Famila Schio - Umana Venezia, pregara

da sito ufficiale Reyer Venezia:

Domenica 26 ottobre alle ore 18.00 Famila Wuber Schio – Umana Reyer Venezia

Per una fortuita combinazione, entrambe le formazioni dell’Umana Reyer scenderanno domenica sui parquet delle squadre Campioni d’Italia 2013-2014.

Mentre i maschi faranno visita all’Armani Jeans Milano, l’Umana femminile dovrà vedersela con Schio che, dopo quattro gare, veleggia in testa alla classifica a “braccetto” con Ragusa, co-protagonista della serie finale dello scorso anno.

Veramente poco da aggiungere sulla marcia delle scledensi che nell’impianto collaudato dello scorso anno formato da Sottana, Honti, Spreafico, Masciadri, Ress e Macchi ed in attesa del completo recupero di Anderson, hanno inserito la play-maker Giulia Gatti, lo scorso anno protagonista a Ragusa ed agguerritissima ex avversaria della serie play-off, oltre a Cecilia Zandalasini, giovane promessa proveniente dal settore giovanile del Geas.

A far buona guardia sotto i tabelloni, è arrivata Iva Sliskovic, esperto centro croato, nata cestisticamente a Sopron che ha disputato diversi campionati in varie squadre della Liga Spagnola e che coach Mendez conosce alla perfezione avendola allenata in terra iberica.

Una parola a parte merita l’ultimo acquisto approdato alla corte orange che risponde al nome di Chineye Ogwumiche, ala-pivot ventiduenne nigeriana naturalizzata USA.

Quest’ultima ha davvero impressionato gli addetti ai lavori per le capacità espresse sotto canestro in termini di punti e rimbalzi (per gli appassionati delle statistiche rispettivamente 23 e 11,5 a partita), confermando le eccellenti credenziali legate alla sua permanenza in WNBA nella quale si è vista attribuire un posto tra le All Rookie First Team, meritandosi inoltre il titolo di Rookie of the Year. A corollario di questi ambiti riconoscimenti, l’oro conseguito quest’anno ai Campionati Mondiali ed il medesimo metallo pregiato conquistato alle Universiadi del 2011.

Se le partite dovessero giocarsi a tavolino in una sorta di poker virtuale, è indubbio che le carte in mano a “patron” Cestaro abbiano pochi eguali non solo sul patrio suolo. Fortunatamente, lo sport ed il basket in particolare riservano talvolta un margine di sorpresa anche se il mix di talento e personalità della Famila è a dir poco impressionante. Sarà quindi di notevole interesse vedere come le giovani orogranata affronteranno questo match e se riusciranno a non farsi irretire dai nomi e dai palmares delle avversarie.

Per ben figurare nel catino del Palacampagnola, sarà quindi indispensabile attingere a piene mani alle più nascoste riserve di energia fisica e mentale, dimostrando che il “cuore” può supplire ad indiscutibili differenze fisiche e tecniche. Qualsiasi possa essere il risultato finale, si tratterà comunque di una prova significativa per testare i progressi delle ragazze di coach Liberalotto in termini di maturità e di capacità di concentrazione.

(s.v.)

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author