FALCONSTAR-ISOGAS, DERBY A SENSO UNICO

Falconstar-Isogas, storia di un derby a senso unico. Troppa la differenza fra le due squadre, come del resto si sapeva alla vigilia osservando la classifica: la seconda contro l’ultima, il miglior attacco contro la peggior difesa, una squadra imbattuta in casa contro una che in trasferta ha rimediato solo batoste.

Più che le parole, raccontano le cifre, se non bastasse il 97-72 finale: 54-27 i rimbalzi a favore della Falconstar, che ha catturato 20 carambole offensive (contro 4), capitalizzando così secondi e a volte anche terzi tiri con il 54% da vicino a canestro. Impietosa la valutazione complessiva, 124-44 a favore dei monfalconesi.

Alla squadra di Franceschin è bastato tirare poche ma vigorose spallate al match per prendere il largo. La prima è arrivata nella seconda metà del primo quarto: dopo un buon avvio goriziano (11-10 al 6’) con Manservisi protagonista, break di 13-0 e Falconstar sul 24-10 alla prima sirena.

Secondo quarto con l’Ardita presa per mano da Marcetic (2 triple), parziale di 8-0 e riavvicinamento illusorio sul 24-18, perché capitan Benigni sale in cattedra con 7 punti consecutivi e Graziani con due bombe completa la seconda spallata agli ospiti: 41-23 all’8’.

La terza spallata Falconstar, che manda definitivamente al tappeto l’Isogas, è un break di 13-0 nel terzo periodo, costruito con recuperi, transizione, rimbalzi offensivi e facili conclusioni dei lunghi, tanto che a fine match Macaro (26+12), Colli (20+12) e Benigni (12+10) chiudono in doppia doppia di punti e rimbalzi. All’Ardita, timidissima nel gioco interno (appena 5 liberi tirati nei 40’), non è rimasto che affidarsi al tiro da fuori di Marcetic e Casagrande per limitare un passivo che poteva essere anche più ampio. Finale con tre under 19 goriziani sul parquet, mentre la Falconstar conta cinque uomini in doppia cifra e sfiora quota 100.

 

Coach Beppe D’Amelio commenta così il derby: «La Falconstar ha vinto con pieno merito, è una squadra completa che gioca a memoria, con una batteria di lunghi fra le migliori del torneo. Sapevamo che era una partita difficile, abbiamo cercato di opporre resistenza e a tratti abbiamo giocato un buon basket. Peccato che quando invece abbiamo smesso di farlo siamo stati proprio brutti da vedere, fra palle perse, tiri forzati e canestri facili concessi. Nell’ultimo quarto, inoltre, siamo calati fisicamente».

Il tecnico goriziano salva poche cose di questa trasferta monfalconese: «L’impegno non è venuto meno, su questo non posso ridire nulla. Fra i singoli bene Casagrande, anche se deve migliorare in difesa, bravo Marcetic e un plauso al ‘97 Maghet».

 

Nel prossimo turno, domenica 21 dicembre, l’Isogas Ardita sarà ospite della Gemini Mestre, con palla a due alle 18.30 a Trivignano di Venezia.

 

 

FALCONSTAR MONFALCONE-ISOGAS ARDITA GORIZIA 97-72 (24-10, 45-31; 74-53)

FALCONSTAR MONFALCONE: Quargnal 2, Cacciatori 10, Graziani 12, Macaro 26, Laezza 5, Colli 20, Benigni 12, Giannotta 4, M.Franco 4, Luis 2. Coach Franceschin.

ISOGAS ARDITA GORIZIA: Cerniz 5, Sinicco 2, Manservisi 11, Fornasari 8, Marcetic 21, Casagrande 20, Polvi 3, Ballaben, Maghet 2, Coco. Coach D’Amelio.

Arbitri Ghirardini di Mirano e Rizzo di Spinea.

Note Falconstar: 31/57 al tiro da due punti, 6/22 da tre e 17/24 ai liberi. Isogas: 16/39 al tiro da due punti, 12/28 da tre e 4/5 ai liberi. Usciti per 5 falli: Polvi e Casagrande.

 

 

Ufficio stampa US ARDITA GORIZIA – Giuseppe Pisano

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author