Faenza, ingaggiato Mattia Venucci

Mattia Venucci è un giocatore della Rekico. Questo grande colpo di mercato lo ha messo a segno nelle ultime ore la dirigenza faentina, portando a termine un lungo lavoro lontano dai riflettori e vincendo la concorrenza di molte società. Venucci ha giocato nella scorsa stagione in serie A2 (girone Est) con la Proger Chieti, mettendosi in luce con buone prestazioni come i 26 punti segnati contro Udine (suo high stagionale) e ritorna in serie B con il migliore dei biglietti da visita. Nella stagione 2015/16 quando militava nel Golfo Basket Piombino ha vinto il premio come miglior giocatore dell’intera serie B con delle statistiche da urlo (20 punti di media, 5 rimbalzi, 4 assist e 23 di valutazione media complessiva) e ora vuole riconfermarsi nella piazza faentina dove sarà leader e assoluto protagonista.

Mattia Venucci è nato a San Vincenzo in provincia di Livorno il 31 ottobre 1990 ed è un play/guardia mancino di 188 cm con spiccate doti offensive e difensive, bravo nel giocare in transizione e nel pick&roll. Cresciuto nel settore giovanile del San Vincenzo dove ha esordito in prima squadra in serie C nel 2007 giocandovi cinque stagioni, Venucci è poi salito in Divisione Nazionale B (ex B2) nel 2012/13 vestendo per due stagioni i colori del Castelfiorentino, venendo promosso in DNA. Dopo l’esperienza fiorentina passa alla Don Bosco Livorno in serie B nella stagione 2014/15 poi a Piombino in quella successiva (i toscani erano nel girone con i Raggisolaris), dove dimostra tutto il suo valore vincendo il premio come miglior giocare dell’intera serie B, riconoscimento che gli vale il salto in A2 alla Teate Chieti. Nel club abruzzese chiude la stagione regolare con 5.93 punti di media in 20.3 minuti e i play out con 6.63 in 17.8, prestazioni che non sono servite per evitare la retrocessione. Ora nel futuro di Venucci ci sono i Raggisolaris.

«Faenza è una società ambiziosa – spiega Venucci – e ho voglia di dare qualcosa di mio per questa piazza che ama molto la pallacanestro. Ringrazio la dirigenza perché è da un po’ di anni che mi sta cercando ed è sempre un piacere vedere l’interesse delle squadre nei tuoi confronti. Ringrazio anche il presidente Raggi per gli sforzi che ha fatto per portarmi qui e cercherò di dare il massimo in campo per ripagare questa fiducia. Il mio ruolo è di play/guardia, ma dipende da cosa chiede l’allenatore e mi adatto ad ogni situazione. Mi piace prendermi responsabilità ed essere il punto di riferimento in campo, ma anche mettere in ritmo la squadra mettendomi al servizio dei compagni. Ho seguito Faenza nella scorsa stagione e ho visto quanti tifosi erano a Firenze: ripartiremo da questo e cercheremo di fare il meglio possibile».

Soddisfatto è ovviamente il general manager Andrea Baccarini: «E’ un ragazzo che stavamo seguendo – spiega – e che non scopriamo certo adesso. Sappiamo che il suo valore è alto e che con Mattia facciamo un ottimo salto di qualità. L’estate scorsa non siamo riusciti a concretizzare l’acquisto, perché voleva provare l’A2, ma ora è qui a Faenza e sono convinto che ci toglieremo delle soddisfazioni insieme. La regola degli under ha bloccato un po’ il mercato e dopo la conferma di Iattoni ne arriveranno altre nelle prossime settimane. Costruiremo una buona squadra per la prossima stagione e proveremo a fare ancora meglio facendo tesoro dell’ultima annata dove in alcune occasioni abbiamo mancato di esperienza».

Commenta
(Visited 39 times, 1 visits today)

About The Author