in attacco e volano sul +14 con la tripla di Koponen, ma gli ospiti riescono a ridurre a dieci dalla fine sul meno nove con Dangubic. In avvio dell’ultimo quarto la squadra di casa ritorna sul +13 con Perperoglou che realizza dai 6,75 cercando di dare la spallata decisiva, ma la squadra di Belgrado non ci sta e torna sotto di sei sul 60-54 con Guduric, ma non basta perché il Barcellona torna sulla doppia cifra di vantaggio e vince la partita, complice anche lo 0/4 da tre nel finale dei biancorossi che chiuderanno con 5/29. Il finale è 67-54 per gli spagnoli.

Parziali (17-18,32-29,52-43)

Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.